Questa testata è partner di La Repubblica e contribuisce alla sua audience
Hot topics:
3 minuti

Il futuro della realtà virtuale passa dal motore Unity

Unity vuole diventare il motore grafico di riferimento per la creazione di contenuti per la realtà virtuale.

Il futuro della realtà virtuale passa dal motore Unity

In queste ore a Hollywood i giganti della tecnologia come Google, Valve e Sony stanno discutendo sul futuro della realtà virtuale al Vision VR/AR Summit 2016, una due giorni d'interventi dedicati a questa nuova tecnologia e alla sua "compagna", la realtà aumentata.

google cardboard

Uno degli annunci più interessanti arriva da Google, che ha deciso di aggiungere il supporto nativo a Cardboard al motore grafico Unity. Questa partnership permetterà di dare agli sviluppatori professionisti nuovi strumenti per la creazione di contenuti, da usare per quello che è diventato velocemente il visore per la realtà virtuale più diffuso al mondo, nonché il più economico.

Gabe Newell, il boss di Valve, non ha potuto partecipare di persona all'evento, ma ha presenziato con un messaggio video in cui ha annunciato, proprio come Google, che SteamVR si aggiungerà alla lista di piattaforme supportate da Unity.

playstation vr

Sony invece ha ricordato al mondo che ci sono 36 milioni di utenti PS4 pronti a entrare nel mondo della realtà virtuale con PlayStation VR. Tutto ciò che dovranno fare gli appassionati sarà acquistare il visore e collegarlo alla console per godersi la realtà virtuale.

L'azienda è consapevole di avere una piattaforma meno potente dei PC gaming di fascia alta, ma crede che il suo asso nella manica sia la possibilità di offrire valide esperienze VR social ai numerosi aficionados di PlayStation sparsi intorno al globo.

Palmer Luckey, fondatore di Oculus VR, ha chiuso la serie d'interventi dando un motivo in più per prenotare il visore Oculus Rift: una prova gratuita di quattro mesi di Unity Pro a tutti gli appassionati che acquisteranno il visore. Un bel regalo, considerando che l'abbonamento costa 75 dollari al mese. L'idea di Luckey è d'incoraggiare più persone possibile a provare gli strumenti di sviluppo di Unity per creare nuovi contenuti adatti alla realtà virtuale.

Come avete intuito Unity si candida a diventare il motore di riferimento per la realtà virtuale, e per questo motivo l'azienda ha deciso di creare Unity VR Scene Editor, uno strumento per la creazione di contenuti VR da usare in un ambiente virtuale. Un'idea simile a quella di Epic con l'Unreal Editor VR, di cui vi abbiamo parlato qualche giorno fa. Vi piacerebbe dare sfogo alla vostra creatività indossando un visore?

AREE TEMATICHE
Vuoi ricevere aggiornamenti su #Realtà virtuale?
Iscriviti alla newsletter!