Software

Windows 10 piace ai lettori di Tom’s per la reattività e il menu Start

Windows 10 dovrebbe arrivare entro l'anno, probabilmente tra la fine dell'estate e l'inizio dell'autunno, ma è possibile provarlo già da diversi mesi. Secondo alcuni analisti, complice la possibilità di aggiornare gratuitamente da Windows 7 e 8.1, saranno 350 milioni i PC con Windows 10 entro il primo anno di disponibilità.

Sul finire di gennaio Microsoft ha reso disponibile una nuova versione in via di sviluppo del sistema operativo. Abbiamo quindi colto la palla al balzo per chiedere ai nostri lettori, dopo qualche settimana di prova, quali fossero le novità di Windows 10 presentate più gradite. Ecco i risultati di un sondaggio – effettuato sui nostri canali social – su un campione di circa 1000 votanti.

I risultati del sondaggio – clicca per ingrandire

La caratteristica più apprezzata del sistema operativo è il rinnovato menu Start (236 voti), che è più simile a quello "classico" di Windows 7 anche se con alcuni elementi di novità legati all'integrazione delle Tile. Microsoft ha dimostrato anche in questo caso di aver ascoltato i consigli del pubblico, dopo aver eliminato non solo quel menu, ma addirittura il tasto Start, in Windows 8.

I lettori di Tom's Hardware hanno anche gradito la velocità e la reattività di Windows 10 (232 voti). Si tratta di due aspetti da cui non si può prescindere in epoca moderna e che fortunatamente ritroviamo anche negli OS precedenti di Microsoft. Dopo lo scivolone Windows Vista la casa di Redmond ha imparato la lezione.

Windows 8.1 32 bit Windows 8.1 32 bit
Microsoft Windows 8.1 Pro Microsoft Windows 8.1 Pro

In terza posizione tra le novità più apprezzate troviamo le DirectX 12 (180 voti). Si tratta di una nuova libreria, esclusiva di Windows 10, che consente agli sviluppatori di videogiochi e software di produttività di realizzare contenuti migliori in grado di sfruttare meglio l'hardware.

Le DX12 sono già supportate dalla stragrande maggioranza delle schede video in commercio, anche se alcune caratteristiche avanzate potranno essere gestite interamente solo dalle GPU di nuova generazione. Medaglia di legno per le applicazioni universali (112 voti), un nuovo concetto di app che permetterà agli sviluppatori di coprire con un'unica soluzione più dispositivi, con schermi diversi e modalità d'interazione differente.

Ad esempio un'applicazione universale potrà essere usata bene su un PC con tastiera quanto su un tablet da 7 pollici con il tocco delle dita. Microsoft, per quanto possibile, sta cercando di semplificare la vita agli sviluppatori e agli utenti in modo da avere un ecosistema completo e appagante.

Con 92 voti i lettori di Tom's Hardware testimoniano interesse anche per Cortana, l'assistente vocale che la casa di Redmond porterà in ogni dove. L'obiettivo è rendere la voce un veicolo d'interazione con i computer, consentendo all'utente di porre domande in modo naturale a Cortana per ottenere l'informazione richiesta e molto di più.

Il nuovo browser Spartan e il supporto nativo MKV, FLAC e HEVC sono altre due voci che raccolgono un discreto numero di voti, mentre ad altri punti – certamente di meno appeal ma parte dell'esperienza utente finale – solo pochissimi voti.