Tom's Hardware Italia
Software

Windows 10 con due browser, nuove immagini di Project Spartan

Windows 10 uscirà con due browser integrati, il tradizionale Internet Explorer e il nuovo Project Spartan. Entrambi avranno un nuovo motore di rendering, ma il secondo conterà anche su una nuova interfaccia e funzioni specifiche.

Windows 10 avrà due browser, Internet Explorer e Project Spartan. Lo ha fatto sapere la stessa Microsoft con un post a firma di Jason Weber, che aggiunge ulteriori dettagli riguardo al nuovo browser. Project Spartan (un nome in codice che potrebbe cambiare) è un browser fondato su un nuovo approccio pensato per funzionare al meglio tanto sul tradizionale desktop (con tastiera e mouse) quanto sui touchscreen, senza trascurare controlli vocali, gesti e uso di sensori.  

project spartan

Microsoft ha pubblicato anche alcune immagini dell'interfaccia, ma l'aspetto più interessante è probabilmente il nuovo motore di rendering. "Abbiamo deliberatamente abbandonato le modalità versioned document storicamente usate da Internet Explorer", si legge infatti sul post citato, "e ora usiamo i marcatori (Linguaggio di Markup, Wikipedia) come gli altri browser moderni. Il nuovo motore di rendering di Spartan è progettato per funzionare nel modo in cui si sviluppa il web oggi". Un'ottima notizia quindi, perché significa che Microsoft ha deciso di mettere fine ai problemi piccoli e grandi di compatibilità, e che portano qualche volta ad avere un sito che funziona bene con un browser ma non con un altro.

Spartan

E per i siti aziendali costruiti "intorno" a Internet Explorer? Bisognerà cestinarli e rifare tutto daccapo? Niente affatto, perché Spartan include anche un "legacy code" che si attiva quando bisogna visualizzare i siti scritti con il vecchio approccio. E comunque Internet Explorer resta dentro a Windows 10, anche se non si può scartare l'ipotesi che a lungo termine Spartan diventerà l'unico browser Microsoft. Project Spartan, poi, secondo Microsoft garantirà aggiornamenti più frequenti e un costante aumento delle funzioni e capacità disponibili.

Spartan Spartan

Project Spartan comunque non si potrà testare in tempi brevi. Microsoft non lo includerà nell'aggiornamento di Windows 10 Insider previsto per la settimana prossima, e dovremo quindi attendere per provare novità come la funzione di annotazione, l'integrazione con Cortana o la visualizzazione di lettura facilitata.

Il nuovo motore di rendering tuttavia sarà inserito anche in Internet Explorer 11, quindi almeno questo aspetto si potrà già provare direttamente. "Se siete curiosi", scrive Weber, "ricordate di visitare about:flags (da scrivere nella barra degli indirizzi, NdR) e impostare su Enable la voce Enable Experimental Web Platform Features".

Chi sta testando Windows 10 quindi può testare il motore di rendering di Project Spartan, mentre per l'interfaccia bisogna accontentarsi delle immagini pubblicate ieri. Ci mostrano la visualizzazione di un blog di cucina su desktop e su mobile, quest'ultimo con due diversi temi cromatici. L'interfaccia appare estremamente asciutta, con alcuni comandi visibili. Troppo poco e troppo presto per dare giudizi, ma sembra interessante. A voi piace?