Schede madre

Vicina la fine dei quotidiani cartacei?

Secondo l’ultima indagine di Nielsen/NetRatings gli statunitensi starebbero sostituendo la lettura della carta stampata con quella dei siti Web. Rispetto all’anno scorso, l’accesso ai siti Web ufficiali dei più noti quotidiani sarebbe aumentato dell’11%, raggiungendo – ad ottobre – un numero di unique user prossimo ai 39,3 milioni, in pratica il 25% dell’utenza statunitense.

Il 22% dei lettori di cartacei si sarebbe spostato online, anche se il 71% di questi ha ammesso di continuare a preferire i quotidiani tradizionali. Insomma, il piacere della lettura sarebbe ancora legato alla carta, ma l’aggiornamento vero e costante non sembrerebbe poter prescindere dal Web.

NYTimes.com è il primo sito nazionale per l’informazione, con 11,4 milioni di unique user registrati ad ottobre. USAtoday.com e WashingtonPost.com sono letti rispettivamente da 10,4 e 8,1 milioni di utenti.

La crescita delle testate online dimostra che dispongono di qualità uniche e capacità di fornire informazione diverse dai quotidiani tradizionali, – ha dichiarato Gerry Davison, analista presso Nielsen/NetRatings – la maggior parte dei siti di informazione offrono una maggiore interattività, con blog, podcast e servizi di streaming audio/video. Caratteristiche che hanno un forte appeal sugli utenti”.

Gli uomini sono i più assidui frequentatori, rappresentando il 56% del totale degli utenti. Una share compresa fra il 21% e il 52% guadagna fra i 100 e i 150 mila dollari, e dispone di una formazione accademica superiore. Insomma, è stato sdoganato anche il Web come fonte giornalistica credibile.