Intel sconta gli Xeon per combattere le CPU AMD EPYC?

La carenza di CPU e chipset Intel (shortage) è ormai conclamata e tutto il settore, dai partner agli analisti fino ad arrivare ai semplici osservatori, non fa che chiedersi: quanto durerà e quali saranno gli effetti?

C'è chi parla di possibili risvolti positivi sul prezzo delle DRAM e NAND a causa della riduzione della domanda, ma in generale c'è apprensione. Questa è almeno la sensazione che abbiamo maturato parlando con persone di svariate aziende del settore.

Intel è il partner principale di tantissime realtà e i suoi problemi si riflettono su tutto il settore in modo importante. Di primo acchito verrebbe da dire che basterebbe rivolgersi ad AMD per superare l'impasse, ma se da una parte ciò potrebbe essere vero sul lungo periodo, dall'altra è una strada praticabile sì, ma con moderazione.

Per prima cosa sebbene AMD sia cresciuta molto in questi anni, sono ancora in molti a preferire le soluzioni Intel per storia, abitudine e altre considerazioni. E poi se tutti andassero ad aumentare sensibilmente gli ordini di CPU AMD, si creerebbe un'altra situazione critica. Difficilmente la casa di Sunnyvale potrebbe far fronte a un raddoppio della domanda in tempi brevi.

intel chip

Ciò non vuol dire che AMD non abbia un'opportunità importante di aumentare le proprie quote di mercato a scapito di Intel. La casa di Sunnyvale deve cercare di sfruttare il momento e sperare che Intel viva questa situazione il più a lungo possibile.

L'opportunità è ghiotta, anche se Intel non sembra voler rimanere inerte. Mentre negli impianti si lavora per produrre quanti più prodotti a 14 nanometri possibili, sembra che almeno nel comparto server l'azienda stia cercando di rintuzzare l'ascesa di AMD EPYC praticando sconti senza precedenti.

Il sito Servethehome dice di aver appreso da fonti non meglio precisate che "Intel sta finalmente facendo sconti significativi per tenere a bada AMD EPYC". Negli ultimi anni Intel non ha mai dovuto attuare questa politica o se l'ha fatto si è trattato di un'operazione blanda, con cali di prezzo limitati. Gli unici sconti importanti riguardavano gli acquisti in grandi volumi da parte di clienti diretti come Amazon, Google e Facebook per intenderci.

Per tutti gli altri prezzi bloccati o quasi, d'altronde non c'era concorrenza. La prima generazione di AMD EPYC si è però dimostrata competitiva e nei prossimi mesi l'azienda introdurrà la seconda generazione con CPU a 7 nanometri, mettendo ulteriore pressione a Intel.

amd epyc

"Da quello che abbiamo appreso da diversi clienti, gli sconti stanno riguardando quantità ben al di sotto delle 1000 CPU acquistate. Sconti o incentivi stanno raggiungendo percentuali a due cifre. Ad alcuni clienti, se questi dicono che stanno valutando l'acquisto di un AMD EPYC rispetto a uno Xeon, Intel fa più o meno il prezzo del chip AMD".

Secondo Servethehome gli sconti non riguardano i modelli di processori con frequenza ottimizzata, ma le soluzioni classiche con un alto numero di core. "Un fattore chiave (per ottenere sconti, ndr) sembra essere la volontà di un'azienda di adottare AMD EPYC. Il nostro consiglio, se acquistate anche solo 50-100 server, è quello di ottenere una quotazione dal vostro rivenditore per i sistemi EPYC. Sembra si tratti del numero che scatena l'assenso a praticare sconti da parte di Intel".

Leggi anche: Intel fa i conti con AMD EPYC e vuole limitare i danni

Non solo server, per AMD le opportunità riguardano anche l'ambito dei notebook, in cui non è mai riuscita a sfondare finora, e quello desktop, dove invece abbiamo appreso sta raccogliendo ottimi frutti.

Secondo gli analisti di J.P. Morgan i due settori subiranno in pieno l'impatto dei problemi di Intel nel quarto trimestre. Le vendite di PC potrebbero scendere tra il 5% e il 7% nei mesi a venire a causa della scarsa disponibilità di CPU per i sistemi OEM.

"Le nostre conversazioni con i produttori di PC indicano che lo shortage, iniziando in modo contenuto nel terzo trimestre, si è progressivamente aggravato e probabilmente avrà il massimo impatto nel quarto trimestre". Il problema dovrebbe essere, secondo gli analisti, di particolare peso per i "PC consumer di fascia alta, dove usare AMD o le vecchie CPU Intel come sostituti è più difficile".

Pubblicità

AREE TEMATICHE