Questa testata è partner di La Repubblica e contribuisce alla sua audience
Hot topics:
15 minuti

Nvidia Quadro 5000 Vs. ATI FirePro V8800, guerra tra workstation

Abbiamo messo a confronto la Quadro 5000 con la FirePro V8800. Tra le due, quale offre le migliori prestazioni?

Introduzione

AMD aveva già svelato l'intera gamma di schede video DirectX 11, la serie HD 5000, quando Nvidia dopo innumerevoli ritardi arrivò sul mercato – verso la fine di marzo - con le prime schede basate su chip GF100 e architettura Fermi.

jpg

Le prime soluzioni basate sul nuovo design sono state chiamate GeForce GTX 480, GTX 470, e GTX 465, e sono tutte rivolte ai videogiocatori. Successivamente Nvidia ha svelato nuove schede professionali della linea Quadro. Anche in questo caso l'azienda è arrivata dopo AMD, che aveva già aggiornato la propria linea FirePro nella tarda primavera.

Il test di oggi mette a confronto l'Nvidia Quadro 5000 e la FirePro V8800 di AMD. Non solo tra loro, ma anche con la precedente generazione. Abbiamo inserito un confronto con le schede del settore consumer, nel tentativo di facilitare la lettura ai molti lettori che non hanno familiarità con le schede video professionali.

La Quadro 5000 è basata su GPU GF100 e ha 352 shader, il che la rende più o meno una gemella della GTX 465. La principale differenza tra le due riguarda il sottosistema di memoria e le frequenze di lavoro. La FirePro V8800 di AMD è basata invece sul chip Cypress XT (RV870), la stessa GPU della Radeon HD 5870.

Facendo un confronto, che cosa dovremmo attenderci? Comparando le versioni gaming di queste due schede avremmo un testa a testa in molti casi, con AMD davanti con alcune applicazioni e Nvidia in altre, a seconda del gioco, del test e delle impostazioni. In passato differenze e similitudini dei prodotti da gioco si riflettevano con una certa fedeltà nel settore workstation. Sarà vero ancora una volta oppure emergerà un chiaro vincitore?

C'è almeno una premessa che lascia supporre il contrario, vale a dire le dichiarazioni di Nvidia. L'azienda infatti sostenne – quando rese pubblica l'architettura fermi – che queste schede non sono state progettate espressamente per i videogiochi, ma piuttosto pensando a workstation e HTPC (Home Theater Personal Computer, i computer da tenere in salotto vicino alla TV). È tempo di verificare quelle affermazioni.

Prima di buttarci nei benchmark, diamo uno sguardo attento ai contendenti, la Quadro 5000 e la FirePro V8800. Considereremo anche i rispettivi campi.

Confronti e Applicazioni

Modello GPUFab Equivalente Fascia Bassa Memoria DVIDisplayPort3-Pin Stereo Potenza Massima
ATi FirePro V8800RV870 Cypress40 nmRadeon HD 58702048 MB GDDR5 (256-bit)2 (Adapter)4 208 W
ATi FirePro V8700RV77055 nmRadeon HD 48701024 MB GDDR5 (256-bit)12 151 W
Nvidia Quadro 5000GF100 Fermi40 nmGeForce GTX 4652560 MB GDDR5 (320-bit)12 152 W
Nvidia Quadro FX 4800GT20065 nmGeForce GTX 2601536 MB GDDR3 (384-bit)12 150 W
Modello Banda di memoria DirectXOpenGL Modello Shader Clock Core Clock Memoria Pixel e Vertex Processing
ATi FirePro V8800147.2 GB/s11.04.15.0825 MHz1150 MHz1600 SPUs
ATi FirePro V8700115.2 GB/s10.14.14.1750 MHz900 MHz800 SPUs
Nvidia Quadro 5000120 GB/s11.04.15.0513 MHz1500 MHz352 SPUs
Nvidia Quadro FX 480076.8 GB/s10.03.14.0600 MHz800 MHz192 SPUs

Nuove applicazioni

Le schede video per workstation di questo calibro sono solitamente usate dagli ingegneri, e ci sono  aziende come Autodesk, Dassault e Mental Images, che producono software specifici. I modelli meno potenti invece sono adatti ad attività meno impegnative, tipiche del settore della creazione di contenuti digitali e desktop publishing.

A causa della crescente popolarità dei film in 3D, le schede video più potenti per workstation sono sempre più richieste dagli studi cinematografici di Hollywood. Quando si crea un film per il grande schermo, spesso si usa una risoluzione quadrupla rispetto al Full-HD. I produttori hanno bisogno che i tempi per l'elaborazione delle immagini siano il più breve possibile, perché meno tempo ci vuole e meno costa fare un film. Inoltre nella maggior parte dei casi la produzione si affida ad aziende esterne per il rendering, come nel caso di The Foundry, che ha prodotto alcune scene di Avatar. Il nome più famoso del settore tuttavia è certamente quello della Pixar.

Le schede video per workstation sono utili anche per migliorare i video. Per esempio MotionDSP offre una soluzione software che agisce come stabilizzatore d'immagine retroattivo per i video casalinghi "mossi". Poi c'è Ikena, una soluzione usata dalla polizia e dai militari. C'è persino una variante freeware disponibile per gli utenti comuni chiamata vReveal, che offre la stabilizzazione dell'immagine e altre funzioni interessanti.

Anche gli sviluppi nel settore medico sono interessanti. Le potenti soluzioni workstation come la Quadro di Nvidia sono usate per operazioni di real-time 4D imaging. Fino a poco tempo fa sistemi di imaging come gli ultrasuoni o la TAC, forniva solo immagini in movimento a due dimensioni, mentre le immagini in 3D erano sempre immagini statiche. Oggi invece l'equipaggiamento medico è capace di mostrarci il cuore che batte o il sangue che scorre al suo interno, e per farlo si affida a schede video per workstation come quelle di questo articolo.

Continua a pagina 2
AREE TEMATICHE
Vuoi ricevere aggiornamenti su #Schede video?
Iscriviti alla newsletter!