Huawei MateBook X Pro è veramente bello!

Huawei ha svelato qualche ora fa le novità del Mobile World Congress 2018, e la quella più interessante è stata, senza dubbio, il nuovo Notebook MateBook X Pro. Ci siamo avventati sul prodotto nell'area demo subito dopo la presentazione e lo abbiamo usato per circa un'ora, ed è veramente fantastico!

Certo, un'ora non è sufficiente per farci un'idea completa, non possiamo dirvi nulla sull'autonomia e non abbiamo nemmeno analizzato lo schermo con un colorimetro, ad esempio, perciò questo non è il nostro giudizio definitivo, ma sappiate che per ora ci ha colpito molto.

Prima di raccontarvi meglio la nostra esperienza, è doveroso fare un parallelo con Apple - dopotutto è Huawei stessa che lo fa. Durante la presentazione alcune caratteristiche sono state chiaramente "prese in prestito" dai  MacBook. Ad esempio il tasto di accensione che è anche il lettore d'impronte digitali, o il touchpad maggiorato che copre la maggior superficie possibile sotto alla tastiera, o anche le porte Thunderbolt / USB-C nei bordi, o il "Huawei Share", che è chiaramente una sorta di AirDrop che permette di trasferire i file tra uno smartphone e il MateBook X Pro, in maniera semplice ed immediata.

Detto questo, solo per dovere di cronaca, possiamo anche aggiungere: Huawei ha fatto bene. Se qualcosa funziona, non usarlo, o farlo diversamente perché qualcuno l'ha già fatto prima non è intelligente, piuttosto è un'occasione persa. Infatti tutte queste novità per Huawei, all'interno di un ecosistema Windows, funzionano molto bene.

MVIMG 20180225 152545

Lo schermo è l'elemento che più salta all'occhio. Con una diagonale di 13.9" formato 3:2, e una riduzione massima delle cornici che porta a un rapporto tra corpo e schermo pari al 91%, è veramente impressionante da vedere. Tutti gli altri notebook concorrenti, come X1 Carbon o XPS 13, non raggiungono un tale risultato. Inoltre sembra abbastanza luminoso da comportarsi bene anche in condizioni di luce ambientale forte, e nonostante la copertura sia in vetro, la visibilità rimane buona.

L'ingombro generale è probabilmente il meglio che si possa chiedere, anche perché racchiude in dimensioni da 13" un monitor da quasi 14". Spessore minimo, peso di poco più di 1 kg, alimentatore piccolo, potrete trasportarlo ovunque e con poco sforzo.

MVIMG 20180225 152550

La tastiera è ottima, quanto quella del MateBook X, è completa e con dei tasti ad isola spaziati il giusto. L'attivazione è morbida, ma abbastanza corta da essere precisa. Simile a quella dei MacBook di vecchia generazione. Il touchpad ingrandito funziona bene, e in qualche modo aiuta a usare le gesture di Windows 10, cosa non certo scontata.

Se poi vorrete, potrete usare anche il touchscreen: in questo caso non è una funzione che personalmente ritengo utile, soprattutto su un prodotto del genere il cui schermo non s'inclina più di 130° circa. Tuttavia, siccome non compromette il design o la qualità dello schermo, non rappresenta un problema.

MVIMG 20180225 152733
MVIMG 20180225 152728

Colpo di genio per quanto riguarda il posizionamento della webcam, infilata sotto un tasto funzione, al centro della tastiera. Basta premerlo e si alzerà svelando la webcam. Questa soluzione è l'ideale per due motivi: ha permesso di aumentare il rapporto corpo/schermo e sarà amata da tutti coloro che temono per la propria privacy. Vedo sempre più spesso pezzi di nastro adesivo che coprono le webcam, in questo caso non ce ne sarà bisogno.

La dotazione di connettori è limitata a due USB-C / Thunderbolt e una USB 3.0. Non è molto, ma è quello che serve. Si può convivere con un adattatore nello zaino. Qualcuno non la penserà così ma non cambierò idea, dato che sono ormai mesi che lo provo sulla mia pelle. Certo è un po' meno comodo, gli adattatori rappresentano un costo aggiuntivo, ma non si può castigare un notebook perché non ha 4 porte USB, HDMI ed Ethernet. Sarebbe bello avere tutto, ma non è possibile, almeno non per ora.

MVIMG 20180225 152901

Facciamo infine una valutazione sul prezzo. La versione base, con Core i5, 8 GB di memoria RAM e 256 GB di SSD costerà 1499 euro, mentre sono previste altre due versioni con Core i7 (tutti di 8° generazione), 8 GB di memoria e 512 GB a 1699 euro e Core i7 / 16 GB / 512 GB a 1899 euro.

Durante l'evento abbiamo fatto due chiacchiere con Ettore Patriarca, Direttore Marketing di Huawei Italia, che ci ha confermato che non tutti i modelli arriveranno in Italia. Per giugno, quando dovrebbe essere disponibile, avranno deciso quale, o quali modelli vendere.

La versione base offre già buone caratteristiche, idonee per la maggior parte degli utenti, soprattutto considerando l'anima nomadica del prodotto. Anche se forse la versione intermedia, che poi sul mercato potrebbe posizionarsi a un prezzo di circa 1500 euro, se non meno, è la più desiderabile.

Ad ogni modo, il potenziale di questo nuovo MateBook X Pro è enorme, il prodotto è fatto bene, lo si vede, lo si sente. É molto bello e ha tutto quello che si può desiderare da un ultra-compatto.

Il prezzo è giusto; non rappresenta l'affare della vita, ma considerando i prodotti con cui si va a scontrare non possiamo dire diversamente. Certo a qualcuno sarà già venuto in mente Xiaomi, ma al momento i prodotti non si possono ancora confrontare, sia tecnicamente, sia soprattutto in termini di distribuzione e garanzia, ma questa è un'altra storia.

Non vediamo l'ora di provarlo approfonditamente così da valutare gli aspetti mancanti e usarlo per un paio di settimane, per confermare, o meno, tutto quanto detto.

Pubblicità

AREE TEMATICHE

Evento

Vuoi sapere di più su #MWC 2018? Guarda la nostra pagina dedicata!