Questa testata è partner di La Repubblica e contribuisce alla sua audience
Hot topics:
News su Guide ai regali di Natale
22 minuti

I 10 crimini informatici più devastanti del 2015

Il 2015 è stato un anno difficile per gli utenti del Web, ma anche per aziende, agenzie e chiunque altro sia connesso alla Rete. Abbiamo chiesto a un pool di esperti quali sono stati, secondo loro, i crimini informatici dell'anno e la classifica che abbiamo stilato con il loro aiuto è molto interessante.

I 10 crimini informatici più devastanti del 2015

Quando si parla di sicurezza informatica, ormai, non si parla più di uno specifico campo ma di una componente indispensabile che deve entrare nella mentalità di chiunque a prescindere dal settore in cui si opera come azienda o come privato.

Una dimostrazione di quanto sia diventata "trasversale" la necessità di sicurezza informatica la si trova nella grande varietà di crimini che vengono perpetrati ogni giorno con PC o dispositivi mobili.

Apertura
I virus sono solo un aspetto della sicurezza informatica al giorno d'oggi.

I misfatti sono così tanti e così variegati che è difficile stilare una vera e propria classifica dei più pericolosi e abbiamo quindi deciso di coinvolgere chi deve lottare ogni giorno contro questo tipo di minacce, in modo da ricavare direttamente dalle loro impressioni una scala di riferimento pericolosità e diffusione.

Abbiamo chiesto a nove società specializzate in sicurezza informatica di metterci a disposizione i loro ricercatori ed esperti perché ci fornissero una classifica dei loro top 3 attacchi dell'anno, motivandone le scelte.

Il riscontro è stato buono e solo FireEye ha declinato l'invito perché, per policy aziendale, i loro esperti non possono esprimere pubblicamente opinioni.

Incrociando le risposte, abbiamo scoperto che sono piuttosto varie, con alcuni trend che dominano la scena e che non "sveliamo" in anticipo per non rovinare la sorpresa.

La posizione di ogni minaccia o attacco è stata determinata prendendo in considerazione quante volte è stata citata dai vari esperti, in che posizione della loro classifica e, infine, lo scenario generato o dal quale è stata generata.

Il risultato non è completamente asettico, ma anche filtrato da alcune considerazioni personali. Andiamo quindi a vedere quali sono state le minacce e gli attacchi più importanti dell'anno appena trascorso.

facebook

 

Marco Gianola, di Arbor Networks, ha messo al secondo posto della sua personale classifica la minaccia posta da uno degli strumenti più avanzati per darsi al cybercrimine: la famiglia di malware Neverquest.

Sicuramente tra i più avanzati della categoria, questo kit ha colpito in tutto il mondo e vanta una serie di moduli che permettono dedicati a diversi settori.

10 neverquest (2)
Neverquest è uno dei kit malware top del 2015.

Quelli dedicati alle truffe bancarie permettono di introdurre codice malevolo anche in sessioni protette, mentre risulta particolarmente efficace la parte che si occupa di rubare password e altri dati sensibili.

Dal punto di vista tecnico è molto avanzato ed è difficile da fermare perché tutte le comunicazioni tra malware e server di controllo sono crittografate.

A metà del 2015 risultava utilizzato in centinaia di operazioni di infiltrazione, di cui almeno 16 dirette ad aziende italiane.

Per qualche strano motivo, negli ultimi mesi si parla molto poco di lui. Non è chiaro se perché sia stato soppiantato da altri tool, due dei quali troviamo più avanti nella classifica, o se perché il suo codice di camuffamento sia diventato ancora più raffinato e passi spesso inosservato.

Continua a pagina 2
AREE TEMATICHE
Vuoi ricevere aggiornamenti su #Sicurezza?
Iscriviti alla newsletter!