Storage

Workstation: un mercato quasi da record alla faccia dei PC

Come va il mercato delle workstation? Alla grandissima. Secondo Jon Peddie Research (JPR) con oltre 973mila unità distribuite nel terzo trimestre siamo vicini al record di 1 milione di unità registrato nello stesso periodo del 2011. L'industria è cresciuta del 3,6% rispetto al trimestre precedente, laddove solitamente in questo periodo si registra un calo. "Le workstation non sono PC; le prestazioni dei rispettivi settori sono su trend molto differenti", ha affermato l'analista Alex Herrera.

JPR sottolinea che mentre nel settore consumer le persone stanno passando in massa ai tablet e agli smartphone, saltando l'acquisto di un PC o ritardandone il rinnovamento, nell'ambito professionale le cose vanno diversamente perché "tablet e smartphone non possono rappresentare un possibile sostituto di una workstation".

Il trend di crescita, secondo gli analisti, dovremmo protrarsi nel tempo. "Le applicazioni professionali sono differenti. La domanda su dati, capacità di calcolo e potenza di visualizzazione è insaziabile. Non c'è un livello prestazionale che si può catalogare come sufficiente, quindi ogni nuova generazione di soluzioni di calcolo e tecnologia di rendering è rapidamente adottata".

HP ha mantenuto la sua posizione di leader nel mercato mondiale delle workstation, con una quota nel trimestre del 41,9%. Dell si è fermata al 32%, mentre Fujitsu è al 3,7%, raccolto principalmente in EMEA e Giappone. C'è però da sottolineare che c'è un quarto attore che sta crescendo, ed è la cinese Lenovo, peraltro l'unica in grande spolvero nel settore PC. L'azienda ha catalizzato il 13,7% delle consegne nel trimestre.

Per quanto riguarda i produttori di chip grafici dedicati alle workstation si registrano consegne totali pari a 1,3 milioni di GPU nel terzo trimestre, tra moduli mobile e schede per sistemi desktop. Si tratta di un passo avanti importante, un +19,7% su base annua. Non sappiamo quali siano al momento le quote dei due produttori, ma non molto tempo fa AMD ha fatto intuire di avere piani di conquista di quote di mercato. Colpirà nel segno?