Hot topics:
3 minuti

MacBook Pro stroncato da Consumer Reports, batteria bocciata

Per la prima volta Consumer Reports, il giornale dell'associazione dei consumatori statunitensi, non ha consigliato l'acquisto di un MacBook Pro. Alla base della decisione ci sarebbero i problemi di autonomia già noti.

MacBook Pro stroncato da Consumer Reports, batteria bocciata

Quella di Consumer Reports - giornale dell'associazione dei consumatori statunitensi - nei confronti dei nuovi MacBook Pro è una bocciatura destinata a fare molto rumore. È la prima volta infatti che un portatile Apple non è consigliato da questa prestigiosa testata. Il problema è legato all'autonomia offerta dalla batteria. Consumer Reports ha testato tutti e tre i nuovi modelli, il 13 pollici senza Touch Bar e i due da 13 e 15 pollici con la Touch Bar e per tutti ha rilevato durate inconsistenti, che variano cioè di molto tra un ciclo e l'altro.

macbook pro touch bar

‎I test sono basati su un utilizzo che cerca di simulare il più possibile quello reale (qui trovate tutti i dettagli). In una ‎serie di tre prove consecutive, il modello da 13 pollici con Touch Bar ha funzionato per 16 ore nella prima prova, 12,75 ore nella seconda e appena 3,75 ore nella terza. Allo stesso modo il modello da 13 pollici senza Touch Bar lha funzionato per 19,5 ore la prima volta e solo per 4,5 ore nella seconda, mentre il 15 pollici è passato da 18,5 a 8 ore. ‎A quanto pare inoltre secondo il giornale anche i recenti aggiornamenti software non hanno aiutato a risolvere il problema.‎

L'inconsistenza nella durata della batteria sembrerebbe comunque essere ben nota, in rete infatti sono tantissimi i report di problemi simili da parte degli utenti. Questo tra l'altro sembra anche essere il motivo per cui a Cupertino hanno deciso di eliminare l'indicazione dell'autonomia residua dall'ultima versione di Mac OS, Sierra.

Un portavoce dell'azienda californiana infatti avrebbe spiegato a Business Insider che: "‎quando combinato con i differenti modi in cui le persone usano i loro Mac durante la giornata, il calcolo della durata residua della batteria, visualizzato come misura temporale, è diventato meno accurato. Con l'ultimo aggiornamento a Sierra, abbiamo quindi deciso di rimuovere l'indicatore del tempo rimanente."‎

Leggi anche: Recensione MacBook Pro 13 (2016)

Secondo quanto spiegato da Apple però il problema sembrerebbe legato alla difficoltà di fare la stima della percentuale di tempo residua, a causa del passaggio continuo dei processori attuali dalla modalità basso consumo a quella alte prestazioni, che manderebbe in tilt il sistema di valutazione, confondendo l'utente.

Tuttavia le misurazioni effettuate da Consumer Reports sono di tipo oggettivo e non sono basate sulle stime del software, suggerendo che i motivi dell'autonomia ballerina starebbero altrove. Voi cosa ne pensate, avete avuto esperienze dirette di questo problema?

AREE TEMATICHE
Vuoi ricevere aggiornamenti su #Mac?
Iscriviti alla newsletter!