Stampanti

Xerox pronta a tutto per HP, ma il cammino è impervio

Xerox è seriamente intenzionata ad acquisire HP e per questo, stando alle indiscrezioni raccolte da Bloomberg, è pronta a giocarsi ogni carta. L’azienda avrebbe aperto alla reciproca possibilità di analizzare i libri contabili per un mese. 

Xerox è disposta a offrire a HP ben quattro settimane di due diligence reciproca, in modo che le due aziende possano ponderare attentamente l’intesa nella sua interezza, ad esempio anche i possibili risparmi dovuti a sinergie ed efficienze.

Difficile dire se questa mossa porterà HP ad accettare le lusinghe di Xerox. Fonti vicine all’operazione affermano che HP aveva offerto a Xerox di siglare un accordo di non divulgazione a settembre, in genere un presupposto in vista della due diligence, ma fu rifiutato.

Stando alle fonti ascoltate da Bloomberg, sebbene sia HP che Xerox abbiano riconosciuto privatamente che esiste una logica alla base della fusione, ci sono divergenze potenzialmente insormontabili su chi dovrebbe essere l’acquirente e chi il venditore, quale team dovrebbe gestire la nuova società e quale delle due realtà avrebbe un business più in salute.

Xerox, che aveva un valore di mercato di circa 8 miliardi di dollari alla chiusura delle borse martedì scorso, ha intenzione di acquisire e gestire HP, un’azienda che aveva un valore di 27,3 miliardi di dollari prima delle notizie sul potenziale affare. L’offerta di 22 dollari per azione avanzata rappresenta un premio di circa il 20% rispetto alla chiusura delle azioni HP martedì scorso. La banca d’affari Citigroup avrebbe accettato di fornire a Xerox i capitali per l’operazione. Si parla di un debito di almeno 20 miliardi di dollari.

HP e Xerox si trovano in un momento complicato delle rispettive storie, con un segmento della stampa in ambito consumer e aziendale in difficoltà, con entrate in calo. HP inoltre ha a che fare con un mercato PC stagnante. Come già riportato, il nuovo amministratore delegato di HP, Enrique Lores, ha risposto alla situazione annunciando una ristrutturazione che potrebbe tagliare fino al 16% della forza lavoro entro la fine dell’anno fiscale 2022.

Xerox ha dichiarato che prevede di tagliare 640 milioni di dollari di spese quest’anno. Secondo Xerox, una fusione con HP potrebbe generare efficienze per 2 miliardi di dollari. Dopo la scissione dalla divisione server (HPE) nel 2015, HP ha evitato grandi fusioni e acquisizioni, ma ha acquistato per 1,05 miliardi di dollari la divisione stampa di Samsung Electronics al fine di rafforzare la propria posizione in un mercato da 55 miliardi di dollari.