Microlino citycar elettrica da 12mila euro ispirata a Isetta

Vi ricordate che auto aveva Steve Urkell, il pasticcione della serie TV anni '90 Otto sotto un tetto (Family Matters)? Era un'Isetta nella versione commercializzata da BMW tra il 1955 e il 1962. Ora quell'auto, inventata in Italia dalla Iso Rivolta e commercializzata tra il 1953 e il 1956 come soluzione di mobilità popolare, rivive nella Microlino, citycar elettrica sviluppata dalla svizzera Micro Mobility System.

Come spesso accade ultimamente con i remake di prodotti di successo del passato, il produttore ha mantenuto inalterate quasi tutte le caratteristiche vincenti del geniale modello originale, riattualizzandole però e rendendo il prodotto più trendy e desiderabile.

it s a 1960 bmw isetta 300 photo u1
La Isetta di Steve

La Microlino dunque riprende sostanzialmente le linee dell'Isetta originale e la doppia colorazione anni '50 della carrozzeria e persino il grande sportello anteriore e la forma a ovetto, con la parte posteriore fortemente rastremata, anche se al posto della monoruota posteriore ora ci sono due ruote gemellate. La Microlino è sempre piccolissima e compatta, misurando appena 2,4 metri di lunghezza (è una due posti secchi) e 1,5 metri in larghezza, tuttavia è alta 1,5 metri e quindi garantisce un'abitabilità tutto sommato confortevole per due persone di statura e stazza media.

042

MicroMobility System però ha rispettato soprattutto l'impostazione di base del motore: se infatti all'epoca la Isetta faceva 100 km utilizzando 3 litri di benzina (ottimo risultato per l'epoca), adesso la Microlino è equipaggiata con un motore elettrico da 15 kW abbinato a batterie agli ioni di litio da 8 o 14,4 kWh che le assicurano rispettivamente un'autonomia massima di circa 120 o 215 km, mentre la velocità di punta raggiungibile è di 90 km/h, con accelerazione da 0 a 50km/h in 5 secondi.

microlino isetta 3 782792

Il prezzo? 12mila euro, non basso in assoluto ma sicuramente allineato a quello delle utilitarie più economiche e inferiore a quello di una Smart, sua competitor naturale.

Pubblicità

AREE TEMATICHE