Nvidia, risultati record anche se i miner non comprano più

I videogiocatori possono esultare, almeno per il momento, perché sembra proprio che il fenomeno delle schede video usate acquistate in massa dai miner di criptovalute si sia definitivamente placato. L'abbiamo già scritto negli ultimi mesi, ma a ribadirlo con forza sono i risultati fiscali del secondo trimestre 2019 di Nvidia e soprattutto le stime per quello successivo.

Non che questo abbia inciso più di tanto sui conti dell'azienda californiana: con un fatturato di 3,12 miliardi di dollari la crescita è stata del 40% sullo stesso trimestre di un anno fa. L'utile operativo è salito del 68% a 1,15 miliardi, quello netto dell'89% a 1,1 miliardi. Il margine lordo è cresciuto del 4,9% toccando il 63,3%, con l'utile per azione a 1,76 dollari (+91% sull'anno scorso).

nvidia huang turing JPG

Numeri da capogiro, che in genere farebbero pensare a un anno precedente sfortunato e una conseguente ripresa. Non è così, Nvidia sta correndo a ritmi molto sostenuti da anni. L'anno passato aveva raggiunto un fatturato di 2,23 miliardi, mettendo a segno un +56% sullo stesso periodo dell'anno prima, quindi il tasso di crescita è altissimo e perdura da tempo.

NVIDIA Q2 2019
  Q2 2019 Q1 2019 Q2 2018 Trimestre su trimestre Anno su anno
Fatturato 3,12 mld 3,2 mld 2,23 mld -3% +40%
Margine 63,3% 64,5% 58,4% -1.2% +4.9%
Utile operativo 1,15 mld 1,29 mld 688 mln -11% +68%
Utile netto 1,1 mld 1,24 mld 583 mln -11% +89%
EPS 1,98 dollari 1,98 dollari 0,92 cent -11% +91%

L'ambito gaming è ancora quello preponderante, con un fatturato di 1,8 miliardi. La crescita è del 52,2% su un anno fa e del 5% su base sequenziale. Secondo Nvidia il buon andamento è frutto delle vendite di GPU Pascal in ambito desktop e di notebook con tecnologia Max-Q.

Bene anche la divisione professionale (Professional Visualization), che ha visto salire il fatturato di circa il 20% rispetto a un anno fa a 281 milioni di dollari. A tal proposito ricordiamo l'annuncio di pochi giorni fa delle nuove Quadro RTX che avrà un primo impatto probabilmente solo nel Q4.

Il segmento Datacenter continua a rappresentare uno dei gioielli della corona di Nvidia, con un balzo dell'83% a 760 milioni di dollari. L'azienda ha registrato "forti vendite dei prodotti Volta, inclusi Tesla V100 e sistemi DGX". Nel complesso il segmento GPU di Nvidia ha raggiunto un fatturato di 2,65 miliardi di dollari (+40%).

Nei conti spicca la voce "OEM & IP", dove Nvidia ha deciso di far confluire gli incassi legati alla richiesta di chip e schede per il mining di criptovalute. Con un fatturato di 116 milioni quella voce ha fatto registrare un calo del 54%, con i prodotti legati al mondo del mining che hanno contribuito per soli 18 milioni di dollari.

"In passato avevamo detto che le criptovalute sarebbero state significative durante l'anno, ma ora siamo propensi a pensare che non daranno alcun contributo da qui in avanti" ha fatto sapere il direttore finanziario di Nvidia. Insomma, i giocatori non dovrebbero più veder impennare i prezzi e ridurre le scorte per gli acquisti da parte dei miner.

L'ambito Automotive è cresciuto "solo" del 13% a 161 milioni di dollari, mentre il business Tegra nel suo complesso, tenendo quindi conto anche delle vendite di Nintendo Switch, ha visto crescere il fatturato del 40% a 467 milioni di dollari.

Nvidia, fatturato segmenti
  Q2 2019 Q1 2019 Q2 2018 Trimestre su trimestre Anno su anno
Gaming 1,8 mld 1,72 mld 1 mld +4.8% +75.7%
Professional Visualization 281 mln 251 mln 205 mln +11.9% +37.1%
Datacenter 760 mln 701 mln 409 mln +8.4% +85.8%
Automotive 161 mln 145 mln 140 mln +11% +15%
OEM & IP 116 mln 387 mln 156 mln -70% -25.6%

Guardando al prossimo trimestre fiscale (Q3 2019), Nvidia si aspetta un fatturato di 3,25 miliardi di dollari (più o meno il 2%) e un margine del 62,6% (più o meno lo 0,5%).

"La crescita su ogni piattaforma - AI, Gaming, Professional Visualization e auto autonome - ci ha portato a un altro grande trimestre", ha affermato Jensen Huang, fondatore e CEO di Nvidia. "Ad alimentare la nostra crescita è il divario sempre maggiore tra la domanda di tecnologia in ogni settore e i limiti raggiunti dall'informatica tradizionale. Gli sviluppatori stanno sempre di più adottando il modello di calcolo accelerato dalle GPU di cui siamo stati pionieri".

"Abbiamo annunciato l'architettura Turing questa settimana. Turing è la prima GPU ray tracing al mondo e completa la piattaforma Nvidia RTX, realizzando un sogno di 40 anni nel settore della computer grafica. Turing è un balzo in avanti e il più grande progresso per l'informatica da quando abbiamo introdotto CUDA oltre un decennio fa".

Pubblicità

AREE TEMATICHE