Software

Windows 8.1 Preview download: ecco le principali novità

Microsoft ha presentato alcune delle novità di Windows 8.1 durante l'evento di apertura della Build 2013, la conferenza che l'azienda dedica agli sviluppatori. Chi volesse toccare con mano la versione di prova del sistema operativo – il cui debutto è atteso in forma gratuita tramite il Windows Store per la fine dell'estate – può andare a questo indirizzo.

Purtroppo il download sarà reso disponibile nei prossimi giorni e non ci sarà la lingua italiana. Previsti invece l'arabo, l'inglese, il cinese semplificato, quello tradizionale, il francese, il tedesco, il giapponese, il coreano, il portoghese, il russo, lo spagnolo, lo svedese e il turco.

Vi consigliamo di leggere le FAQ sul sito di Microsoft, perché non tutti i tablet o PC ibridi sul mercato lo supportano al momento. Si fa riferimento ad esempio ad alcuni problemi con le configurazioni Intel. Inoltre date uno sguardo a questa news. Chi ha una piattaforma AMD sappia che a questo indirizzo trova dei driver Catalyst dedicati al nuovo sistema, mentre Nvidia fa sapere di aver reso disponibile la release 326.01 su Windows Update.

La grande novità è ovviamente il tasto Start, che fa il suo ritorno in veste rinnovata rispetto al passato. Proprio come da previsioni, quando gli utenti si troveranno nella Start Screen o all'interno di un'applicazione Modern UI, il nuovo tasto Start non sarà visibile. Diventerà usabile solo quando l'utente sposterà il cursore del mouse nell'angolo sinistro inferiore. Nella modalità desktop invece lo troverete nel classico posto, ma cliccandoci sopra farete apparire la Start Screen, non un menù "a tendina", che si sovrapporrà allo sfondo del desktop.

Microsoft ha anche aggiunto la possibilità di avviare direttamente al desktop, oppure di accedere senza ulteriori click alla schermata "Apps", dove vedrete un elenco di tutte le applicazioni nel vostro sistema. Si tratta di aggiustamenti applicati sulla base del feedback degli utenti. L'azienda ha integrato la possibilità di creare tile di dimensioni disparate, aggiungendo due grandezze, cioè "molto grande" e "molto piccolo". Inoltre ecco maggiori possibilità di personalizzazione, a partire proprio dallo sfondo della Start Screen.

La casa di Redmond permette ora agli utenti di gestire più applicazioni Modern UI a schermo, affiancandole. Ad esempio durante la conferenza ha mostrato otto applicazioni lungo due schermi. La parola d'ordine in questo caso è "sfruttare meglio lo spazio a disposizione", e lo si fa anche con un miglior supporto alle alte risoluzioni, sempre più comuni anche sui tablet.

Un'altra importante novità è il ruolo più centrale che Bing ha guadagnato nel sistema operativo: ora non è un'opzione di ricerca, ma è la ricerca. Questo permette all'utente di fare ricerche immediate praticamente ovunque, accedere a file sul cloud (l'integrazione di SkyDrive è pervasiva), sul disco oppure fare ricerche su Internet con un'interfaccia in Modern UI (Bing Heroes). Tutto è collegato, interattivo: insomma la ricerca sale di livello. Tra l'altro le API di Bing si aprono agli sviluppatori, che potranno integrare funzioni di ricerca nelle proprie applicazioni.

Grande spazio è stato poi dedicato a tutte le applicazioni: alcune sono state rinnovate, anche in modo pesante (Xbox Music è solo un esempio), sia nella grafica che nelle funzioni, altre sono totalmente nuove. Il Windows Store è stato rivisitato per mettere ancora più al centro le app realizzate dagli sviluppatori, un punto cardine per imporsi soprattutto nel mondo mobile. A tal proposito Microsoft ha lavorato per rendere Windows 8.1 adatto agli schermi da 7 / 8 pollici, ottimizzando anche la tastiera virtuale. Acer con il W3 e altre aziende sono già pronte con tablet di tali dimensioni.

Il colosso statunitense ha anche integrato in Windows 8.1 un'API per la stampa 3D, il che ne fa il sistema operativo ideale per comandare dispositivi come quelli di Makerbot, ad esempio. La casa di Redmond ha inoltre anticipato l'arrivo di Office in versione "Modern UI", senza però parlare di una data di uscita specifica (fissata genericamente per il 2014), e mostrato la versione Alpha di PowerPoint su Windows RT.

Merita una citazione il browser Internet Explorer 11, aggiornato nel cuore, più veloce e compatibile con gli ultimi standard del web grazie a WebGL e l'accelerazione hardware dei video in streaming tramite MPEG Dash. Infine è giusto menzionare Visual Studio 2013, disponibile in versione Preview a questo indirizzo. Gli sviluppatori avranno di che gioire, dato che Windows 8.1 porta in dote oltre 5000 nuove API.

L'impressione, in attesa di una prova diretta, è di trovarci davanti a quello che anche Microsoft ha chiamato "Windows 8 refined", cioè reso più elegante, rifinito in ogni sua parte. L'azienda ha ascoltato i partner e soprattutto gli utenti, tornando sui propri passi con la reintroduzione del tasto Start, o permettendo l'avvio direttamente al desktop.

Per un'azienda che ha l'obiettivo di recuperare terreno in ambito mobile convincendo la grande base installata dei PC ad acquistare tablet e smartphone con i propri sistemi operativi tutte queste scelte rappresentano una bella dimostrazione di umiltà. Allo stesso tempo però Microsoft fa capire ancora una volta che Modern UI è il futuro e in quella direzione sta investendo.

La speranza dell'azienda, sottaciuta ma evidente, è che i correttivi applicati plachino le ire dei vecchi utenti e conquistino le aziende, avvicinando queste due importanti fasce d'utenza alla nuova esperienza, cosicché in futuro, in caso di cambiamenti anche drastici, il passaggio risulti il meno doloroso possibile. Strategia giusta e astuta, "prima la carota e poi il bastone". A pancia piena si digerisce qualsiasi cosa.