Hot topics:
News su SMAU 2017
2 minuti

Nuove regole droni, paraeliche necessari sotto i 300 grammi

L'ENAC ha attuato grosse modifiche al regolamento di volo dei droni, con penalizzazioni per i droni sotto i 300 grammi, carcere per gli abusivi e molto altro.

Nuove regole droni, paraeliche necessari sotto i 300 grammi

A pochi mesi di distanza dalla pubblicazione del regolamento dei Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto (SAPR) ENAC ha deciso di modificare molti punti, senza preavviso e causando sconcerto tra la comunità dei piloti di droni.

enac

Uno dei punti che sta facendo discutere maggiormente è l'obbligo dei paraelica per i droni sotto i 300 grammi. Un dettaglio che potrebbe sembrare di poco conto, ma stiamo parlando di velivoli dove ogni grammo è importante. I più danneggiati sono i piloti dei primi droni derivati dai BeBop Parrot di serie alleggeriti: con un peso di 298 grammi sarà dura limare il necessario per introdurre i paraeliche.

Un'altra novità sostanziale è che ora si può volare a vista solo di giorno, fino a un'altezza massima di 150 metri e fino a una distanza massima sul piano orizzontale di 500 metri. Chi sperava di far volare il proprio drone a vista di sera resterà deluso e dovrà adattarsi ai velivoli con sistema BVLOS (Beyond Visual Line Of Sight, oltre la visuale diretta del pilota).

droni

Modifiche anche all'articolo 30, legato alle sanzioni, agli abusi e alle violazioni di sicurezza. Ora i piloti che volano con un SAPR privo di documenti possono rischiare l'arresto fino a un anno o più di mille euro di multa, mentre chi vola in città rischia l'arresto fino a sei mesi o 516 euro di multa. Infine, tre mesi o 206 euro di multa per chi viola le norme di sicurezza.

Chiaramente il carcere rappresenta un'eventualità remota e applicabile qualora dovessero partire indagini penali, ma per quanto riguarda le multe il conto di eventuali errori sarà particolarmente salato.

Per leggere il regolamento completo dei mezzi aerei a pilotaggio remoto, aggiornato all'emendamento del 21 dicembre, potete cliccare su questo collegamento.

Vuoi ricevere aggiornamenti su #Droni?
Iscriviti alla newsletter!