Questa testata è partner di La Repubblica e contribuisce alla sua audience
Hot topics:
10 minuti

Intel Core i3, è abbastanza veloce per giocare?

Recensione - Test del Core i3-530 per verificare se è sufficiente per giocare ad alto livello.

Introduzione

Quando parliamo di colli di bottiglia solitamente ci riferiamo a un singolo componente che impedisce al resto del computer di raggiungere il massimo delle prestazioni. Il componente in questione, quando si parla di videogiochi, può essere il processore o la scheda video.

Ad oggi una delle migliori schede in circolazione è la Radeon HD5850, perché rappresenta un ottimo punto di equilibrio tra prestazioni e prezzo. Spendere di più non ha molto senso. La domanda diventa quindi una: quale CPU bisogna scegliere per ottenere il massimo delle prestazioni con questa scheda?

Sarà sufficiente una CPU dual-core o, visto il crescente numero di giochi ottimizzati per il multi-thread, è meglio una CPU triple o quad-core? In che percentuale potrebbe aiutarci l'overclock? Meglio risparmiare sulla CPU e investire in un dissipatore migliore? Rispondendo a queste domande, dovremmo riuscire a risolvere il primo quesito. Abbiamo preso alcune CPU Intel e AMD e iniziato le prove.

Due piattaforme da 350 euro

Il socket LGA 1156 è l'interfaccia più recente per le CPU di fascia media Intel. Supporta le soluzioni Core i3, i5 e i7 compatibili, oltre a un unico processore Pentium pensato per gli OEM. Per rimanere nell'ambito della fascia media abbiamo scelto il processore Core i3 530, che lavora a una frequenza di 2,93 GHz.

Clicca per ingrandire

Nel nostro precedente articolo (Dual-Core, Triple-Core, Quad-Core, qual è il migliore?) avevamo visto che tre core sono molto meglio di due, mentre quattro core forniscono un beneficio ridotto nei videogiochi. Questa osservazione è però antecedente al ritorno dell'Hyper-Threading in casa Intel, che aggiunge un core logico a ogni core fisico delle CPU i3, i5 e i7.

Il Core i3 530 è un dual-core con quattro thread: vedremo se può farci cambiare opinione rispetto a quanto detto in passato.

Abbiamo usato una scheda madre Gigabyte P55-UD3R, che offre una buona stabilità per l'overclock ed è venduta a un prezzo ragionevole.

Clicca per ingrandire

Per verificare quanto scritto in passato abbiamo scelto un processore AMD Phenom II X3 720 da 2,8 GHz. Speravamo che AMD realizzasse un Phenom II X3 735 da 2,9 GHz, ma sappiamo che i Phenom II X3 sono costosi e l'azienda punta sui prodotti Athlon II e Phenom II X4. Non crediamo che questa situazione sia destinata a cambiare nel breve periodo, almeno fino a quando AMD non avrà un buon numero di quad-core difettosi in grado di rendere la produzione di Phenom II X3 economica e sensata.

A differenza di Intel, AMD fornisce una connettività PCI Express (PCIe) 2.0 sufficiente per supportare controller USB 3.0 con bandwidth massimo senza "rubare" linee alle schede video. Abbiamo scelto una scheda madre 890GPA-UD3H, che offre funzionalità comparabili alla soluzione Core i3 ma ha anche il SATA 6Gb/s grazie al nuovo Southbridge SB850 e l'USB 3.0. C'è anche un core grafico integrato, ma fortunatamente non ne abbiamo bisogno.

Clicca per ingrandire

Per quanto riguarda le memorie abbiamo optato per le  Crucial CT25664BA1339, certificate come DDR3-1333 CAS 9, ma capaci di lavorare a CAS 6 alla frequenza certificata e a DDR3-1980 con i timing certificati. Questi moduli usano chip D9KPT che ritroviamo in altre memorie DDR3-1600 concorrenti.

Continua a pagina 2
AREE TEMATICHE
Vuoi ricevere aggiornamenti su #CPU?
Iscriviti alla newsletter!