Tom's Hardware Italia Tom's Hardware
Software

Windows 10, tutte le novità dell’update di primavera

Nella maggior parte dell'Italia il meteo fa registrare ancora giornate di tipo invernale, ma in casa Microsoft c'è aria di primavera. Entro 2 o 3 settimane al massimo infatti dovrebbe arrivare Spring Creators Update, il quinto aggiornamento di Windows 10, che come sempre porterà con sé diverse novità, per la maggior parte già anticipate nelle diverse build testate dagli insider. Vediamo quali sono le principali.

Fluent Design

Partiamo dall'aspetto estetico, forse quello meno importante da un punto di vista funzionale ma che per primo salta all'occhio. Introdotto con il precedente aggiornamento di fine 2017, Fluent Design è il nuovo linguaggio di Microsoft, non solo per Windows 10 ma per tutti i propri prodotti, comprese le app per Android o l'interfaccia della Xbox.

1521114939 fluent start full

Spring Update dunque porterà avanti la conversione degli elementi grafici dell'interfaccia a questo nuovo linguaggio. Dopo aver introdotto la semitrasparenza con l'effetto Acrylic nel menu start e in diverse app questa volta toccherà alla barra, al browser Edge, al menu delle impostazioni e ad alcuni altri elementi ancora, mentre nello store continuerà l'aggiornamento delle app a tale interfaccia.

Allo stesso modo si diffonderà anche l'altro effetto, Reveal, che sottolinea attivamente i movimenti e le selezioni del cursore attraverso l'interfaccia.

Timeline

Entriamo ora più nel merito delle novità che riguardano la produttività. Una delle novità più attese è la Timeline che, nelle parole di Microsoft, faciliterà l'utente nella gestione delle proprie "attività", termine col quale a Redmond intendono l'insieme di file e app utilizzati nel corso del tempo. Tradotto in parole povere significa che ‎Windows sarà in grado di tenere traccia di quali file avremo aperto e in quali app, attraverso tutti i dispositivi, consentendoci in qualsiasi momento di riprendere quello che stavamo facendo, altrove. Timeline infatti non si limiterà al solo Windows, ma mostrerà ad esempio anche le pagine aperte tramite Edge su dispositivi Android o iOS e consentirà di riprendere su smartphone o tablet un'attività iniziata su desktop o notebook.

1521192307 windows timeline full

L'unico limite è che tale caratteristica funzionerà con le app della Universal Windows Platform, quindi se utilizzate Chrome, Firefox o un altro browser, le pagine aperte non saranno visualizzate nell'elenco.

Edge

Nonostante ormai fonti come StatCounter e W3Counter dimostrino che la quota di mercato del browser Edge sia marginale‎, Microsoft continua alacremente a svilupparne le funzionalità.

Anzitutto Microsoft ha accelerato per quanto riguarda il supporto alle Progressive Web App, che arriveranno nello store già in questo 2018. Si tratta di un interessante "ibrido" tra pagina web e app, in grado di offrire i propri contenuti anche offline, in maniera interattiva e accattivante.

A Redmond inoltre si sono decisi a implementare una funzione di auto-completamento dei dati personali paragonabile a quella offerta ad esempio da Chrome. Novità anche per la modalità lettura, ora più consistente grazie alla stessa visualizzazione per pagine Web, documenti PDF e eBook. La funzione lettura offrirà poi anche una modalità a schermo intero che consente di concentrarsi unicamente sul testo senza distrazioni.

1521114939 fluent start full

Gli utenti poi potranno finalmente silenziare le singole tab e utilizzare le estensioni anche in modalità InPrivate. Non tutti invece saranno contenti del tentativo di "costringere" gli utenti a utilizzare forzatamente Edge. In questi giorni infatti l'ultima build ha introdotto una nuova funzionalità per cui i link esterni presenti nelle mail visualizzate tramite l'app nativa Posta saranno aperti sempre in Edge, anche se come browser predefinito ne avete un altro.

Al momento comunque si tratta solo di un esperimento e se telemetria e soprattutto feedback indicheranno a Microsoft di fare altrimenti, tale funzionalità non vedrà mai la luce nella versione finale dell'aggiornamento. In passato tale atteggiamento ha guadagnato al colosso di Redmond le attenzioni della Comunità Europea per abuso di posizione dominante. Staremo a vedere.

Interessante invece la funzione Near Share, molto simile ad Air Drop di Apple, che consente di condividere i contenuti di app e browser con altri utenti nei paraggi connessi via WiFi.

Privacy

Nell sforzo di rendere sempre più trasparente la propria attività e fornire all'utente più strumenti per gestire la propria privacy, con Spring Update nella pagina Feedback & Diagnostica delle impostazioni per la privacy troveremo il Diagnostic data Viewer, un'app che ci mostrerà in chiaro tutti i dati che stiamo condividendo con Microsoft, consentendoci anche di decidere cosa escludere.

Cortana

L'assistente digitale offrirà probabilmente un'interfaccia ripensata. Più che le funzioni infatti sarà la loro notifica ad essere riorganizzata, sulla base dei dati di telemetria raccolti. L'interfaccia principale dunque non presenterà più l'anteprima di previsioni meteo e articoli suggeriti, attività che saranno spostate nella barra delle notifiche, ma si limiterà a suggerire i suggerimenti sulle attività eseguibili. Viceversa, le attività da riprendere quando ad esempio chiudiamo il notebook e passiamo al desktop, non saranno più segnalate all'interno della barra notifiche ma direttamente nell'interfaccia di Cortana.

Cattura JPG

L'interfaccia Appunti sarà poi completamente riorganizzata e divisa in due aree principali. La prima, ribattezzata Organizer, raccoglierà tutte le voci di calendario e promemoria, attualmente poco visibili. In questa tab troveremo poi anche la voce Collezioni, in cui sarà possibile raccogliere tutto quello che ci incuriosisce mentre navighiamo sul Web, una sorta di "Pinterest" di Microsoft, in cui pinnare ricette, pagine web etc.

Manage Skills invece consentirà di gestire diverse cose, sulla falsa riga di quanto è in grado di fare Amazon Alexa. Sarà possibile ad esempio collegare gli account per l'ascolto di musica come Spotify o Deezer, ma anche quelli legati alle attività sportive, al food delivery e alla smart home.

Accanto a queste aree principali ci saranno poi ovviamente diverse novità minori, come ad esempio la possibilità di utilizzare il drag & drop per i Contatti pinnati sulla taskbar e l'elevazione del limite degli stessi, che passa da 3 a 10. Interessanti novità anche per quanto riguarda la gestione di alcune opzioni dei video HDR direttamente dal pannello delle impostazioni e la possibilità di mettere in pausa gli update, riprendendoli in un secondo momento.


Tom's Consiglia

Se ancora non avete Windows 10, la versione Home a 64 bit si trova scontata del 17% su Amazon.