Software

Windows 11, il nuovo Microsoft Store sarà ancora più importante

Il Microsoft Store di Windows 11 diventerà un’unica destinazione per tutto e le nuove regole dello store di applicazioni consentiranno inoltre agli sviluppatori di pubblicare le proprie estensioni Chromium Edge nello store stesso, il che dovrebbe semplificare l’esperienza complessiva di navigazione web su Windows 11.

Su Windows 10, le estensioni Chromium Edge sono offerte tramite lo store di componenti aggiuntivi basato sul web di Microsoft. Durante la conferenza degli sviluppatori, come riferisce Windows Latest, Microsoft ha rivelato che le estensioni che funzioneranno in Edge saranno disponibili anche tramite lo store di applicazioni di Windows 11, quindi tutti coloro che vorranno cercare dei componenti aggiuntivi di terze parti potranno rivolgersi al Microsoft Store.

La nuova visione di Microsoft per il suo negozio è semplice: Windows 11 Store diventa l’unica destinazione per tutte le app e i giochi. Questo include le app Android. In effetti, Microsoft sta cercando di integrare gli app store come Amazon AppStore direttamente nel nuovo Store, quindi ha senso che l’azienda pubblichi in quel luogo anche le sue estensioni.

Tuttavia, non è ancora chiaro come funzionerà la migrazione. È plausibile che Microsoft decida di spostare automaticamente tutte le estensioni nello Store senza richiedere l’intervento degli sviluppatori. Estensioni come Outlook e LastPass per Edge, ad esempio, sono già disponibili nello Store.

Photo Credits: Windows Latest

Microsoft comunque continuerà a mantenere attivo il suo negozio di componenti aggiuntivi web-based. Questo perché l’add-on store raggiungibile tramite browser è l’unico modo per installare le estensioni su Windows 7, macOS o Linux, dove il Microsoft Store non è disponibile.

Oltre a Edge e le sue estensioni, il Microsoft Store in Windows 11 integrerà anche molte altre applicazioni che prima non c’erano. Nella preview build di Windows 11 è già stata inserita l’applicazione OBS Studios, uno dei più popolari strumenti di produttività. Ma sono anche disponibili WinZip, Zoom e altre app desktop. Questo è un ottimo inizio per uno Store che ha lottato sin dai tempi di Windows 8 e non è riuscito ad attrarre grandi nomi a causa delle politiche rigorose di Windows 10. Per fortuna, Microsoft ha finalmente capito il suo errore e ha allentato tutte le politiche chiave.

Entro la fine dell’anno, l’app store aggiornato di Microsoft inizierà a essere distribuito agli utenti di Windows 10 e Windows 11. Su Windows 10, il nuovo store verrà reso disponibile tramite un aggiornamento di Microsoft Store, mentre sarà preinstallato in Windows 11.