Storage

Western Digital, buoni segnali, presenti e futuri, per un mercato in crescita

Pagina 1: Western Digital, buoni segnali, presenti e futuri, per un mercato in crescita

Introduzione

In un’occasione d’incontro per stampa e distributori, ormai un appuntamento annuale, Western Digital ha fatto il punto sullo stato del mercato nel settore dell’archiviazione, e ha comunicato le linee guida delle strategie future che l’accompagneranno per i prossimi 12 mesi. L’azienda ha da poco annunciato l’accordo di fusione con Hitachi; così controllerà il 50% circa del mercato dell’archiviazione, che ormai s’appresta ad essere un duopolio, assieme a Seagate.

John Coyne – President and Chief Executive Officer di WD 

John  Coyne, President and Chief Executive Officer di WD, ha fieramente snocciolato i buoni risultati finanziari che vedono l’azienda in attivo per l’ennesimo anno consecutivo; motivata a migliorare, ora si punta a investimenti in Ricerca & Sviluppo. Le previsioni delineano inoltre un mercato in crescita, con segnali positivi per un settore dove la sete di spazio d’archiviazione dati sembra non placarsi mai, un’opportunità d’oro e un futuro roseo per WD.

Gli ultimi cinque anni di bilanci mostrano per il 2010 ricavi doppi rispetto al 2006, da poco meno di 5 miliardi di dollari a quasi dieci; l’utile operativo passa invece da circa 400 milioni di dollari del 2006 a 1.185 milioni del 2010, di fatto triplicato. L’impegno nella ricerca si traduce in un investimento, nel 2010, di circa 650 milioni di dollari.

Ricavi e utili operativi sono aumentati anno su anno.

Lo sviluppo dell’azienda ha subito una spinta non indifferente, nell’ultimo anno, dai mercati europei e asiatici, il primo per quanto concerne il canale retail (quindi i prodotti consumer), mentre l’Asia è in tutto e per tutto un mercato emergente, con ricavi da tutti i canali. Per il 2010 l’Asia è stata la gallina dalle uovo d’oro, che ha maggiormente contribuito agli affari di WD.

Il mercato europeo a asiatico hanno portato a WD i migliori ricavi.

Nella visione di John Coyne, da qui al 2020 l’universo digitale subirà un’accelerazione che lo porterà a ingrandirsi fino a 44 volte quello attuale, e la necessità d’archiviazione aumenterà di 30 volte. Le abitudini degli utenti sono cambiate, e la metamorfosi dell’era digitale è ancora in piena evoluzione. La diffusione degli smarpthone , il primo passo storico del passaggio al digitale, ha decuplicato la necessità di spazio d’archiviazione, portandolo da 10/50 MB al mese a 100/500 MB, mentre la diffusione degli altri dispositivi multimediali, Tablet in testa, nonché i miglioramenti delle connessioni broadband, faranno lievitare i fabbisogni mensili degli utenti fino a oltre 20 GB/mese.

La richiesta di spazio di archiviazione, nei prossimi anni, aumenterà esponenzialmente.

Anche lo sviluppo del cloud computing e dei social network rappresenta un’opportunità d’oro per l’azienda nel settore business, perché supportano la crescita nei volumi di dati archiviati da server e data center.

Dalla casa digitale del futuro alle sale server a supporto dei servizi social e cloud, WD ha davanti a se un futuro ricco di opportunità. Grazie all’acquisizione di Hitachi, WD potrà offrire più prodotti, e godere di più risorse per la ricerca, nell’intento di far fruttare le tante opportunità che abbiamo descritto.