Software

Windows 8.1 senza tasto Start con StartIsGone

Windows 8 sta iniziando a diffondersi, come dimostrato dai recenti dati di Net Applications. Merito delle migliorie di Windows 8.1, il sistema operativo che da metà ottobre sarà disponibile sul Windows Store gratis? Forse sì, ma non tutti aspettano la nuova versione per le stesse ragioni.

Per mesi abbiamo scritto di molti utenti arrabbiati per l'assenza del tasto Start, un classico di tutte le versioni di Windows dal 1995. Microsoft ha ascoltato le lamentele e ha cercato di reintrodurre l'amato tasto in Windows 8.1, anche se con qualche differenza nel funzionamento (Windows 8.1, viaggio nel futuro prossimo di Microsoft). Tutti felici quindi? No, perché ci sono persone che non amano la scelta della casa di Redmond.

Tra queste c'è Sergey Tkachenko, che ha realizzato un programma chiamato "StartIsGone" per disabilitare l'attesa "novità" di Windows 8.1 – sia a 32 sia a 64 bit. Sì, avete letto bene, c'è chi si è preso la briga di fare un software simile, dopo le innumerevoli soluzioni per inserirlo in Windows (Star8, Pokki e simili). Evidentemente ha "fiutato" l'esistenza di una certo pubblico.

Sul sito Winaero non solo è possibile scaricare il programmino, ma anche leggere le motivazioni di Sergey. "Dopo l'uscita di Windows 8.1 (la beta è scaricabile da mesi, ndr) ho trovato il tasto Start inutile. Seriamente, non vedo problemi a non avere quel tasto nella taskbar. A me manca il vecchio menù Start, il menu! Un solo tasto non può ripristinare la vecchia esperienza utente. Perciò ho deciso di ristabilire il comportamento di Windows 8".

StartIsGone è freeware, e non richiede installazione o .NET Framework, ma è un'applicazione che si piazza nella "tray icon" con alcune opzioni contestuali. "Spuntate Run at Startup (Esegui all'avvio) e il tasto Start sarà rimosso ogni volta che vedrete il vostro desktop", si legge sul sito web.

Insomma, la sintesi è questa: Sergey non voleva un tasto Start a metà, ma proprio tutto il vecchio "meccanismo", con tanto di menù. Microsoft, come abbiamo spiegato in questo articolo, ha spinto per una soluzione ibrida, in modo da spingere l'uso della nuova interfaccia Modern UI. Alcuni utenti non sono soddisfatti neanche del compromesso, e quindi "tanto vale usare Windows 8.1 come Windows 8". Voi da che parte state?