Storage

Western Digital, continuano le trattative per l’acquisizione di Kioxia

Stando a un recente articolo, sembra che Western Digital sia a uno stadio avanzato delle trattative inerenti alla sua fusione con Kioxia. L’accordo potrebbe avere un valore di oltre 20 miliardi di dollari e, se approvato dalle autorità di regolamentazione antitrust, creerebbe il più grande produttore mondiale di NAND 3D con elevate capacità di produzione e progettazione.

Credit: Kioxia
Kioxia

Il Wall Street Journal ha riportato che i colloqui tra Western Digital e Kioxia si sono intensificati nelle ultime settimane e l’accordo definitivo potrebbe essere raggiunto già a metà settembre. Secondo quanto riferito, il produttore statunitense di dischi rigidi e SSD intende finanziare l’accordo con azioni, che renderanno il consorzio di investitori che possiede Kioxia un importante azionista della nuova società.

Kioxia e Western Digital gestiscono congiuntamente impianti di produzione 3D NAND situati in due aree del Giappone. Le due società hanno prodotto il 33,4% di tutte le memorie NAND a livello mondiale nel primo trimestre del 2021, con solo lo 0,1% in meno rispetto a Samsung, secondo TrendForce. Se Kioxia e Western Digital si fonderanno, la società combinata sarà significativamente più grande di Micron e SK Hynix (anche una volta che quest’ultima avrà assorbito le attività di storage e 3D NAND di Intel).

Credit: TrendForce
Western Digital Kioxia TrendForce

Infatti, l’azienda risultante dalla fusione sarà il più grande fornitore al mondo di dispositivi di archiviazione con un ampio portafoglio di proprietà intellettuale e brevetti, capacità di produzione di dischi rigidi e 3D NAND all’avanguardia, diversi gruppi per la progettazione di SSD e persino un gruppo di ingegneri che lavorano su core CPU RISC-V. Tuttavia, realizzare una compagnia in grado di controllare oltre un terzo della fornitura di flash NAND e una fetta significativa del mercato degli HDD dovrà inevitabilmente affrontare l’esame accurato dei regolatori antimonopolio.

Al momento, né Kioxia né Western Digital hanno commentato la notizia.