Software

Windows 10, ultime ore per l’aggiornamento gratuito

Restano solo poche ore per ottenere Windows 10 gratis. Il programma di aggiornamento introdotto l'anno scorso da Microsoft scade infatti domani, 29 luglio 2016, a mezzanotte. Chi ha Windows 7 o una versione successiva e vuole passare gratuitamente a Windows 10 deve quindi farlo entro tale termine.

Successivamente l'aggiornamento a Windows 10 sarà a pagamento, con prezzi che variano secondo la versione scelta. 139 euro per la versione Home e 279 euro per Windows 10 Pro. Aziende che comprano pacchetti specifici avranno come sempre accesso a offerte diverse.  

windows 10

Per quanto riguarda le ragioni per aggiornare o per non farlo, in ultima analisi dipende da ognuno di noi, ma a meno di specifiche incompatibilità hardware o software, sono pochi i motivi per rinunciare a Windows 10. In primo luogo perché è sempre preferibile avere l'ultima versione di un software, almeno in linea di massima.

Perché aggiornare

Le prestazioni del computer restano le stesse che si hanno con versioni precedenti del sistema operativo, o potrebbero anche migliorare. Per chi gioca, la presenza delle DirectX 12 potrebbe da sola giustificare l'update – in effetti le statistiche Steam dicono che la maggior parte dei giocatori ha già aggiornato.

Abbiamo poi, tra le novità, Universal App, Cortana, il browser Edge, un nuovo pannello impostazioni, la funzione Continuum per chi usa Windows 10 Mobile, e un programma di aggiornamenti che dovrebbe garantire una grande longevità a Windows 10. Si è detto, in effetti, che questa sarà l'ultima versione a sé stante del sistema operativo, e che Microsoft lo terrà costantemente aggiornato senza pubblicare nuove versioni future.

Chi ha Windows 8, in particolare, apprezzerà i ritocchi che rendono Windows 10 un sistema operativo più ergonomico su desktop, con il pulsante Avvio o per il fatto che il destkop si adatta automaticamente se sono presenti tastiera e mouse.

Perché non aggiornare

Come accennato, se usate ancora hardware o software che sicuramente non è compatibile con Windows 10, ovviamente è sconsigliabile passare a Windows 10. Sono poi state espresse diverse preoccupazioni relative alla privacy e alla quantità di dati che il computer manda a Microsoft.

Se siete affezionati a Windows Media Center potreste voler conservare quest'applicazione, eliminate in Windows 10, così come le funzioni integrate per riprodurre i DVD. Per molti sono dettagli trascurabili, ma se per voi sono importanti vale la pena di tenerle in considerazione.

Tutti gli articoli dedicati a Windwos 10

Potreste anche non gradire il nuovo sistema di aggiornamenti automatici: per Microsoft questa è una qualità, un sistema che permette di avere Windows 10 sempre aggiornato. Ma sono ancora molte le persone che preferiscono aspettare e tenere gli aggiornamenti sotto controllo. Secondo il contesto, in effetti, un aggiornamento imperfetto può causare parecchi problemi.

Se ne potrebbe parlare a lungo, ma ci limitiamo a quelli che secondo noi sono i punti principali su cui riflettere. Non troppo a lungo però, perché ormai resta davvero poco tempo per avere Windows 10 gratis. 

L'aggiornamento a Windows 10 si può avviare da Windows Update oppure da questa pagina, dove è possibile anche scaricare i file ISO