Lenovo Mirage Solo, un visore VR davvero consumer

Un visore VR pensato per la piattaforma Daydream di Google che non necessita dell'inserimento di uno smartphone per funzionare. Questo è Mirage Solo, presentato da Lenovo in occasione del CES di Las Vegas 2018, che si propone di far compiere un passo in avanti alla realtà virtuale in ambito consumer.

Come detto, Lenovo Mirage Solo è un visore standalone, il primo di questo tipo per la piattaforma Daydream. Al suo interno troviamo un SoC Snapdragon 835 VR di Qualcomm accoppiato a 4 GB di RAM, una combinazione che fa subito intuire le potenzialità hardware del dispositivo. Non manca una GPU dedicata che, unitamente alla tecnolgia WorldSense, consentirà di aprire nuovi scenari in ambito gaming.

Immersive VR with Lenovo Mirage Solo with Daydream 3

Attraverso la tecnologia WorldSense è possibile muoversi nello spazio virtuale con la naturalezza del mondo reale, in quanto permette di ottenere un'elevata precisione nel tracciamento e nella mappatura dei movimenti. Senza dimenticare la possibilità di utilizzare il controller Daydream wireless che, come ricorderete, è in grado di adattarsi all'app in esecuzione agevolando l'interazione con la stessa da parte dell'utente.

Leggi anche: Google Daydream, realtà virtuale e aumentata fanno progressi

La scheda tecnica di Mirage Solo si completa con lo schermo integrato da 5,5 pollici QHD (2.560 x 1.440 pixel), realizzato con tecnologia LCD. Google, attraverso il proprio blog ufficiale, parla di uno schermo pensato appositamente per la fruizione dei contenuti in realtà virtuale. Non mancano il Wi-Fi ac Dual-Band, il Bluetooth 5.0, il jack audio da 3.5 mm, oltre che 64 GB di memoria interna espandibili tramite micro-SD. Tutto è alimentato da una batteria integrata da 4.000 mAh.

lenovo Mirage Solo 1

Importante sottolineare l'ingombro tutto sommato ridotto di questo Mirage Solo. Nonostante l'hardware integrato infatti, Lenovo è riuscita a contenere il peso in 645 grammi, con dimensioni generali pari 204.01 x 269.5 x 179.86 mm. Solo una la colorazione disponibile, che l'azienda cinese chiama Moonlight White.

Nessuna notizia ufficiale circa il prezzo di listino. Google parla di una cifra inferiore ai 400 dollari, che sarebbe certamente coerente con la natura consumer di Mirage Solo. Attendiamo comunque conferme su questo aspetto, così come per quanto riguarda le tempistiche di commercializzazione.

lenovo Mirage Solo 4

In ogni caso, accanto a Mirage Solo, Lenovo ha presentato anche la Mirage Camera. Si tratta di una videocamera tascabile che, di fatto, semplifica la tecnologia necessaria per catturare immagini e video in 3D. È equipaggiata con un doppio sensore da 13 MP con obiettivo fisheye e angolo di campio di 180° + 180°, può registrare video fino alla risoluzione 4K a 30 FPS. Tutto è mosso dal SoC Snapdragon 626 accoppiato a 2 GB di RAM e a 16 GB di storage (espandibili tramite micro-SD).

Leggi anche: Lenovo aggiorna i ThinkPad X1 Carbon, Tablet e Yoga

Grazie alla batteria integrata da 2.200 mAh, dovrebbe riuscire a garantire 2 ore continue di registrazione video. Pesa 139 grammi ed ha dimensioni generali pari a 55 x 105 x 22 mm. Le immagini e i video della Lenovo Mirage Camera possono essere caricati sugli account Google Photos e YouTube degli utenti, così da poter essere condivisi o visualizzati tramite un visore Mirage Solo con Daydream o su altri visori VR. Sarà disponibile anche una versione LTE, mentre la relativa app per smartphone sarà installabile sia su Android che su iOS.

lenovo mirage camera front 0

Infine, Lenovo ha alzato il sipario su due nuovi Moto Mod, gli ormai celebri moduli aggiuntivi per gli smartphone dell'azienda cinese. Il primo è stato denominato Vital Moto Mod, e consente di tenere sotto controllo i parametri vitali dell'utente: dal battito cardiaco alla frequenza respiratoria, passando per temperatura interna e pressione sanguigna sistolica e diastolica da un dito. Insomma, un dispositivo davvero interessante per l'espansione dei dispositivi mobili in ambito medico.

moto mod

Il secondo è stato invece denominato Livermorium Slider Keyboard. Consente di dotare il proprio smartphone Moto di una vera e propria tastiera QWERTY a scomparsa. Una soluzione che potrebbe agevolare determinati ambiti di utilizzo dei dispositivi mobili.  Attendiamo notizie per i prezzi di entrambi i Mod.

Pubblicità

AREE TEMATICHE

Evento

Vuoi sapere di più su #CES 2018? Guarda la nostra pagina dedicata!