Hot topics:
14 minuti

Apple ha presentato OS X Lion, il nuovo sistema operativo per computer portatili e desktop. Sul fronte mobile, ecco iOS 5, con tante nuove funzioni. Tutto però gira intorno ad iCloud, una soluzione che permette di avere i contenuti sincronizzati su Mac e iOS. E iTunes ammicca alla nuvola.

Lion, iOS 5 e iCloud: zampate di Apple ai concorrenti

iOS5: 200 nuove funzioni, alcune in salsa Android

Durante la WWDC Apple ha mostrato un'anteprima di iOS 5, ma prima ha snocciolato alcuni numeri che fanno capire quanto questo ecosistema, creato dall'azienda con l'iPhone e oggi disponibile su tutta la gamma di prodotti mobile - portatili esclusi - sia importante e per questo assolutamente prioritario rispetto a qualsiasi altra cosa.

Finora Apple ha venduto oltre 200 milioni di dispositivi iOS, il che rende il sistema operativo la piattaforma numero uno con oltre il 44 percento del mercato (dati Comscore di aprile). In 14 mesi di disponibilità sono stati venduti oltre 25 milioni di iPad (dato complessivo del primo e secondo modello) e iTunes, con oltre 15 miliardi di canzoni scaricate, è il negozio per la vendita di musica numero uno al mondo.

Sono più di 130 milioni i libri venduti su iBook, oltre 90 mila le app specifiche per iPad. Gli utenti iOS hanno scaricato applicazioni raggiungendo complessivamente i 14 miliardi di download e questo ha permesso ad Apple di distribuire agli sviluppatori più di 2,5 miliardi di dollari. I creatori delle applicazioni incassano il 70 percento da ogni acquisto, lasciando alla casa di Cupertino il 30 percento.

Con iOS 5 Apple vuole catturare nuovo pubblico, migliorando un prodotto di ottimo livello ma non esente da carenze. Steve Jobs e compagni ci provano con 200 nuove funzioni, alcune delle quali vi spieghiamo di seguito.

Il Notification Center raggruppa tutte le notifiche - SMS, chiamate perse, appuntamenti, avvisi delle app, ecc. - in un unico luogo e da qualsiasi punto del sistema. Quando arrivano, le notifiche appaiono per un attimo nella parte superiore dello schermo. Basta scorrere per vedere tutte le notifiche, e con un tap si accede direttamente all'applicazione interessata. Le notifiche appaiono anche sulla schermata di blocco, e anche da qui basta sfiorare per accedere all'app che ha ricevuto la notifica.

Newsstand è un raccoglitore in cui organizzare tutti gli abbonamenti a quotidiani e riviste. Una nuova sezione dell'App Store mostra solo i titoli in abbonamento e permette di trovare quotidiani e riviste. Se l'utente è abbonato, i nuovi numeri appaiono direttamente in Newsstand e vengono aggiornati in automatico e in background, in modo da avere sempre l'ultimo numero.

Safari fa un altro passo avanti con Safari Reader, caratteristica già presente nella versione desktop. Si tratta di una modalità d'uso pensata per la lettura: rimuove tutte le distrazioni e imposta le dimensioni del font più adatte per la pagina web, così gli utenti possono scorrere e leggere la storia che desiderano. 

Collegato a Safari Reader c'è Reading List, una soluzione che consente di salvare gli articoli che si desidera leggere in seguito (sincronizzati in automatico su tutti i dispositivi iOS dell'utente). Infine, ecco il Tabbed Browsing, la navigazione a schede per scorrere tra più pagine web sull'iPad.

Seguendo una strada già imboccata da altri concorrenti, iOS 5 integra Twitter, a tutti i livelli. Si può "tweetare" direttamente da tutte le app compatibili, tra cui Immagini, Fotocamera, Safari, YouTube e Mappe, con un tap. Le nuove API offrono agli sviluppatori di terze parti la possibilità d'inserire questa opzione nelle loro app.

iMessage estende il servizio di messaging dell'iPhone a tutti i dispositivi iOS: iPhone, iPad e iPod touch. Integrato direttamente nell'app Messaggi, iMessage consente d'inviare SMS, foto, video o informazioni di contatto a una persona o a un gruppo di persone su altri dispositivi iOS 5 via Wi-Fi o 3G.

I messaggi vengono trasferiti in automatico a tutti i dispositivi iOS 5 dell'utente, che potrà così proseguire una conversazione dall'iPhone, dall'iPad o dall'iPod touch. iMessage include anche le notifiche di consegna e lettura, indicazione per la digitazione e codifica end-to-end sicura.

L'app Reminders aiuta gli utenti a gestire i propri impegni, a creare e raggruppare le attività correlate, e a impostare avvisi e promemoria basati su orari o luoghi specifici, oltre a priorità e date di scadenza, così da ricordarsi degli impegni in prossimità della scadenza oppure quando si arriva o si parte da una specifica località. I promemoria Reminders possono essere visualizzati anche in iCal e Outlook e vengono aggiornati automaticamente.

Le nuove funzioni delle app Fotocamera e Immagini offrono accesso rapido alla videocamera direttamente dalla schermata di blocco, e per scattare una foto al volo basta usare il tasto del volume. La griglia opzionale aiuta a inquadrare il soggetto, mentre basta un tocco per bloccare la messa a fuoco e l'esposizione. La nuova app Immagini integra alcuni strumenti di editing base, consentendo di tagliare, ruotare, migliorare, rimuovere gli occhi rossi e organizzare le foto in album direttamente dal dispositivo.

Con iOS 5 i dispositivi di Apple diventano "PC Free", ovvero si possono attivare e configurare senza il bisogno di un computer. Gli aggiornamenti software saranno distribuiti "over the air" (OTA) e grazie a Wi-Fi Sync si potranno trasferire ed eseguire il backup dei contenuti in maniera sicura via SSL, sincronizzando in wireless i propri acquisti dal dispositivo alla libreria iTunes.

Game Center consentirà di aggiungere la foto al profilo giocatore, acquistare nuovi titoli direttamente dall'app Game Center e saranno presenti soluzioni per trovare amici e nuovi giochi.

L'applicazione Mail è stata ottimizzata con la possibilità di comporre messaggi usando indirizzi trascinabili, e una nuova barra di formattazione con opzioni come grassetto, corsivo, sottolineato e a capo.

AirPlay Mirroring serve invece per mostrare in wireless tutto ciò che appare sull'iPad 2 direttamente su un televisore HD tramite Apple TV ed ecco una tastiera divisa supportata a livello di sistema per semplificare la digitazione sull'iPad, una soluzione che abbiamo già visto nella recente presentazione di Windows 8.

iOS 5 Beta e il kit SDK sono disponibili da subito per gli iscritti al programma iOS Developer Program, mentre iOS 5 sarà scaricabile come aggiornamento software gratuito per iPhone 4, iPhone 3GS, iPad 2, iPad e iPod touch (terza e quarta generazione) in autunno. Alcune funzioni potrebbero non essere disponibili su tutti i dispositivi.

Tanti utenti Android, ma non solo, troveranno alcune di queste novità familiari. Come spesso accade, nell'industria informatica si "prende spunto" dalle idee altrui. Questo, almeno dal punto di vista di chi vi scrive, non è necessariamente un male se il risultato finale è quello di offrire agli utenti la migliore soluzione per rispondere a una particolare necessità.

Pagina precedente

iCloud, tutti i dati nella nuvola, anche iTunes

Apple ha terminato la conferenza di apertura del WWDC 2011 presentando iCloud. Di questo servizio se ne parlava già da tempo e quindi l'annuncio non sorprende nessuno. A colpire sono invece i contenuti.

iCloud identifica un insieme di nuovi servizi cloud gratuiti che funzionano con le applicazioni di iPhone, iPad, iPod touch, Mac o PC per archiviare in automatico e in wireless i contenuti in iCloud e, sempre in automatico e in wireless, trasmetterli a tutti i propri dispositivi.

Quando si apporta una modifica su uno dei dispositivi, tutti gli altri vengono aggiornati in wireless quasi all'istante.

I servizi iCloud gratuiti includono i precedenti servizi MobileMe (Contatti, Calendario e Mail) - riscritti per funzionare con iCloud. Gli utenti possono condividere calendari con parenti e amici, e l'account Mail push senza pubblicità è ospitato su me.com. La posta in arrivo e le altre caselle vengono aggiornate su tutti i dispositivi iOS e computer dell'utente.

App Store e iBookstore scaricano le app iOS e i libri acquistati su tutti i dispositivi dell'utente e non soltanto su quello con cui sono stati acquistati. Inoltre App Store e iBookstore consentono ora di vedere la cronologia degli acquisti, e toccando l'icona di iCloud si potranno scaricare app e libri su qualsiasi dispositivo iOS (fino a 10 dispositivi) senza costi aggiuntivi.

iCloud Backup esegue il backup automatico dei dispositivi iOS su iCloud ogni giorno via Wi-Fi quando si ricarica il proprio dispositivo iOS. I contenuti salvati possono comprendere la musica, le app e i libri acquistati, le foto e i video nel Rullino, le impostazioni del dispositivo e i dati delle app. Se si cambia dispositivo iOS, basta inserire Apple ID e password durante la configurazione e iCloud ripristinerà il nuovo dispositivo.

iCloud Storage archivia in tutti i documenti creati usando le API iCloud Storage, e li trasferisce in automatico a tutti i dispositivi dell'utente. Quando si modifica un documento su qualsiasi dispositivo, iCloud applica automaticamente le modifiche a tutti gli altri. Le applicazioni Pages, Numbers e Keynote di Apple sono compatibili con iCloud Storage.

Gli utenti hanno a disposizione fino a 5GB di spazio di archiviazione per posta, documenti e backup. L'archiviazione per musica, app e libri acquistati da Apple e quella richiesta da Photo Stream non rientrano in questi 5 GB totali. Gli utenti potranno inoltre comprare ulteriore spazio di archiviazione; maggiori informazioni saranno disponibili quando iCloud sarà disponibile in autunno.

Il servizio Photo Stream di iCloud carica in automatico le foto scattate o importate su un dispositivo e le trasferisce in wireless su tutti gli altri dispositivi e computer. Photo Stream è integrato nell'app Immagini su tutti i dispositivi iOS, in iPhoto sui Mac e nella cartella Immagini su PC.

Per risparmiare spazio, solo le ultime 1000 foto vengono archiviate su ogni dispositivo, così le si può vedere o spostare in un album e conservarle in futuro. Mac e PC archivieranno tutte le foto da Photo Stream, poiché hanno uno spazio maggiore di archiviazione. iCloud archivierà ciascuna foto nella nuvola per 30 giorni, un tempo sufficiente per collegare i propri dispositivi a iCloud e scaricare in automatico gli ultimi scatti da Photo Stream via Wi-Fi.

Infine, ecco iTunes in the Cloud. Questo servizio consente di scaricare la musica precedentemente acquistata in iTunes su tutti i propri dispositivi iOS senza alcun costo aggiuntivo, mentre i nuovi acquisti possono essere scaricati in automatico su tutti i dispositivi.

Inoltre la musica non acquistata da iTunes può usufruire degli stessi vantaggi grazie a iTunes Match, un servizio che sostituisce la musica degli utenti con una versione AAC DRM-free a 256kbps laddove sia possibile abbinarla agli oltre 18 milioni di brani nell'iTunes Store.

iTunes Match sarà disponibile in autunno a un costo annuale di 24,99 dollari (per ora solo negli Stati Uniti). Apple ha già distribuito una versione beta gratuita di iTunes in the Cloud, senza iTunes Match, per utenti iPhone, iPad e iPod touch con iOS 4.3 e, ovviamente, sarà compatibile con i dispositivi dotati di iOS 5.

AREE TEMATICHE
Vuoi ricevere aggiornamenti su #Tablet Android?
Iscriviti alla newsletter!