Questa testata è partner di La Repubblica e contribuisce alla sua audience
Hot topics:
3 minuti

Next Generation Apps - Il nuovo trend del 2017

GoodBarber, la piattaforma leader in Europa per la creazione di app, introduce il concept di Next Generation Apps, una combinazione di Progressive Web App e App Native, che insieme si lasciano alle spalle il concetto ormai obsoleto di sito web.

Next Generation Apps - Il nuovo trend del 2017

A pochi giorni dal Technology Hub, la fiera milanese dove ogni anno vengono presentare le tecnologie innovative per il futuro, presentiamo un modo nuovo di concepire la propria identità digitale grazie alle Next Generation Apps.

Apps All Screens

Da 10 anni a questa parte le applicazioni mobile hanno rivoluzionato il modo di interfacciarsi al web. Lo spazio limitato e la navigazione touch hanno spinto i designer a inventare una nuova UI mobile, molto più semplice e intuitiva, rispetto ai classici canoni web. Questo nuovo modo di approcciarsi alla navigazione digitale, grazie anche all'incredibile aumento d'utilizzo degli smartphone rispetto al desktop, ha permesso a questa nuova UI d'imporsi anche su schermi più grandi.

GoodBarber 4.0 fa suo questo trend, ponendolo alla base della sua filosofia con il motto "App on all screens", proponendosi come la soluzione ideale per avere una UX impeccabile su qualsiasi tipo di schermo.

GoodBarber è la piattaforma leader in Europa per la creazione di app, nata ad Ajaccio in Corsica nel 2011, conta oggi oltre 30.000 applicazioni mobile attive.

L'ultimo importante aggiornamento della piattaforma introduce appunto il concept di Next Generation Apps, una combinazione di Progressive Web App e App Native, che insieme si lasciano alle spalle il concetto ormai obsoleto di sito web.

Le PWA offrono infatti tutti i benefici della navigazione web: indicizzazione, leggerezza e adattabilità, e allo stesso tempo le app native per iOS e Android garantiscono stabilità, performance di alto livello in qualsiasi condizione ed ovviamente visibilità sugli store.

Questo nuovo protocollo introdotto da Google nel 2015 si è piano piano fatto un nome nel mondo tech come la nuova metodologia per creare una presenza su mobile perfetta. In realtà, le applicazioni native sono diventate, nel corso degli anni la forza dominante nel panorama mobile, per ragioni ben specifiche, in quando sono le sole a riuscire a sfruttare a pieno le capacità hardware dei dispositivi mobile, e restano quindi ancora la migliore soluzione attualmente sul mercato.

GoodBarber crede ancora fortemente nel potere delle app native, le quali hanno rappresentato circa l'87% del traffico internet su mobile nel 2016. È proprio per questo motivo che ha deciso di abbracciare questa nuova tecnologia in modo innovativo, rompendo le barriere tra siti web e applicazioni mobile, unificando tutta la presenza digitale in un unico ecosistema.

Il nuovo back office è stato progettato per permettere la creazione di un'app che possa venir utilizzata in modo intercambiabile sia su desktop che su mobile. Il sito web diventa così un qualcosa di non più necessario. Un cambio radicale che dà la possibilità di lavorare su un'unica piattaforma, aumentando la produttività e le probabilità di successo del progetto.

Modular Design

La nuova UX introdotta da GoodBarber 4.0 fornisce un'esperienza avanzata che rende possibile all'utente d'interagire, indipendentemente dal dispositivo utilizzato (desktop, tablet, mobile), con la stessa UI. Per una navigazione subito naturale, semplice e universale agli occhi.

Beautiful themes

GoodBarber sarà presente al Technology Hub dove terrà anche una product presentation per presentare ufficialmente al mercato Italiano tutte le innovazioni tecniche e di design apportare da questo ultimo aggiornamento.

Vuoi ricevere aggiornamenti su #Tecnologia?
Iscriviti alla newsletter!