Questa testata è partner di La Repubblica e contribuisce alla sua audience
Hot topics:
4

Netbook Intel senza ventole, copiano i tablet

Secondo indiscrezioni i netbook basati su piattaforma Cedar Trail-M saranno ultrasottili grazie alla mancanza di ventole per la dissipazione del calore, proprio come i tablet. Inoltre sono previsti display più grandi e soluzioni convertibili. Per gli Ultrabook saranno invece necessarie ventole ultrasottili: i taiwanesi si stanno attrezzando per produrle.

Netbook Intel senza ventole, copiano i tablet

I netbook con piattaforma Cedar Trail-M, che dovrebbero arrivare in commercio a novembre (Netbook Cedar Trail a novembre, senza DirectX 10.1), dovrebbero essere più sottili dei modelli attuali grazie al sistema di raffreddamento passivo, ossia privo di ventole. Il settore in crisi, quindi, potrebbe risorgere grazie a tecnologie costruttive simili a quelle dei tablet.

I netbook con Cedar Trail-M dovrebbero essere sottili e senza ventole, come i tablet

L'idea sembra essere stata di Intel, che avrebbe in mente una serie di cambiamenti da apportare ai netbook per renderli più appetibili al pubblico, pur mantenendo i prezzi invariati. La mancanza di ventole dovrebbe garantire una maggiore silenziosità dei prodotti, oltre a uno spessore ridotto e un'inevitabile quanto apprezzabile riduzione dei consumi.

Secondo il sito Fudzilla queste innovazioni sarebbero possibili proprio grazie ai processori Atom N2800 e N2600 che esordiranno insieme alla piattaforma Cedar Trail-M (Atom Cedar Trail: 2,13 GHz e grafica DirectX 10.1). In entrambi i casi si tratta di CPU dual core basate su processo produttivo a 32 nanometri, dotate di supporto all'Hyper-Threading e di 1 MB di cache. Le differenze tra i due riguardano la frequenza (1,6 e 1,86 GHz) e il TDP (3,5 e 6,5 watt).

Potrebbero arrivare anche netbook convertibili e con display più grandi - Clicca per ingrandire

Inoltre, sembra che Intel stia pensando anche di aumentare l'area di visualizzazione per consentire una maggiore usabilità dei netbook per attività di produttività generale. Tutti i prodotti basati su Cedar Trail-M potrebbero quindi avere pannelli con diagonale superiore ai 10,2 pollici. Non solo: un altro elemento che Intel vorrebbe far entrare in gioco è la varietà, con la presenza di modelli convertibili da netbook a tablet mediante la classica rotazione del display.

Per quanto riguarda i sistemi operativi, invece, oltre a Windows 7 non dovrebbe più essere difficile trovare prodotti con Chrome o MeeGo, per i quali gli Atom di nuova generazione sono stati ottimizzati.

Ultrabook con le ventole, ma ultrasottili

Politiche diametralmente opposte caratterizzeranno invece gli Ultrabook (Ultrabook a meno di 1000 dollari e in fibra di vetro), che stando a quanto pubblicato dal Digitimes dovranno essere dotati di ventole per la dissipazione del calore

Una classica ventola di raffreddamento per notebook - Clicca per ingrandire

Per poter mantenere uno spessore sottile (inferiore a due centimetri secondo i dettami di Intel) però non potranno essere impiegate le classiche ventole per notebook, quindi i produttori si stanno attrezzando per realizzare componenti adeguati. In particolare, le fonti del quotidiano taiwanese riferiscono che le nuove ventole debbano avere uno spessore massimo di 4-5 millimetri, contro quello di 10-12 millimetri dei notebook e di circa 6 millimetri degli attuali netbook.

Esempio di heatpipe in rame

Sembra tuttavia che i produttori di ventole avranno tempo per aggiornarsi: le mini ventole costituiranno a fine anno il 10 percento della produzione, e saliranno al 30-40 percento nel 2012. Attualmente i produttori in grado di realizzare mini ventole compatibili con gli Ultrabook sono Adda, Sunonwealth Electric Machine Industrial, Foxconn Electronics (Hon Hai Precision Industry), Delta Electronics e Forcecon Technology.

Un altro componente che dovrà essere riprogettato è l'heatpipe, ossia il condotto in rame che trasferisce il calore dalla CPU alla ventola di raffreddamento: gli Ultrabook potranno integrare solo modelli con spessore di 2 millimetri identici a quelli che erano presenti nei notebook ultrasottili con i vecchi processori CULV. I principali fornitori di questi componenti saranno la giapponese Furukawa e la taiwanese Chaun-Choung Technology (CCI), oltre alla onnipresente Foxconn.

Continua a pagina 2
AREE TEMATICHE
Vuoi ricevere aggiornamenti su #Notebook?
Iscriviti alla newsletter!