Questa testata è partner di La Repubblica e contribuisce alla sua audience
Hot topics:
News su Guide ai regali di Natale
4 minuti

I nuovi SoC Qualcomm minacciano i top di gamma Android

Qualcomm ha presentato nuovi processori per smartphone di fascia media, e un inedito SoC specificamente progettato per gli smartwatch, vale a dire lo Snapdragon 2100. Per i telefoni, invece, sono i arrivo gli Snapdragon 425, 435 e 625.

I nuovi SoC Qualcomm minacciano i top di gamma Android

Qualcomm ha aggiunto al proprio catalogo tre nuovi processori per smartphone e uno dedicato agli smartwatch e ai dispositivi indossabili. Si tratta degli Snapdragon 425, 435 e 625 per quanto riguarda i telefoni, e dello Snapdragon 2100 per gli indossabili.

I tre nuovi processori per smartphone, come le sigle possono far intuire, sono destinati alla fascia media. Supportano tutti sistemi fotografici a doppia ottica, il Sensor Hub di Android Marshmallow ed LTE con carrier aggregation.

Lo Snapdragon 425 è un quad core Cortex-A52 con GPU Adreno 308, integra un modem LTE X6 (fino a 75 Mbps) e supporta sensori fotografici fino a 15 megapixel. Lo Snapdragon 435 è invece un processore a otto core, sempre Cortex A-53, con grafica Adreno 505, LTE X8 (fino a 300 Mbps in down e 100 Mbps in up); supporta sensori fino a 21 megapixel.

snapdragon 820

Il migliore del gruppo è lo Snapdragon 625, che offre otto core Cortex-A53 come il 435, ma è realizzato a 14 nanometri (FinFET) – ufficialmente i consumi si riducono del 35%. Il modem LTE è un X9, che porta la velocità di upload a 150 Mbps. Supporta sensori fotografici frontali fino a 13 megapixel e posteriori fino a 21 MP, e può gestire la registrazione di video 4K.

Lo Snapdragon 2100 è invece un processore indirizzato a smartwatch, smartband e in generale a dispositivi indossabili con Android Wear. Si va a confrontare con lo Snapdragon 400, un processore per smartphone usato in molti wearable usciti negli ultimi mesi; rispetto ad esso, lo Snapdragon 2100 è più piccolo del 30% e consuma il 25% in meno di energia. Anche in questo caso c'è la piena compatibilità con Sensor Hub. C'è anche la connettività LTE, per chi vorrà creare smartwatch indipendenti dalla connessione con lo smartphone. Questo dettaglio, in particolare, fa coppia con la capacità di fare chiamate che sarà inclusa in Android Wear.

L'azienda fornirà ulteriori dettagli su queste novità nel corso del Mobile World Congress 2016, a Barcellona. Già da ora tuttavia si può intuire che i nuovi processori non faranno che aumentare la pressione sui top di gamma. Oggi prodotti come lo Snapdragon 615, 616, 412, 415 e altri sono il cuore pulsante di smartphone che costano relativamente poco e in cambio offrono molto.

Leggi anche: Top di gamma Android in crisi, assediati da iPhone e marchi cinesi

snapdragon wear layered smartwatch feature

Sono dispositivi come l'Honor 5X, lo OnePlus X, l'Aquaris X5, il Redmi Note 3 e altri. Tutti smartphone che per prezzo sono di fascia media, ma che rappresentano una minaccia diretta ai top di gamma. Questi nuovi SoC Qualcomm non faranno che accentuare ulteriormente il fenomeno, e rendere molto difficile la vita degli imminenti top di gamma. I modelli più costosi sono finiti tra i flop del 2015; non perché siano difettosi, ma perché se ne vendono molto pochi. E per come stanno andando le cose potrebbe accadere la stessa cosa alla fine del 2016.

In altre parole, avremo sempre meno motivi per compare smartphone come Samsung Galaxy S7, LG G5, HTC One (M10), Sony Xperia Z6 e compagnia bella. È infatti queste aziende non puntano più di tanto sulle prestazioni, che nella fascia media sono più che soddisfacenti: questi dispositivi si distinguono per qualità fotografica, design, qualità dei materiali, funzioni aggiuntive. Ma sono cose per cui spendereste più denaro? 

AREE TEMATICHE
Vuoi sapere di più su #MWC 2016? Scopri la nostra pagina dedicata!