In Italia strage di smartphone, siamo troppo maldestri

Un italiano su tre ha rotto il suo cellulare negli ultimi due anni, e questo ci mette al secondo posto tra i più maldestri d'Europa. Peggio di noi fanno solo i greci, come certifica la ricerca condotta da Square Trade. Più precisamente, la percentuale di italiani che ha danneggiato il proprio dispositivo almeno una volta raggiunge il 39,8%, mentre in Grecia si arriva al 40%.

La ricerca ha preso in considerazione 18 paesi, tra i quali al terzo posto si piazza la Spagna (38,9%), a fronte di una media europea del 24,3%. I dati ci dicono anche dove si "consuma silenziosa una vera e propria strage di telefonini".

Smartphone rotto

Smartphone

Il primo tra i luoghi del delitto è la casa, dove si verifica il 38% degli incidenti. La camera da letto e la cucina sono i posti più pericolosi per il cellulare. Fuori dalle mura domestiche, un classico è il telefono scordato sul tetto dell'auto (20% degli italiani). Al 17% di noi è capitato invece di far cadere il telefono nel water.

Viene da ridere, ma "il problema è che questa tendenza si traduce poi in costi crescenti di riparazione e sostituzione con tempi di attesa talvolta molto lunghi e disagi considerevoli da sopportare", ha affermato Kevin Gillan, direttore per l'Europa di Square Trade – società specializzata nelle assicurazioni per smartphone e tablet.

Custodia impermeabile antiurto per smartphone Custodia impermeabile antiurto per smartphone
Pneumatico Custodia Silicone Skin Case Pneumatico Custodia Silicone Skin Case
Cover silicone protettiva impermeabile , antiurto Cover silicone protettiva impermeabile , antiurto
Camouflage Antiurto Forte Camouflage Antiurto Forte

Ecco, se qualcuno si fosse chiesto perché in Italia (ma anche altrove) è tanto forte il mito del Nokia 3310 indistruttibile, questo è un indizio interessante. Si potrebbe poi tirare fuori la famosa rispostaccia "lo tieni nel modo sbagliato", ma forse non è il caso d'infierire.

Pubblicità

AREE TEMATICHE