Software

Windows 8.1 parte bene, arriva la pubblicità martellante

Windows 8.1 piace agli utenti, tanto che nelle prime due settimane di disponibilità ha conquistato una quota di mercato dell'1,72 percento. Per questo a ottobre Windows 8 ha perso 0,49 punti percentuali, passando dal precedente 8,02 percento al 7,49 percento, mentre Windows 8.1 ha guadagnato 0,85 punti percentuali. Nel complesso secondo i dati di Net Application la quota combinata delle due ultime release di Windows è stata pari al 9,25%, in crescita di 0,36 punti percentuali.

I dati di Net Applications relativi a ottobre 2013

Tanto non è bastato però per fermare i consensi per Windows 7, che passa dal 46,39 percento del mese di settembre al 46,42 percento, proseguendo con l'ascesa che aveva caratterizzato anche il mese scorso. Perdono invece terreno le edizioni più datate. In particolare, Windows Vista si contrae dello 0,35% e si ferma a una quota di mercato del 3,63%, mentre tiene duro Windows XP, che perde lo 0,18%, ma mantiene una quota del 31,24%. Di questo passo è evidente come non verranno rispettate le volontà di Microsoft per un calo sotto al 30% prima della fine dell'anno.

Windows si riconferma comunque il primo sistema operativo del mercato, con una quota del 90,66 percento, e per mantenere intatto il suo vantaggio l'azienda di Redmond ha già messo in atto una nuova campagna pubblicitaria volta a spingere non solo Windows 8, ma anche i tablet con il suo sistema operativo. Secondo indiscrezioni trapelate da Winsupersite Microsoft avrebbe infatti in programma una spesa di 405 milioni di dollari, quasi il doppio rispetto ai 241 milioni di dollari stanziati lo scorso anno.

Microsoft investe per spingere le vendite dei tablet con Windows

L'investimento sarebbe così ripartito: 131 milioni di dollari in offerte e incentivi, e il resto (274 milioni di dollari) per il marketing. L'obiettivo ovviamente non è solo quello di spingere Windows 8, ma di conquistare quote nel mercato tablet. Sempre secondo le indiscrezioni, infatti, l'idea sarebbe quella di vendere almeno 16 milioni di tablet Windows nel periodo di Natale.