Hot topics:
7 minuti

iOS 11, ottimizzazione per iPhone e produttività per iPad

In occasione della conferenza di inaugurazione della WWDC 2017, Apple ha annunciato ufficialmente iOS 11. L'azienda di Cupertino sembra essersi concentrata nel far fare un salto di qualità agli iPad in ambito produttivo. L'ottimizzazione è stata invece al centro per gli iPhone.

iOS 11, ottimizzazione per iPhone e produttività per iPad

iOS 11 è stato annunciato ufficialmente. Apple ha svelato la nuova incarnazione del suo sistema operativo per dispositivi mobili in occasione della conferenza di apertura della WWDC 2017. L'azienda di Cupertino ha operato dei miglioramenti mirati, senza stravolgere la base messa in piedi negli ultimi anni.

La produttività negli iPad

I primi a beneficiarne saranno senza dubbio gli iPad. I tablet della mela, pur continuando a primeggiare nel segmento specifico, hanno subito un'importante flessione in questi anni. Una delle criticità individuate, comune un po' a tutti i dispositivi di questa categoria, è sempre stata quella di una produttività limitata, soprattutto rispetto ai 2 in 1 e convertibili Windows.

iOS 11

iOS 11 si muove proprio nella direzione di migliorare nettamente la produttività degli iPad. Per raggiungere questo obiettivo, Apple ha innanzitutto introdotto l'applicazione Files, ovvero una sorta di file manager. Una mancanza spesso avvertita in passato dagli utenti della mela, e che finalmente è stata in parte risolta.

Grazie all'app Files, sarà possibile gestire in maniera più razionale i file, siano essi archiviati localmente o in cloud. È stata introdotta una funzione per il drag 'n drop dei contenuti, con gli utenti che saranno finalmente liberi di trascinare immagini, testi e indirizzi web tra le varie applicazioni. Ma non è tutto.

iOS 11

iOS 11 introduce infatti anche una nuova dock personalizzabile, che fornisce l'accesso alle app e ai documenti più utilizzati. Da sottolineare anche uno switcher ridisegnato, che consentirà di muoversi più agevolmente tra le varie applicazioni utilizzate in modalità Split View o Slide Over. Tutti miglioramenti rivolti alla produttività, che saranno esaltati da una maggiore integrazione di Apple Pencil con il sistema operativo.

Leggi anche: WWDC 2017, tutte le novità software e i nuovi iMac e MacBook

La penna smart dell'azienda di Cupertino consentirà adesso di aggiungere rapidamente appunti o note con la nuova funzione Instant Note, integrata anche nella lock screen. Da sottolineare anche l'introduzione dello scanner di documenti cosi come quello della tastiera QuickType (presente anche sugli iPhone), che velocizza l'accesso a numeri, punteggiatura e simboli.

iOS 11

Tutto dunque ruota attorno alla produttività per gli iPad. Il compito di iOS 11 non sarà semplice, vista la spirale recessiva dell'intero settore tablet. Di contro però bisogna considerare l'ampia offerta strutturata da Apple che, oltre al nuovo iPad Pro 10.5 e alla nuova versione del modello da 12.9 pollici, offre adesso anche l'iPad da 9.7 pollici, il cui street price continua a scendere nei vari store (senza dimenticare ovviamente la gamma Mini).

La battaglia sarà inevitabilmente contro i 2 in 1 Windows, che comunque sembrano mantenere ancora un vantaggio in termini di produttività rispetto agli iPad. iOS 11 potrebbe però rappresentare un primo passo decisivo verso un cambiamento ancora più profondo con le prossime versioni.

Gli iPad che riceveranno iOS 11

  • iPad Pro da 12.9 pollici (prima e seconda generazione)
  • iPad Pro da 10.5 pollici;
  • iPad Pro da 9.7 pollici;
  • iPad Air 2;
  • iPad Air;
  • iPad (quinta generazione)
  • iPad mini 4;
  • iPad mini 3;
  • iPad mini 2.

iOS 11 arriverà in versione definitiva sugli iPad compatibili nel corso dell'autunno. La Developer Preview è già disponibile al download.

L'ottimizzazione degli iPhone

Le novità non mancano ovviamente anche per gli iPhone. Da questo punto di vista, Apple si è concentrata soprattutto sull'ottimizzazione, intesa su diversi livelli del sistema operativo. Anche in questo caso, piccoli ma significativi miglioramenti.

Innanzitutto, iOS 11 introduce il supporto alla codifica HEVC, che consente una migliore compressione video senza perdere in qualità. Discorso analogo per le foto, che potranno contare sulla codifica HEIF al posto di JPEG, che di fatto dimezzerà lo spazio occupato senza differenze qualitative. 

Questo delle nuove codifiche per fotografie e video potrebbe essere un elemento importante per migliorare la gestione delle nuove versioni di iOS da parte delle generazioni più datate di iPhone. Un aspetto che ha spesso rappresentato una criticità in passato, e che potrebbe trovare giovamento a partire da iOS 11.

iOS 11

Il miglioramento delle fotografie rappresenta un elemento centrale. Nell'applicazione Fotocamera è stata introdotta una stabilizzazione più performante e una migliore resa per gli scatti in condizioni di scarsa luminosità. Numerose sono però le novità software.

Arrivano infatti nuovi effetti come "Esposizione Lunga", che consente di catturare il movimento e lo scorrere del tempo. Interessanti anche "Loop", che trasforma una Live Photo in un video loop, e "Rimbalzo", che genera appunto un effetto sulle immagini di ripetazione di uno stesso momento.

iOS 11

Nell'app Foto viene introdotta la funzione Memorie, che consente al software di identificare e categorizzate automaticamente gli eventi più significativi della vita dell'utente. Una possibilità simile a quella vista nella relativa applicazione Google. Tutte possibilità che saranno presenti anche sui tablet della Mela.

Ridisegnato graficamente il Control Center (anche per iPad). I vari toggle sono adesso raggruppati per aree, ed è stato aggiunto anche il tanto atteso collegamento rapido per attivare/disattivare la connessione dati. Piccoli ma significativi miglioramenti, appunto.

iOS 11

Discorso analogo per l'App Store, che ha subito una riorganizzazione e un restyling grafico. Pensiamo, ad esempio, alla creazione di una sezione interamente dedicata ai giochi, che rappresentano la categoria più popolare nel negozio digitale della Mela.

In tal senso, interessante la parte degli aggiornamenti delle applicazioni. La tab apposita permetterà agli utenti di vedere al volo i cambiamenti introdotti per le loro app e i loro giochi con gli ultimi update, mentre la ricerca è stata ottimizzata e include ora i contenuti editoriali delle tab Oggi, Giochi e App. 

iOS 11

Da sottolineare la nuova funzionalità Siri chiamata "Traduzione Istantanea". Questa consentirà di poter chiedere all'assistente la traduzione di una determinata frase in tempo reale. Disponibile inizialmente in tedesco, francese, cinese e proprio l'italiano.

Discorso a parte per la realtà aumentata. Apple introduce infatti una nuova piattaforma per aiutare gli sviluppatori a creare esperienze AR per iPhone e iPad, utilizzando la fotocamera, i processori e i sensori di movimenti integrati nei dispositivi iOS.

iOS 11

ARKit consente agli sviluppatori di sfruttare le tecnologie di computer vision per realizzare contenuti virtuali dettagliati da sovrapporre a scene reali, nella logica di offrire esperienze di gioco interattive, esperienze di shopping più coinvolgenti, esperienze di design industriale e tanto altro.

Leggi anche: Apple, gola profonda in Foxconn svela i prodotti del futuro

Questa potrebbe essere la prima vera mossa verso la presentazione dei tanto chiacchierati visori di realtà aumentata. Ultimamente anche un insider Foxconn si è sbilanciato in tal senso, ammettendo come Apple sia effettivamente a lavoro su questi dispositivi (che comunque non dovrebbero vedere la luce prima del 2019).

iOS 11
Un concept del visore Apple

In ogni caso, iOS 11 rappresenterà per gli iPhone uno step evolutivo probabilmente meno marcato rispetto ad iPad. Apple potrebbe comunque aver mantenuto il riserbo su alcune funzionalità che saranno integrate solo nell'attesissimo iPhone 8.

Tutti dettagli che saranno chiariti nei prossimi mesi. Nel frattempo, iOS 11 su iPhone è disponibile nella prima beta per gli sviluppatori e, ovviamente, sarà rilasciato in via definitiva sempre nel corso dell'autunno.

Gli iPhone che riceveranno iOS 11

  • iPhone 7;
  • iPhone 7 Plus;
  • iPhone 6s;
  • iPhone 6s Plus;
  • iPhone 6;
  • iPhone 6 Plus;
  • iPhone SE;
  • iPhone 5s.

Tom's Consiglia

L'assenza delle porte USB nei nuovi MacBook e MacBook Pro può essere ovviata attraverso un semplice HUB compatibile con USB Type-C.

 

AREE TEMATICHE
Vuoi ricevere aggiornamenti su #Apple?
Iscriviti alla newsletter!