Questa testata è partner di La Repubblica e contribuisce alla sua audience
Hot topics:
News su Guide ai regali di Natale
3 minuti

Hyundai Ioniq sfida la Prius con due modalità ibride

Hyundai propone un'antagonista alla Prius di Toyota. È la Hyundai Ioniq, un'auto che potremo scegliere in tre diverse varianti per meglio soddisfare le esigenze di ognuno. Una di esse è completamente elettrica, con un'autonomia di 250 chilometri.

Hyundai Ioniq sfida la Prius con due modalità ibride

Hyundai ha mostrato al Salone dell'Auto di Ginevra la nuova Ioniq, un'auto ibrida che punta a competere direttamente con la Prius, il modello Toyota che rappresenta l'auto ibrida per antonomasia. La multinazionale coreana prova a differenziarsi con un approccio che prevede tre diverse modalità di funzionamento.

La nuova Hyundai Ioniq infatti può funzionare in modalità ibrida "classica", quindi motore a combustione ed elettrico, ibrida plug-in o completamente elettrico, da scegliere al momento dell'acquisto. Sono tre varianti della stessa auto, quindi, con le quali Hyundai spera di raggiungere un pubblico più vasto.

ioniq 5

La prima modalità è nota, e prevede una batteria relativamente piccola che si ricarica durante la marcia (in fase di frenata). Il motore elettrico è da 32 Kw (43,5 CV) e 147 Nm di coppia, con un pack di batterie da 1,56 KWh.

  Batteria Motore Elettrico Motore Benzina
Ibrida 1,56 kWh 43,5 CV 1.6, 105 CV
Ibrida plug-in 8,9 kWh 61 CV 1.6, 105 CV
Elettrica 28 kWh 120 CV -

La versione hybrid plug-in invece ha una batteria più grande (8,9 KWh) che si si carica con un cavo, a casa o presso una stazione apposita, ed è priva di meccanismi di ricarica interni all'auto. Si hanno a disposizione circa 50 Km prima di dover ricorrere al motore a benzina.  Il motore elettrico in questo caso è da 45 KWh (61 CV).

In entrambi i casi il motore a benzina è un 1,6 litri da 105 CV e 147 Nm di coppia, con doppia frizione a sei rapporti.

Infine, la modalità full electric, come il nome fa intuire, ha invece una batteria più grande (28 KWh) che offre un'autonomia pari a circa 250 Km. Non c'è il motore a combustione, mentre quello elettrico è da 88 kW (120 CV) con una coppia di 295 Nm.

Per la ricarica è stato scelto il sistema Combo CCS, quindi ricarica in AC in 4-5 ore, oppure in DC; in questo secondo caso la Ioniq accetta fino a 100 Kw di potenza (se disponibili) e le batterie si ricaricano all'80% in 24 minuti.

All'interno troviamo finiture al passo con i tempi e una plancia pienamente compatibile con CarPlay e Android Auto, servizi TomTom Live. C'è anche una postazione di ricarica wireless per gli smartphone compatibili. Uno schermo da 7 pollici mostra le informazioni di navigazione e quelle multimediali.

story point 3

Presenti all'appello anche molte delle recenti automazioni per l'auto: frenata di emergenza, assistente di corsia, vigilanza dell'angolo morto, cruise control adattivo e rear cross alert - sistema che ci avvisa se qualcuno si sta avvicinando dietro, con una portata maggiore rispetto ai sensori di parcheggio.

I prezzi non sono ancora noti ufficialmente, ma si stima che le prime due versioni dovrebbero costare più o meno quanto una Prius, mentre la versione completamente elettrica dovrebbe aggirarsi intorno ai 40.000 euro. 

Caricatori USB da auto
AUKEY Caricabatteria da auto AUKEY Caricabatteria da auto
  
Anker Caricatore USB da auto 2 porte Anker Caricatore USB da auto 2 porte
  
[Certificato da Apple] USB Caricabatterie da auto [Certificato da Apple] USB Caricabatterie da auto
  

 

Vuoi ricevere aggiornamenti su #Auto e Moto?
Iscriviti alla newsletter!