Tom's Hardware Italia
Software

Windows 10, meno tempi morti nell’installazione degli update

L'installazione del prossimo update di Windows 10 vi impedirà di usare il computer per 30 minuti. Microsoft ha annunciato che lo Spring Creators Update (o almeno questo è il nome che dovrebbe avere) in arrivo ad aprile ridurrà i tempi morti legati alle operazioni di aggiornamento, grazie alla capacità di svolgere gran parte del processo "dietro le […]

L'installazione del prossimo update di Windows 10 vi impedirà di usare il computer per 30 minuti. Microsoft ha annunciato che lo Spring Creators Update (o almeno questo è il nome che dovrebbe avere) in arrivo ad aprile ridurrà i tempi morti legati alle operazioni di aggiornamento, grazie alla capacità di svolgere gran parte del processo "dietro le quinte".

Cosa significa? Che il tempo totale di installazione rimarrà lo stesso o quasi, ma Windows 10 vi permetterà di continuare a usare il PC più a lungo, senza procedere a riavvii. Si scende quindi a un periodo di inattività di 30 minuti, contro gli 82 minuti del Creators Update dello scorso anno e i 51 minuti dell'ultimo Fall Creators Update.

Windows 10, tutte le novità dell'update di primavera

Per rendere l'esperienza di aggiornamento più indolore possibile, Microsoft ha portato due operazioni "dietro le quinte", permettendo che si svolgano mentre state ancora usando il PC: la preparazione dei vostri contenuti (file e documenti) per la migrazione e la creazione di una cartella temporanea per il nuovo sistema operativo. 

Fortunatamente, assegnando ai due processi una priorità bassa, non dovrebbero esserci impatti sulle prestazioni del vostro PC.