Storage

Western Digital consegna la memoria 3D NAND BiCS4 a 96 layer

Western Digital ha annunciato di aver avviato le consegne di memoria 3D NAND BiCS di quarta generazione ad alcuni clienti. L'arrivo di questa nuova memoria era già stato anticipato lo scorso anno. Verosimilmente la vedremo a bordo di SSD e altri prodotti nel 2019.

La BiCS4 è una memoria NAND a 96 layer e inizialmente dovrebbe arrivare sul mercato la versione TLC con densità pari a 256 Gbit. WD ha tuttavia in cantiere anche una versione QLC, ossia una memoria capace di salvare quattro bit per cella (Micron propone la sua soluzione in ambito enterprise).

wd bics qlc 96 layer

WD si è detta soddisfatta delle rese ottenute sinora, ma una volta che la produzione sarà davvero entrata a regime, è probabile che si passerà a 3D NAND TLC più densa e soluzioni QLC fino a 1 terabit (128 GB).

wd 3d nand bics roadmap
La roadmap prevede l'arrivo della BiCS5 tra fine 2019 e inizio 2020 – clicca per ingrandire

Da non dimenticare comunque che WD e il partner Toshiba hanno anche annunciato lo scorso anno una BiCS3 a 64 layer QLC da 768 Gbit (96 GB) che potrebbe arrivare sul mercato prima del modello a 96 layer, anche se non è chiaro in quali prodotti (non esistono solo gli SSD per PC, ma anche smartphone e portatili ad esempio). Dopodiché si passerà alla quinta generazione della 3D NAND BiCS, BiCS5, tra il 2019 e il 2020.

Leggi anche: Test SSD WD Black 3D NVMe con nuovo controller fatto in casa – Test SanDisk Extreme Pro M.2 3D, SanDisk nel mondo SSD NVMe

Per quanto riguarda la produzione della 3D NAND BiCS, WD potrà contare nei prossimi anni di un nuovo impianto produttivo che Toshiba Memory Corporation ha intenzione di iniziare a costruire a luglio. La nuova fabbrica avrà sede in Giappone nella prefettura di Iwate, vicino a Kitakami, e si affiancherà agli attuali stabilimenti nella prefettura di Mie, vicino a Yokkaichi.

La costruzione del nuovo impianto dovrebbe concludersi nel 2019, probabilmente in estate e poi inizierà a essere popolato dei macchinari produttivi. La produzione non dovrebbe iniziare prima della fine del 2020 e dato che l'impianto sarà situato in una terra soggetta ai terremoti, sarà realizzato con tutti i crismi necessari affinché sia in grado di assorbire scosse anche di grave entità. La fabbrica sarà realizzata seguendo dettami di ecosostenibilità e ricorrerà a sistemi di automazione e di intelligenza artificiale per mantenere ritmi produttivi serrati.


Tom's Consiglia

Tra le ultime novità di Western Digital nel settore degli SSD c'è il WD Black 3D, con controller fatto in casa e BiCS TLC a 64 layer. Un SSD non perfetto ma che abbiamo certamente apprezzato.