Software

Windows 11, ecco come verificare se il proprio dispositivo è compatibile

Microsoft sta sperimentando una funzionalità che direbbe agli utenti se il loro dispositivo è pronto per Windows 11, il cui lancio ufficiale è previsto per oggi 5 ottobre. Prima del rollout completo, infatti, alcuni utenti verranno informati nel caso di problemi di compatibilità con il nuovo sistema operativo.

Gli utenti di Windows 10 con PC non supportati vengono informati se i loro dispositivi sono idonei per l’aggiornamento a Windows 11. Il processo per verificare la compatibilità è piuttosto semplice e può essere eseguito visitando Impostazioni > Aggiornamenti e sicurezza > Windows Update.

Come riporta Windows Latest, per verificare la compatibilità, basta fare clic sul pulsante “Verifica aggiornamenti” quando l’aggiornamento di Windows 11 è disponibile nella propria regione. Sui PC non supportati, si riceverà un messaggio diretto in Windows Update che spiega lo stato di compatibilità del PC. In questo caso il PC non è compatibile con Windows 11 e compare il seguente messaggio:

“Questo PC attualmente non soddisfa tutti i requisiti di sistema per Windows 11. Ottieni i dettagli e verifica se ci sono cose che puoi fare nell’app PC Health Check”, si legge nel messaggio di errore.

Photo credits: Windows Latest

Il messaggio include anche un collegamento per scaricare l’app PC Health Check. Se scaricate ed eseguite lo strumento, sarete in grado di scoprire il motivo dietro il blocco dell’aggiornamento. Se avete un PC piuttosto recente, ad esempio, è probabile che l’errore sia riferito al TPM 2.0 non attivo e che scompaia una volta attivata la funzione di sicurezza dal BIOS.

In PC Health Check verranno anche forniti collegamenti ai documenti di supporto per aiutare gli utenti a verificare le specifiche del dispositivo richieste per l’aggiornamento.

Supponendo che il vostro PC sia pronto per l’avventura Windows 11, riceverete il seguente messaggio “Grandi notizie: il tuo PC soddisfa i requisiti minimi di sistema per Windows 11”. Tuttavia, potreste non essere in grado di scaricare l’aggiornamento poiché sarà implementato in più fasi e si prevede un’implementazione più ampia all’inizio del 2022.

Nel messaggio, Microsoft specifica che “i tempi specifici per quando verrà offerto possono variare man mano che lo rendiamo pronto per te”.