Software

Windows 7, Microsoft pronta a sistemare il bug dello sfondo nero

Il 14 gennaio Microsoft ha ufficialmente concluso il supporto esteso a Windows 7, il che significa che il sistema operativo non riceverà più aggiornamenti di sicurezza o funzionalità, a meno che non siate aziende disposte a pagare un’estensione del supporto fino a tre anni (abbonamento ESU).

Poco prima però di “staccare la spina” a Windows 7, Microsoft ha combinato un pasticcio, come abbiamo già raccontato: l’aggiornamento finale ha introdotto infatti un bug con lo sfondo, con molti utenti che hanno visto cambiare il wallpaper in uno sfondo nero. Nero come il nulla, nero come la fine, viene da dire, tanto che sembrava una sorta di “omaggio”.

Dopo l’iniziale sbigottimento da parte degli utenti – che farebbero meglio a passare a Windows 10 per continuare a godere della massima sicurezza -, Microsoft è intervenuta sulla pagina del supporto di Windows 7 spiegando che cosa è avvenuto e come risolvere.

“Dopo aver installato l’update KB4534310, il vostro sfondo del desktop potrebbe apparire nero quando impostato su Allunga”. Tra le soluzioni offerte, la casa di Redmond suggerisce di impostare lo schermo in un’altra modalità – Riempi, Adatta, Affianca, Centra – per sfuggire al problema dello schermo nero.

Non trattandosi però di una soluzione definitiva, Microsoft è pronta ad aggiornare un’ultima volta – salvo nuovi bug… – il PC di chi non è ancora passato a Windows 10 o non ha scelto di sottoscrivere l’abbonamento ESU.

L’update permetterà quindi risolvere il problema dello sfondo nero con l’opzione Allunga selezionata e raggiungerà tanto gli utenti di Windows 7 quanto quelli di Windows Server 2008 R2 SP1.