Hot topics:
News su Black Friday 2017
2 minuti

In Islanda il primo impianto a emissioni di CO2 "negative"

In Islanda è stato avviato il primo impianto geotermico di produzione dell'energia che immette nell'aria meno CO2 di quanta ne recuperi, grazie allo speciale modulo di Climateworks.

In Islanda il primo impianto a emissioni di CO2 "negative"

Il riscaldamento globale è ormai sotto gli occhi di tutti noi anche nella vita di tutti i giorni. Per questo i governi, i ricercatori e le aziende dovranno nei prossimi anni pensare a come diminuire le emissioni di Co2. Climateworks ad esempio ha messo a punto un modulo speciale, in grado di recuperare l'anidride carbonica dall'aria. In Islanda è stato inserito in un impianto di produzione energetica di tipo geotermico, in grado di recuperare dall'atmosfera più CO2 di quanta ne immetta. È il primo non a emissioni zero, ma addirittura negative.

Come funziona? In pratica il DAC (Direct Air Capture) aspira l'aria circostante e trattiene l'anidride carbonica tramite un filtro speciale.

2

Quando quest'ultimo è saturo di anidride carbonica viene riscaldato tramite gli scarichi della centrale geotermica. In questo modo la CO2 si stacca dal filtro e viene mescolata con acqua. Il composto ottenuto infine viene "iniettato" sotto terra a oltre 700 metri di profondità. Qui infatti si trova uno strato di roccia basaltica che reagirà col composto di acqua e CO2 formando dei minerali. Una soluzione di storage sicura, permanente e soprattutto irreversibile.

L'esperimento rientra nel progetto CarbFix2, che ha ricevuto i fondi dell'Unione europea nell'ambito del programma di ricerca e innovazione Horizon 2020. Il sistema messo a punto da Climateworks è in grado di "ritirare" dall'aria 50 tonnellate di CO2 ogni anno, una quantità ovviamente ancora insufficiente ma che rappresenta comunque un primo significativo passo in avanti.

untitled
Sali di carbonato affioranti su una roccia basaltica

I costi di tali tecnologie sono ancora elevati ma è anche vero che stanno scendendo in maniera assai rapida, consentendo per la prima volta un'applicazione nel mondo reale. Non è difficile immaginare, da qui a qualche altro anno, l'impiego di questi filtri su scala industriale, soprattutto in paesi come la Cina, che potrebbero trarre benefici soprattutto nell'immediato, abbattendo i livelli di CO2 presenti nell'aria.


Tom's Consiglia

Il clima è un argomento complesso. Leggere Storia Culturale del Clima - dall'Era Glaciale al Riscaldamento Globale potrebbe aiutare a capirci qualcosa.

Vuoi ricevere aggiornamenti su #Energia?
Iscriviti alla newsletter!