Hot topics:
6 minuti

LG G6 è ufficiale, il top gamma del riscatto

LG ha alzato ufficialmente il sipario sul G6 al Mobile Word Congress 2017, nuovo smartphone top gamma che ha l'arduo compito di risollevare le sorti della divisione mobile dell'azienda.

LG G6 è ufficiale, il top gamma del riscatto

LG G6 è ufficiale, al Mobile World Congress 2017. Dopo settimane di speculazioni provenienti dalle fonti più disparate, il nuovo smartphone di punta dell'azienda coreana non ha più segreti.

L'obiettivo è quello di riscattare i risultati ottenuti dal G5 che, in parte, hanno contribuito a generare perdite ingenti nella divisione mobile, attestatesi a 223,98 milioni di euro nel solo Q4 2016.

Costruzione e design

Il primo elemento di novità è rappresentato dalla parte costruttiva. LG ha infatti abbandonato il design modulare che, nonostante l'innovatività, non ha mai convinto a pieno sul G5, in relazione soprattutto alle funzionalità degli accessori Friends e ad alcuni problemi di assemblaggio (spesso il modulo esterno, una volta applicato, risultava disallineato con la scocca).

Immagine Corpo G6 2
LG G6


Il G6 può dunque contare su un corpo unibody in alluminio, caratteristica che permette finalmente ad LG di allinearsi con i top gamma dei principali concorrenti. La scocca è interrotta solo sul frame laterale da alcune bande in policarbonato, che nascondono le varie antenne per la connettività. Sparisce la possibilità di rimuovere la batteria, caratteristica presente dai tempi del G3.

La scelta di una scocca unibody ha consentito di poter inserire la certificazione IP68. È possibile immergere il G6 fino ad 1,5 metri di profondità, per un massimo di 30 minuti. Nessun problema, ovviamente, per l'utilizzo sotto la pioggia.

Il grande lavoro in termini costruttivi però si è concentrato sull'ottimizzazione delle cornici. L'azienda coreana sceglie dunque di accodarsi al trend inaugurato dal Mi Mix di Xiaomi a fine 2016, ovvero quello dei display borderless.

Display

Il G6 può contare su uno schermo da ben 5,7 pollici (contro i 5,3 del G5), incastonato però in dimensioni generali simili a quelle predecessore.

L'unità scelta è un pannello IPS LCD caratterizzato da un'inedita risoluzione di 1440 x 2880 pixel, con 565 PPI. Il rapporto di forma è di 18:9, dunque il G6 risulta leggermente più allungato rispetto a quanto si vede normalmente sugli smartphone (in larga parte con rapporto di forma in 16:9).

Ad esaltare l'esperienza visiva ci pensano le tecnologie Dolby Vision ed HDR 10, mutuate dalla divisione di LG che si occupa della realizzazione di televisori. Un connubio già visto, ad esempio, tra gli smartphone Xperia ed i TV Bravia di Sony.

Immagine Corpo G6 3
Infine, la dicitura Full Vision si riferisce al rapporto tra le dimensioni del corpo dello smartphone e quelle del display, che occupa l'80% della superficie della parte frontale. Presente anche la modalità always-on, che consente di visualizzare le informazioni salienti (come ora, data, percentuale batteria e notifiche) senza necessità di accendere lo schermo.


Piattaforma Hardware

Il cuore pulsante del G6 è il SoC Snapdragon 821, caratterizzato da due core Kryo a 2.15 GHz accoppiati a due core Kryo a 1.6 GHz. Si tratta del processore di fascia alta di Qualcomm che ha dominato fra i top gamma della seconda parte del 2016. LG opta dunque per una scelta conservativa, dettata evidentemente anche dalla monopolizzazione dello Snapdragon 835 per le prime settimane di commercializzazione del Galaxy S8.

L'821 ha comunque mostrato performance eccellenti negli scorsi mesi, anche se potrebbe rappresentare una pecca in ottica squisitamente marketing. È coadiuvato da una GPU Adreno 530 e, nel G6, da 4 GB di RAM. Una piattaforma hardware necessaria a supportare il dispendioso display e che dovrebbe garantire prestazioni di alto livello. Aspetti che saranno comunque approfonditi in sede di recensione.

Comparto fotografico

Grande attenzione al comparto fotografico. Sul retro LG posiziona un modulo composto da due sensori: il primo con risoluzione di 13MP ed ottica da 71°, caratterizzato da un'apertura focale f/1.8; il secondo con risoluzione di 13 MP ed ottica da 125°, f/1.8. Il funzionamento è il medesimo del G5 (con una delle due ottiche grandangolare), ed il modulo lavora in accoppiata ad uno stabilizzatore ottico d'immagine su tre assi e ad un Flash LED Dual-Tone. Possibilità di registrazione video fino alla risoluzione 4K a 30 fps.

Memoria e Batteria

LG ha scelto due possibilità per quanto riguarda la memoria d'archiviazione, ovvero 32 o 64 GB, in entrambi i casi espandibile tramite microSD. La batteria da 3.300 mAh non fa gridare al miracolo, considerando la diagonale da 5,7 pollici del display. Volendo fare un paragone, il Mi Note 2 di Xiaomi, con la medesima diagonale, può contare su 4.070 mAh. Un prezzo inevitabile da pagare in relazione alla riduzione delle cornici (e quindi delle dimensioni generali).

Anche in questo caso, occorrerà verificare questi dati sul campo. Un'azienda come Apple ha insegnato come la quantità di milliampere non sia tutto. Non è dunque escluso che il G6 possa avere un'ottima autonomia. Da sottolineare la presenza della ricarica rapida, con la possibilità di raggiungere il 50% in appena 30 minuti.

Software

Il sistema è mosso da Android 7.1 Nougat personalizzato con l'interfaccia proprietaria UX 6.0, basata su tre aspetti chiave, ovvero navigazione web, visione dei contenuti multimediali e gestione delle applicazioni in multitask. Tutto è stato pensato per sfruttare l'ampio display da 5.7 pollici e, soprattutto, il particolare rapporto di forma in 18:9.

Prezzi e dispnibilità

LG G6 sarà disponibile in tre colorazioni: Ice Platinum, Mystic White ed Astro Black. Le due versioni da 32 o 64 GB di memoria interna, saranno ovviamente posizionati a prezzi di listino differenti (non ancora comunicati in via ufficiale, così come la data di disponibilità sul mercato).

LG ripone dunque tutte le proprie speranze nel G6. Durante la presentazione l'azienda coreana ha mostrato i risultati di un'approfondita indagine di mercato relativa alle preferenze degli utenti nel mercato smartphone, così come è stato illustrato il sistema di sicurezza messo a punto per evitare casi analoghi al Galaxy Note 7.

Il dispositivo è stato cucito addosso a questi report, e la speranza è quella di riuscire a recuperare quota mercato nel 2017. Ecco perché il G6 potrebbe essere il top gamma del riscatto.

Caratteristiche tecniche 

  • Display: 5.7 pollici IPS LCD 1440 X 2880, 565 PPI, 18:9
  • SoC: Snapdragon 821 Quad-Core (Dual-Core Kryo 2.15 GHz + Dual-Core Kryo 1.6 GHz)
  • GPU: Adreno 530
  • RAM: 4GB
  • Memoria interna: 32/64GB UFS 2.1 espandibile tramite Micro-SD
  • Fotocamera posteriore: 13MP con angolo di visuale di 75° f/.18 + 13MP con angolo di visuale di 125° f/1.8, OIS (3 assi), Flash LED Dual-Tone
  • Fotocamera anteriore: 5MP con angolo di visuale da 100°
  • Certificazioni: IP68
  • Batteria: 3.300 mAh con Quick Charge
  • OS: Android 7.1 Nougat con UX 6.0
AREE TEMATICHE
Vuoi sapere di più su #MWC 2017? Scopri la nostra pagina dedicata!