Intel dice addio al jack per le cuffie, il futuro è USB-C

Anche Intel vorrebbe eliminare la presa jack da 3,5 mm dagli smartphone, vale a dire il tradizionale connettore per le cuffie, in favore della più moderna USB-C. L'azienda si accoda quindi ad Apple, azienda che ufficialmente non ha ancora fatto nulla – ma sono ormai tante le "indiscrezioni" secondo cui l'iPhone 7 non avrà la presa in questione. Anche la la cinese LeEco ha presentato ben tre nuovi smartphone senza jack da 3,5 mm – che si affidano alla USB-C per ricarica, trasferimento dati e audio cablato.

Quella di Intel però non è un nuovo dispositivo ma una proposta più articolata, che suggerisce di usare USB-C per l'audio su ogni genere di dispositivo, non solo sugli smartphone. Secondo Intel è un passo necessario, quello di rimuovere una delle ultime tecnologie "vecchie" per semplificare l'uso dei dispositivi e garantire una maggiore qualità e versatilità.

usb c audio 678 678x452

Secondo Intel infatti usando USB-C sarà possibile creare cuffie e auricolari con più funzioni, e renderà più semplice l'uso di connessioni multicanale (il jack è solo stereo o mono). USB-C può trasferire l'audio analogico tramite due piedini dedicati, infatti, ma allo stesso tempo offre molte altre connessioni da usare per fare altro.

Intel sta inoltre lavorando alle specifiche di della tecnologia USB-C Digital Audio per l'audio digitale, che sarà compatibile con l'audio USB di generazione precedente. Usando questo tipo di soluzione l'amplificatore e il DAC vanno spostati a valle del dispositivo (nelle cuffie o nell'altoparlante): Intel suggerisce l'uso di unità multi-funzionali per gestire questa e altre incombenze, con compatibilità HDCP per la protezione da copie illegali.

usb c audio 1
usb c audio 2 575px
usb c audio 3 575px
usb c audio 4 575px

Cuffie realizzate in questo modo avrebbero un software aggiornabile, il che è un valore aggiunto, ma sarebbero anche più costose rispetto alle semplici "cuffiette" in commercio oggi. Un dettaglio che farebbe sentire il proprio peso soprattutto sugli accessori più economici.  

usb c audio 678

Che una società come Intel faccia una proposta simile è sicuramente una notizia degna di nota, ma non è detto che avrà successo. I produttori di hardware potrebbero non sentirsi pronti a un cambiamento simile, e di certo sarebbero in molte le persone contrariate. I vantaggi ci sarebbero, certo, ma bisognerebbe comunque procurarsi degli adattatori per continuare a usare gli accessori che già abbiamo. Oppure dovremmo preventivare di cambiarli. E anche se sostituiamo spesso i nostri accessori, a nessuno piace la sensazione di essere obbligati a farlo. 

Pubblicità

AREE TEMATICHE