HTC Vive Standalone, visore VR con Snapdragon 835

Una versione di HTC Vive basata su Snapdragon 835 e standalone, vale a dire che si usa senza un PC e quindi senza i relativi cavi. È quello che ha annunciato HTC qualche ora fa, per il momento esclusivamente per il mercato cinese. Se l'esperimento funzionerà, però, è lecito supporre che vedremo questo prodotto anche in altre parti del mondo.

Il nuovo HTC Vive è un HMD (Head Mounted Display) di alta qualità, non troppo diverso dal Google Daydream o dal progetto congiuto tra Oculus e Xiaomi. Vale a dire un visore da indossare più o meno come un paio di occhiali, e da usare per guadare video (normali o 360), interagire con ambienti virtuali e giocare con videogiochi VR. Qualcosa di simile al Glyph che abbiamo provato di recente.

HTC dunque cerca di espandere la propria presenza nel settore, grazie alla VR "senza PC" dopo essersi costruita una posizione solida con l'HTC Vive e i relativi accessori - fermo restando che il relativo mercato non è particolarmente grande.

aHR0cDovL21lZGlhLmJlc3RvZm1pY3JvLmNvbS9UL0kvNjk3MDE0L29yaWdpbmFsL0NhcHRpb24tVklWRS1TdGFuZGFsb25lLVZSLWhlYWRzZXQtZGVzaWduZWQtZm9yLXRoZS1DaGluZXNlLW1hcmtldC1hbmQuLi4uanBn

Sicuramente la scelta della Cina come primo mercato dove proporre questa novità ha molto senso, come nota il presidente regionale di Vive (una divisione di HTC), Alvin W. Graylin.  

"La Cina è il mercato mobile leader nel mondo oggi, e ha la forza per trainare anche il mercato VR globale. Formare un'alleanza con Qualcomm per creare un sistema Vive VR semplice da usare ed economico ci permetterà di rendere la VR di qualità accessibile a molte persone in Cina".

L'obiettivo è dunque creare un pubblico il più numeroso possibile, condizione sine qua non costruire poi un business redditizio che potrebbe avere effetti positivi anche sulla VR per PC. Se la strategia è chiara, lo sono meno i dettagli riguardo al prodotto.

aHR0cDovL21lZGlhLmJlc3RvZm1pY3JvLmNvbS9UL0ovNjk3MDE1L29yaWdpbmFsL3ZpdmUtaGVhZHNldC5KUEc=

HTC ha mostrato solo un'immagine, più che altro evocativa, e per ora non si sa nulla di più. Gli sviluppatori però possono già registrarsi se vogliono essere tra i primi a proporre applicazioni specifiche per il nuovo visore.


Tom's Consiglia

Se hai uno smartphone Samsung puoi provare la realtà virtuale con il Samsung Gear VR.

 

Pubblicità

AREE TEMATICHE