Software

Windows 11 gira anche su Pentium 4

Ormai lo sappiamo, i requisiti minimi per installare Windows 11 sono parecchio limitanti: ufficialmente, il nuovo sistema operativo di Microsoft non solo necessita del TPM 2.0, ma è compatibile solamente con CPU Intel Core di ottava generazione e AMD Ryzen di seconda generazione o successive. L’azienda ha esteso in un secondo momento la compatibilità anche a processori Intel Core di settima generazione, ma solamente per includere tra i prodotti idonei all’aggiornamento anche dispositivi come il Surface Studio.

Il modo più semplice per verificare se il vostro PC è compatibile con Windows 11 è usare il programma PC Health Check, che eventualmente indicherà quali sono i motivi per cui non potete installare il nuovo sistema operativo, quantomeno in maniera ufficiale. In caso di incompatibilità infatti, il software vi avvisa che non potrete aggiornare a Windows 11, indicando con un bollino giallo quali componenti del vostro PC non soddisfano i requisiti.

Credit: Carlos S. M. Computers / YouTube

Sebbene i requisiti minimi di Microsoft siano abbastanza stringenti, sono moltissime le testimonianze di utenti che, dopo aver tentato di installare Windows 11 su PC non supportati, si sono ritrovati con un sistema perfettamente funzionante e in grado di ricevere gli aggiornamenti tramite Windows Update, contrariamente a quanto dichiarato inizialmente da Microsoft. C’è perfino chi ha provato a far girare Windows 11 su una CPU del 2007, con risultati forse inaspettati.

Il canale YouTube “Carlos S. M. Computers” ha di recente caricato un video decisamente curioso: eseguendo PC Health Check su un computer con Pentium 4 661 (processore con un solo core a 3,6GHz), la CPU viene indicata come compatibile con Windows 11. Ma non finisce qui: bypassando i controlli su TPM 2.0 e secure boot (qui vi spieghiamo come fare), è effettivamente possibile installare il nuovo Windows, eseguirlo e perfino ricevere gli aggiornamenti. Il sistema non è certo tra i più veloci in circolazione, ma come potete vedere dal video qui sotto, tutto funziona alla perfezione.

L’ipotesi più verosimile è che Microsoft non abbia incluso processori così vecchi nel database di PC Health Check e che l’app, non trovando la CPU nell’elenco dei processori non supportati, la indichi automaticamente come compatibile con Windows 11. Probabilmente Microsoft aggiornerà l’app per includere anche questa famiglia di CPU Intel.