Questa testata è partner di La Repubblica e contribuisce alla sua audience
Hot topics:
2

Minecraft Pocket Edition 2, la bufala scala le classifiche

Ovviamente non si tratta di un colpo di scena da parte di Mojang. La finta applicazione-truffa è comparsa su App Store ed ha generato talmente tanti introiti da raggiungere la quinta posizione nella classifica delle applicazioni più remunerative del momento.

Minecraft Pocket Edition 2, la bufala scala le classifiche

Minecraft Pocket Edition 2 è la quinta app più remunerativa dell'App Store, ma in realtà il videogioco in questione non è prodotto da Mojang e non ha niente a che fare con la produzione originale della nota software house.

Ovviamente ci troviamo difronte ad un caso di scam: un'applicazione fasulla che sfrutta un nome popolare per far guadagnare grosse somme di denaro ai truffatori. I furbetti che si sono occupati della creazione hanno proposto il finto videogioco allo spropositato prezzo di 10,99 dollari.

Minecraft Pocket Edition 2

In realtà, non è ancora chiaro chi sia il creatore di questa bufala. Sull'App Store compariva il nome di Scott Cawthorn, una storpiatura dell'autore e sviluppatore della saga horror Five Nights at Freddy's. Tuttavia, una volta aperto il videogioco, sullo schermo appare un nuovo nome che non è riconducibile a nessun'altra produzione videoludica: Viktor Todorov. Con tutta probabilità nessuno dei nomi corrisponde a quello del reale sviluppatore con la passione per la truffa.

Anche se viene proposto come il sequel del popolare Minecraft Pocket Edition, il gioco ha un gameplay completamente diverso dallo stile della controparte reale. Il protagonista è Skorpion di Mortal Kombat e l'obiettivo del giocatore è di evitare gli zombie. Ovviamente, trattandosi di una truffa a tutti gli effetti, lo sviluppatore non ha speso tante risorse nella creazione di un gameplay originale che comprendesse elementi e modelli poligonali altrettanto originali.

Il truffatore ha sfruttato il marchio in possesso di Mojang e la software house ha prontamente contattato Apple chiedendo la rimozione dell'applicazione. In una manciata di ore il videogioco fasullo è stato prontamente rimosso dall'App Store.

La creazione e la pubblicazione di cloni è un problema abbastanza noto e diffuso nel settore dei videogiochi mobile, specialmente sul Google Play Store, dove sembra vigere l'anarchia a causa degli scarsi controlli di Google. Ciò che stupisce davvero è che l'applicazione sia approdata su App Store visto il severo controllo di ogni app che l'azienda vanta.

Apple iPhone 6 Apple iPhone 6
  
Apple iPhone 5 Nero Apple iPhone 5 Nero
  
Apple iPhone 5 Bianco Apple iPhone 5 Bianco
  
AREE TEMATICHE
Vuoi ricevere aggiornamenti su #Apple?
Iscriviti alla newsletter!