Hot topics:
3 minuti

La Norvegia passa al DAB+, addio radio FM

La Norvegia è il primo paese al mondo ad avviare lo switching off dalla radio FM al DAB+. Entro fine anno tutte le radio nazionali passeranno al digitale.

La Norvegia passa al DAB+, addio radio FM

Norvegia. 11 gennaio. Dalle 11.11 inizia la transizione alle trasmissioni radio DAB (Digital Audio Broadcasting), con conseguente e progressivo abbandono dell'FM.

La terra dei fiordi è il primo paese al mondo ad aver avviato lo switching off dalla radio analogica a quella digitale.

Radio DAB
Radio DAB

Entro la fine dell'anno tutte le radio nazionali passeranno al DAB, mentre le locali avranno ancora 5 anni a disposizione. "La digitalizzazione della radio aprirà le porte a una quantità di canali radio di gran lunga superiore, di cui beneficeranno gli ascoltatori in tutto il paese", aveva assicurato il ministro della Cultura norvegese Thorhild Widvey nel 2015 in sede di presentazione del progetto. "Gli ascoltatori avranno accesso a contenuti radiofonici più eterogenei e pluralistici, a una migliore qualità del suono e a nuove funzionalità".

Tutti riconoscono che il futuro è nel DAB - per altro lo standard dal 2007 è diventato DAB Plus - e l'Europa ha già previsto una transizione tra il 2020 e il 2022.

In Italia la copertura del segnale è di circa il 70% della popolazione, soprattutto al Nord e nelle grandi città della penisola. Ma l'obiettivo per il 2017 è di raggiungere il 90%. Tre i consorzi principali che aggregano più radio: RAI DAB, Club DAB ed EuroDAB. Complessivamente si parla di 116 canali DAB+ in contemporanea trasmissione FM e 20 esclusivamente DAB+.

dab

La Norvegia pur essendo all'avanguardia si confronta con problemi di copertura, costi delle apparecchiature e una popolazione che si vede costretta a dismettere un parco radio FM non indifferente (circa 7,9 milioni). Il quotidiano Dagbladet ha commissionato un sondaggio che ha confermato come il 66% della popolazione non sia contenta della transizione, a fronte di un solo 17% entusiasta.

Il portale Radio.no di Digitalradio Norway ha rilevato che i network nazionali ormai raggiungono il 99,5% di copertura mentre quelli locali il 90%. Il problema è che la Norvegia è un territorio difficile con molte zone isolate, quindi se nelle città la ricezione pare già adeguata, al di fuori si hanno difficoltà.

Non meno importante il fatto che le radio DAB+ costano comunque di più rispetto a quelle FM e anche che la maggioranza degli automobilisti sarà costretta a far aggiornare i rispettivi impianti spendendo mediamente 400 euro - solo il 25% dei veicoli dispone già di radio digitale o adattatori.

L'unico pregio è che la tecnologia digitale consente davvero una maggiore qualità di fruizione, la distorsione del segnale è impercettibile e sotto il profilo industriale la copertura costa 8 volte meno rispetto all'FM.

Vuoi ricevere aggiornamenti su #Telco?
Iscriviti alla newsletter!