iMac Pro, 15mila euro per il top, ma il base se la gioca

Come da precedenti annunci, l'iMac Pro è arrivato sullo store di Apple Italia. La casa di Cupertino ha impiegato diversi mesi per mettere a punto il suo nuovo PC desktop all-in-one, presentato in occasione della WWDC dello scorso giugno. L'occasione è dunque buona per scoprire la configurazione e soprattutto i prezzi.

Trattandosi di un prodotto che si rivolge ai professionisti della produzione di contenuti - ma anche a sviluppatori, scienziati, costruttori e altri specialisti - non ci aspettavamo un prezzo modico, e i 5599 euro di partenza dicono già molte cose. Certo, Apple specifica che 1.015 euro circa sono dovuti a IVA e oneri di legge. Ma a noi poco importa, se non per ricordarci quanto lo stato italiano voglia bene ai propri cittadini... Fermo restando il fatto, che se il cliente è davvero un professionista l'IVA può essere ovviamente scaricata.

imac pro 02

Ad ogni modo la consegna è gratuita. Scherzi a parte, con quella cifra cosa vi portate a casa (sono previste 1-2 settimane di attesa per ora)? Dentro l'elegante scocca - bello è bello, niente da dire - troviamo un processore Intel Xeon W con 8 core a 3,2 GHz e Turbo Boost fino a 4,2 GHz, 32 GB di RAM DDR4-2666 ECC, un SSD da 1 TB, una GPU Radeon Pro Vega 56 con 8 GB di memoria HBM2, una porta Ethernet 10Gb, quattro porte Thunderbolt 3 e poi c'è il display Retina 27" con risoluzione 5120x2880 (P3).

L'hardware è decisamente potente, ma per alcuni professionisti sarebbe necessaria una potenza ancora maggiore. E se dovessimo schiacciare sul tasto "Configura"? Abbiamo già paura! Ebbene, Apple propone tre scelte per il processore: uno Xeon W da 10 core, uno da 14 core e uno da 18 core. Il primo aggiunge ai 5599 euro altri 960 euro, il secondo ben 1920 euro e il terzo 2880 euro.

Ah, sia chiaro, siamo degli spendaccioni incalliti e per questo abbiamo deciso d'indebitare le nostre famiglie (o piccole imprese) fino al 2030 selezionando tutti i componenti più costosi. Quindi click sulla CPU da 2880 euro e il prezzo schizza a 8479 euro. Sempre troppo pochi, andiamo avanti.

imac pro 01

Capitolo memoria: 32 GB neanche i "poveracci" ce li hanno (ironic mode on), così puntiamo i 128 GB. Potete scegliere anche 64 GB per 960 euro, ma già che ci siete... beh, altri 2880 euro (ad Apple deve piacere il numero) e finalmente la nostra voglia di mangiare pane e acqua sino al 2030 inizia a essere soddisfatta con un totale che sale a 11.359 euro.

Adesso passiamo all'archiviazione. Un SSD da 1 TB potrebbe starci stretto (sapete, la nostra grande collezione di filmati di farfalle rare...) e allora puntiamo anche qui all'opzione migliore, i 4 TB, che aggiungiamo senza battere ciglio al nostro carrello, per altri 3360 euro e portando il totale a 14.719 euro.

Fatto 30, facciamo 31 e selezioniamo anche la scheda video più potente: la Radeon Pro Vega 64 con 16 GB di memoria HBM2. Altri 720 euro e arriviamo a 15.439 euro. Questo il prezzo del mero hardware. Aggiungendo l'accoppiata di periferiche Magic Mouse 2 e Magic Trackpad 2 in grigio siderale si orbita a 15.608 euro.

imac pro 03

Apple poi ti offre la possibilità di comprare un kit adattatore di montaggio VESA a 89 euro e se vuoi ti preinstalla (cosa che implica l'acquisto) anche i software Final Cut Pro X e Logic Pro X rispettivamente a 329,99 euro e 229,99 euro. E così, selezionando anche queste voci restanti, ecco che la spesa arriva a 16.256,98 euro (include l'IVA di 2.931,59 euro) - a cui, se volete, potete sommare l'AppleCare Protection Plan per 179 euro. Potevamo comprarci la nuova Ford Fiesta ma no, non la fanno in grigio siderale, quindi se la tengano.

Ma se facciamo un paragone con un PC workstation?

Mettendo l'ironia da parte, già sentiamo la voce di chi ricorda al mondo intero che si può realizzare un PC più potente spendendo meno, ma non è così vero stavolta, almeno per la configurazione base. Abbiamo fatto un calcolo, optando ovviamente per componenti il più possibile vicine al mondo workstation.

Una CPU Xeon W con 8 core costa circa 1200 euro, per i 32 GB di RAM facciamo 500 euro. Per un SSD 960 Pro da 1TB si spendono circa 550 euro. L'unica Vega professionale di AMD si chiama Radeon Pro WX 9100 (che però ha 64 CU) e non è ancora disponibile in Italia, ma negli States la vendono a 1550 dollari, quindi dato che da noi di solito i prezzi sono simili o maggiori, fissiamo un ipotetico 1700 euro.

E poi ci sarebbe il monitor di altissima qualità che, provando a cercare qualcosa di vagamente analogo nel mercato PC, porterebbe a un esborso di almeno altri 2000 euro circa (e ci teniamo bassi). Nel complesso siamo a circa 5950 euro, ma ci sarebbe poi da fare ulteriori spese, nonché l'assemblaggio.

imac pro 04

Siamo andati a vedere anche i siti di produttori di workstation e il listino del modello base non ci sembra fuori da ogni logica. Apple ricarica qualcosa sulle opzioni, come sempre, ma tutto sommato si mantiene in linea. Bisogna poi tenere conto del fatto che l'azienda mette tutto in un'elegante scocca, quindi ci sono i costi di ingegnerizzazione di cui tenere conto, anche se al consumatore finale potrebbe importare poco. E poi c'è il curato ecosistema con cui molti hanno preso familiarità.

Non vi stiamo dicendo "correte a comprare un iMac Pro", sarebbe sciocco. Anche perché prima di tutto bisognerebbe inquadrare il vero e reale valore di un sistema del genere. Inoltre bisognerebbe testarlo prima di esprimere un giudizio, capendo per esempio come i componenti si comportino dentro quella scocca: il calore potrebbe influire sulle prestazioni, ad esempio. A ogni modo adesso sapete "di che morte dovete morire" se avete necessità di un iMac Pro e la configurazione base, già non per tutti, non vi basta.

Pubblicità

AREE TEMATICHE