Hot topics:
9 minuti

Nuova Volkswagen Polo, la nostra prova su strada

Siamo volati in Germania per guidare in anteprima la "piccola" Volkswagen, che di fatto tanto piccola non è, e che, nel corso degli anni, è cresciuta in modo deciso sia nelle dimensioni sia nelle dotazioni.

Nuova Volkswagen Polo, la nostra prova su strada

La Volkswagen Polo è nata nel 1975 ed è uno dei modelli più rappresentativi della casa di Wolksburg, grazie a oltre 14 milioni di esemplari venduti in tutto il mondo.

Polo oggi deve confrontarsi con diverse altre vetture di ultima generazione del segmento B e con il fenomeno dei mini-crossover e, per prendere le distanze dalle rivali, a 40 anni suonati decide di percorrere la via dell'aggiornamento tecnologico.

Pochi minuti dopo l'atterraggio, in una sala conferenze allestita direttamente in Aeroporto, inizia  l'evento riservato alla stampa italiana e Andrea Alessi, Direttore di Volkswagen Italia, declina una dopo l'altra tutte le caratteristiche del nuovo modello.

IMG 6974 JPG

La Nuova Polo è nata con l'ambizione di realizzare il motto Abituatevi al futuro, il principio guida della strategia del Marchio che stabilisce parametri progressivi per ogni Volkswagen. La nuova Polo è il primo modello nato da questa strategia.

I team dedicati a progettazione e sviluppo della Polo si sono attenuti alle quattro aree di innovazione della strategia del marchio "Automated Driving", "Intuitive Usability", "Connected Community" e "Smart Sustainability", che hanno dato vita al DNA di questa compatta tutta nuova.

Automated Driving. Grazie all'adozione di numerosi sistemi di assistenza, molti dei quali precursori della guida automatizzata, Volkswagen ha reso la nuova Polo più sicura e confortevole. Con dispositivi di assistenza quali sistema di controllo perimetrale Front Assist con funzione di frenata di emergenza City e riconoscimento dei pedoni, sistema di assistenza al cambio di corsia, sensore Blind Spot, sistema di assistenza per l'uscita dal parcheggio e cruise control con regolazione automatica della distanza ACC, le tecnologie high-tech di Golf e Passat debuttano nella classe della Polo.

Intuitive Usability. A bordo della Polo, Volkswagen ha realizzato un concept digitale di visualizzazione e di comando ancora più evoluto. Per la prima volta la Volkswagen offre la Polo con l'Active Info Display di seconda generazione (in Italia, di serie su Highline) che, insieme ai sistemi di infotainment con superfici rivestite in vetro, creano un'area di visualizzazione e comando digitalizzata.

IMG 7019 JPG

Connected Community. Volkswagen mette in collegamento persone, auto e ambiente circostante attraverso la rete in maniera sempre più intensa. La nuova Polo ne è un esempio: l'interfaccia per smartphone App-Connect (con MirrorLink, Android Auto™ e Apple CarPlay™) è integrata, tramite Volkswagen Car-Net, con i servizi online Guide & Inform, che comprendono informazioni sul traffico online,su stazioni di servizio e parcheggi.

Smart Sustainability. L'evoluzione di Volkswagen è fatta anche di  modelli di grande serie dotati di motori eco-compatibili; in questo senso, la novità più significativaa bordo della Polo è rappresentata dal nuovo motore a gas metano 1.0 TGI.

IMG 7102 JPG

Nuova Polo viene prodotta nello stabilimenti di Pamplona adottando il pianale modulare trasversale MQB A0 (lo stesso utilizzato sulla nuova Seat Ibiza e  su numerosi altri modelli compatti del Gruppo che arriveranno nei prossimi mesi, tra cui Skoda Fabia, Seat Arona e Volkswagen T-Cros), piattaforma che le ha permesso di risultare più spaziosa del modello che va sostituire.

E' più lunga di 8 cm ma anche sensibilmente più bassa, permettendo così ai tecnici tedeschi di esaltarne le geometrie e la sportività: il risultato è un'auto molto più vicina nella forma e nella sostanza alla sorella maggiore Golf rispetto al passato.

Nuova Polo DB2017AL00859
Le sue dimensioni sono paragonabili a quelle della Golf IV: è infatti lunga 4.053m, larga 1.751m e anche il passo è aumentato, raggiungendo i 2.564m, con un conseguente spostamento delle ruote verso l'esterno e una migliore abitabilità per i passeggeri posteriori.

Anche la capacità di carico è cresciuta, passando dai 260 litri della quinta generazione ai 351 litri dell'attuale, raggiungendo un ottimo traguardo per un'auto del segmento B.

IMG 7131 JPG

Nuova la carrozzeria a 5 porte (non è prevista la versione a 3 porte), nuovi i motori, nuovi gli interni e gli equipaggiamenti.

Sono 14 i colori disponibili per la carrozzeria e 8 quelli per il dash pad; in Italia arriverà in tre diversi allestimenti: Trendline (la versione di accesso), Comfortline e Highline.

IMG 7103 JPG

La Trendline avrà di serie i cerchi in acciaio da 15" e sarà riconoscibile per un listello cromato sulla calandra del radiatore fra i fari.

La Comfortline avrà di serie i cerchi in lega da 15" e i listelli cromati si troveranno anche nella presa d'aria inferiore.

La Highline avrà di serie i cerchi in lega da 16" e il pacchetto R-Line esterno che prevedono alcuni dettagli che ne aumentano la sportività.

IMG 7124 JPG

Polo compie dunque un vero balzo in avanti per quanto riguarda riguarda la qualità della vita a bordo, le dotazioni di sicurezza e assistenza alla guida, l'intrattenimento e la connettività.

Per la Polo sesta generazione sono disponibili nel complesso otto  motori benzina, Diesel e a gas metano. In occasione del lancio sul mercato possono essere ordinati tre motori benzina tre cilindri con livelli di potenza apprezzati in questa categoria: due 1.0 MPI, 65 1e 75 CV, e un TSI sovralimentato 1.0 da 95 CV.

Tutti i modelli sono equipaggiati con sistema start/stop e di recupero dell'energia e, a partire da 95 CV di potenza, è possibile abbinare un cambio a doppia frizione DSG.

Entro fine anno si aggiungeranno gli altri cinque motori: due benzina, due Diesel e uno a gas metano. Sul fronte motorizzazioni a benzina, i propulsori che andranno a completare la gamma saranno un 1.0 TSI 115 CV e il potente 2.0 TSI 200 CV montato sulla Polo GTI.

IMG 7013 JPG

La gamma di motorizzazioni si completerà infine con due Diesel 1.6 TDI in grado di erogare rispettivamente 80 e 95 CV di potenza.

Il piccolo tre cilindri 1.0 TSI, considerando le configurazioni di potenza, in generale la fa da padrone e batte il Diesel 4 a 2, ma nel nostro paese probabilmente il 1.6 Tdi sarà ancora uno dei best seller.

Il ventaglio delle possibilità di personalizzazione è molto ampio e comprende tetto colorato a contrasto, il tetto panoramico più grande della categoria, fari full LED, gruppi ottici posteriori a LED, allestimento estetico R-Line (in Italia, di serie su Highline) e dotazioni quali il sistema Wireless Charging per smartphone (in Italia, di serie a partire da Comfortline).

IMG 7218 JPG

La nuova Polo vanta inoltre i sistemi di assistenza mutuati direttamente da Golf e Passat.

I prezzi  partono da 14.600 euro per la 1.0 MPI 65 CV con Tech Pack, con un vantaggio cliente, a parità di equipaggiamenti, di 700 Euro rispetto alla Polo attuale.

Terminata la conferenza, ci rechiamo al desk, pronti a scegliere tra le diverse vetture a disposizone quella più adatta a Tom's Motori  per una due giorni a percorrere le strade della splendida Amburgo e dintorni.

Per la prova lungo le trafficate strade nei dintorni di Amburgo ci vengono consegnate le chiavi della 1.0 Highline da 115 cavalli, la versione più ricca di tecnologia e dotata di Cruise Control Adattivo ma cambio a 6 marce manuale. Poco male, proveremo il DSG, che si sposa alla perfezione con il Cruise Control Adattivo, il giorno dopo.

Notiamo subito che, rispetto al modello precedente, il frontale della nuova Polo, grazie alle modifiche alla calandra e ai gruppi ottici, corredati di luci diurne a LED, volte ad armonizzare l'aspetto della vettura al family feeling introdotto dalla Tiguan, si presenta molto più vigoroso, espressivo e sportivo: i fari anteriori a LED insieme alla nuova calandra che occupa l'intera larghezza della vettura, disegnano il nuovo "volto" della Polo.

IMG 7127 JPG
Abbiamo guidato la Nuova Polo per tutto il resto della giornata, spaziando fra diversi scenari di viaggio: dal traffico della città alle strade di campagna (minate da Autovelox) e percorso autostradale, valutando più che positivamente le dotazioni di sicurezza che comprendono il front assist, il blind spot detection, il cruise control con regolazione automatica della distanza ACC, il sistema anti collisione multipla e il dispositivo di assistenza al parcheggio Park Assist con retrocamera in dotazione.
IMG 7215 JPG
Il tre cilindri tedesco da 115 CV si è dimostrato un validissimo propulsore: silenzioso e sornione nel traffico cittadino ma sempre pronto allo scatto, bilanciatissimo ed esente da vibrazioni a velocità di crociera.
 
La qualità dei materiali interni è da sempre il fiore all'occhiello di qualsiasi Volkswagen e anche nella compatta tedesca tutto viene confermato, a parte qualche piccola rigidità nelle plastiche dei pannelli delle portiere; la plancia è davvero ben realizzata e a livello di una vettura di classe premium.
 
I quadranti e le informazioni sul funzionamento e comandi principali compaiono su unico asse orizzontale di visualizzazione insieme al sistema infotainment che, ad eccezione della versione Trendline, dispone di schermo da 8 pollici con magnifica superficie touch in vetro. 
 
Nuova Polo DB2017AU01259
Apposite interfacce digitali portano a bordo Mirrorlink (Android Auto e Apple CarPlay) e i servizi dell'assistente online Volkswagen Connect tramite smartphone che possono essere caricati sia tramite connettore sia, se compatibili, con sistema Wireless Charging a induzione.
IMG 7110 JPG
Concludendo, la Nuova Polo è molto confortevole e si guida davvero bene, lasciamo ai posteri un giudizio sui consumi (il traffico è stato troppo invasivo ai fini di una corretta valutazione) e sul comportamento in caso di guida sportiva;  test drive che ci auguriamo di effettuare nei prossimi mesi in pista a bordo della versione GTI da 200 CV, magari insieme alla piccola, e tanto attesa, up! GTI.
IMG 7062 JPG
Photo Credits: d3lfin0
 
 
Vuoi ricevere aggiornamenti su #Auto e Moto?
Iscriviti alla newsletter!