Hot topics:
6 minuti

Intel Core con Radeon RX Vega M al debutto, tutti i dettagli

Cinque modelli, quattro Core i7 e un Core i5. Questa e altre informazioni sulla nuova CPU ibrida Intel-AMD, il Core di ottava generazione con Radeon RX Vega M Graphics.

Intel Core con Radeon RX Vega M al debutto, tutti i dettagli

Al CES 2018 Intel ha tolto ufficialmente i veli al nuovo processore Core di ottava generazione con GPU dedicata Radeon RX Vega M. La presenza alla manifestazione di Las Vegas era stata annunciata a dicembre, quando Intel confermò l'esistenza del progetto congiunto con la divisione Radeon Technologies Group di AMD, di cui si vociferava da molti mesi.

Il nuovo prodotto mette insieme un processore Core ad alte prestazioni della serie H, High Bandwidth Memory di seconda generazione (HBM2) e una GPU di terze parti dedicata personalizzata per Intel, creata dal Radeon Technologies Group di AMD, il tutto in un singolo package grazie alla tecnologia Embedded Multi-Die Interconnect Bridge (EMIB) di Intel.

A che serve?

Per creare portatili ultrasottili (17 millimetri) ma molto potenti. Con l'arrivo di esperienze sempre più complesse ed esigenti come la realtà virtuale, Intel non vuole lasciare campo libero alla concorrenza, segnatamente Nvidia con il design Max-Q. Conscia di avere una GPU integrata non sempre all'altezza del compito, ha bussato la porta di AMD - ben disposta ad accettare i dollari della rivale - per mettere insieme la nuova soluzione.

core 8th radeon 02

I dettagli tecnici

Il processore è quindi il primo Core di ottava generazione della serie H a raggiungere il mercato (altri ne seguiranno), rappresenta per la prima volta l'uso in ambito consumer dell'interconnessione EMIB, nonché la prima volta che la memoria HBM2 trova spazio in ambito mobile, precisamente nella quantità di 4 GB.

slide 01
Clicca per ingrandire

A proposito del Core, malgrado si parli ottava generazione, sappiate che si tratta di Kaby Lake Refresh e non Coffee Lake. Come spiegato in passato, l'ottava generazione è la prima per Intel in cui c'è un uso di diverse architetture in base all'indirizzo di mercato.

slide 02
Clicca per ingrandire

Intel parla anche di una prima volta per quanto riguarda la condivisione dell'energia da parte di CPU e GPU e la possibilità di overcloccare tutti e tre e componenti principali, dai core del processore alla GPU fino appunta alla memoria HBM. I primi prodotti a implementare questo nuovo tipo di proposta arriveranno nel corso del trimestre da Dell, HP e ovviamente Intel tramite l'offerta NUC (qui tutte le informazioni sui nuovi modelli).

Punto forte del progetto di Intel è la compattezza e lo spessore. Intel afferma che condensando il tutto su un unico package ha ridotto l'ingombro di oltre il 50% (risparmio di 1900 mm2) e ha mantenuto lo spessore a 1,7 mm, in modo da permettere di creare notebook e dispositivi sempre più sottili.

L'interconnessione EMIB permette a GPU Radeon e HBM2 di lavorare di concerto, ma tra la CPU e il core grafico AMD c'è un'interconnessione PCI Express 3.0 x8. Intel indica anche la presenza di altre linee PCIe per l'accesso diretto alla CPU.

L'uso di memoria HBM2 riduce i consumi rispetto alle GDDR5 fino all'80% e la presenza nella CPU Core di ottava generazione di grafica integrata assicura l'accesso a Intel Quick Sync e in totale permette di avere nove uscite video, permettendo ai produttori di dispositivi di creare design altamente flessibili.

slide 03
Clicca per ingrandire

Per mettere a punto una soluzione di questo tipo Intel ha dovuto riporre grande attenzione al comparto energetico. Non c'è solo una CPU con grafica integrata da gestire, ma anche una GPU dedicata e della memoria HBM2. Per questo Intel parla di Dynamic Tuning, una tecnologia che guarda costantemente allo stato di carico di CPU e accoppiata GPU/HBM2, per garantire prestazioni altamente costanti ma un risparmio energetico che l'azienda quantifica fino al 18%.

slide 04
Clicca per ingrandire

Entrando nelle specifiche tecniche, abbiamo una GPU Vega con 20/24 Compute Unit a seconda del modello, fino a 16 render backend e 32/64 pixel per ciclo di clock. Intel cita caratteristiche per la GPU AMD come Asynchronous Dispatch, power gating per ogni Compute Unit, supporto Radeon Shader Intrinsics e Quad Geometry Engines. La GPU Radeon offre capacità di codifica e decodifica 4K a 60 fps con Radeon ReLive e codifica / decodifica HEVC e H.264 HDR.

slide 05
Clicca per ingrandire

La GPU supporta il collegamento di sei schermi fino al 4K tramite interfacce DisplayPort 1.4 con HDR e HDMI 2.0b con supporto HDR10. Ovviamente, come le schede video Radeon RX Vega, anche questa soluzione è completa di supporto Vulkan e DirectX 12. Il bus è a 1024 bit e si collega ai 4 GB di memoria HBM2.

Per quanto riguarda il core grafico integrato nella GPU Intel, c'è il supporto a tre schermi, alla risoluzione 4K e tanto altro. Non manca come scritto prima Quick Sync Video, con capacità di codifica e decodifica VP9 e HEVC 10b e H.264 in hardware.

I modelli

Intel ha creato un totale di cinque modelli, quattro appartenenti alla linea Core i7 (i7-8809G, i7-8709G, i7-8706G, i7-8705G) e uno a quella Core i5 (i5-8305G).

core 8th radeon 01

Due modelli hanno la GPU dedicata AMD più potente con 24 Compute Unit, chiamata Radeon RX Vega M GH. Gli altri tre hanno la variate con 20 Compute Unit chiamata Radeon RX Vega M GL. Tutti i modelli sono quad-core con otto thread, con frequenze variabili. Il modello Core i5 ha 6 MB di cache contro gli 8 MB dei Core i7. Tutte le specifiche le trovate in questa slide con due tabelle:

slide 11

Prestazioni

Intel illustra le prestazioni della nuova rispetto a sistemi vecchi di tre anni. Le slide di seguito sono piuttosto chiare, ma vi invitiamo a prendere i dati con cautela perché non sono di terze parti:

slide 06
Clicca per ingrandire
slide 07
Clicca per ingrandire
slide 08
Clicca per ingrandire
slide 09
Clicca per ingrandire

Da rimarcare solo due aspetti: Intel parla di prestazioni grafiche fino a 1,4 volte maggiori di una GTX 1050 4GB per i modelli con GPU RX Vega M GL meno potente. Si parla invece di prestazioni 1,13 volte superiori a una GTX 1060 6GB Max-Q per la variante RX Vega M GH. In virtù di tali prestazioni sono supportate le esperienze di realtà virtuale come Oculus Rift e Windows Mixed Reality.

slide 10
Clicca per ingrandire

Non solo in notebook e mini PC

I processori Intel Core di ottava generazione con Radeon RX Vega M costituiranno anche la base di servizi di gioco da remoto di Gamestream e Artesyn, in grado di garantire i 1080p a 60 fps.

AREE TEMATICHE
Vuoi sapere di più su #CES 2018? Scopri la nostra pagina dedicata!