Software

Windows 10 May 2020 è arrivato, cosa cambia?

Microsoft ha finalmente iniziato il rilascio dell’aggiornamento Windows 10 May 2020 nella giornata di ieri 27 maggio. L’importante aggiornamento stagionale porta con se tanti fix al sistema e alcune gradite novità che coinvolgono Cortana, Blocco Note, Il Tuo Telefono per dispositivi ARM, login senza password e tanto altro ancora.

Il primo dei due aggiornamenti principali di Windows 10 per il 2020 è in fase di rollout e raggiungerà molto presto tutti i PC compatibili. Le novità sono davvero tante e coinvolgono, oltre al sistema operativo in per sé, anche alcune delle applicazioni preinstallate da Microsoft.

Blocco Note, per esempio, ora è in grado di sfruttare il trova/sostituisci su tutto il documento indipendentemente dalla posizione del cursore grazie alla spunta “wrap around”. In precedenza la funzione trova/sostituisci iniziava la propria ricerca dalla posizione del puntatore e terminava alla fine del file senza andare a ritroso, se così si può dire. Microsoft ha inoltre finalmente aggiunto il supporto ai caratteri di termine delle linee (EOL) in stile UNIX: ciò significa che aprendo un documento creato su Linux o Mac ora verrà visualizzato correttamente e, in caso di modifiche, Blocco Note utilizzerà lo stesso sistema di EOL originale in fase di salvataggio. Aggiunte in Blocco Note anche una funzione di ricerca del testo selezionato su Bing e una funzione di zoom per l’ingrandimento dei caratteri.

Cortana è stata aggiornata per utilizzare un linguaggio più naturale ed ora è possibile digitare le proprie richieste all’assistente vocale invece di esprimerle a voce. Inoltre è possibile scollegare la finestra di Cortana dalla barra di Windows e spostarla su schermo nella posizione che più vi è congeniale. La funzione AD2P sink eliminata in Windows 8 e legata al funzionamento del bluetooth è stata inoltre reintrodotta.

Questa versione di Windows 10 introduce anche una nuova versione del Windows Subsystem for Linux (WSL), anche se le funzioni legate all’interfaccia grafica menzionate alla conferenza Microsoft Build non sono ancora presenti. Presente invece il supporto alle DirectX 12 e all’aggiornamento del kernel di WSL (che nel frattempo è diventato open source) direttamente da Windows Update.

Da questo ultimo aggiornamento in poi sarà possibile decidere di rendere il proprio dispositivo password-less utilizzando solamente un pin o le funzionalità Window Hello per il login. La Calcolatrice può essere mantenuta sempre in primo piano sopra le altre finestre per facilitarne l’utilizzo, Microsoft Edge ha ricevuto miglioramenti nella gestione della memoria, Xbox Game Bar supporta widget di terze parti e finalmente sono disponibili le DirectX 12 Ultimate che permetteranno ai developer di utilizzare funzioni quali variable rate shading, mesh shader e ray-tracing per la gioia dei gamer.

L’applicazione Il Tuo Telefono può ora effettuare chiamate dallo smartphone collegato anche dai modelli di PC ARM supportati e sono state introdotte alcune piccole ma piacevoli novità nel Task Manager: è ora possibile, infatti, visualizzare direttamente dal gestore dei processi di Windows 10 la temperatura delle GPU e i dischi vengono correttamente segnalati come HDD o SSD a seconda del tipo. La ricerca di sistema è inoltre stata migliorata per impattare meno sulla CPU e sullo storage e restituire risultati più accurati.

L’aggiornamento non sarà inviato a tutti contemporaneamente, la diffusione avverrà come sempre in modo graduale, ma è possibile controllare manualmente la sua disponibilità andando in Impostazioni > Aggiornamenti e Sicurezza > Aggiornamento di Windows.

Questa chiavetta contenente l’installazione di Windows 10 Home 32/64 bit e dotata della licenza per un dispositivo può tornarvi utile per rimettere in sesto il vostro PC: disponibile su Amazon.