Hot topics:
News su SMAU 2017
3 minuti

Nvidia, trimestrale record grazie a GPU Pascal e Tegra

Nvidia continua a crescere a doppia cifra sullo scorso anno spinta da tre fattori: il comparto datacenter, il gaming e l'automotive. Ecco i risultati del secondo trimestre fiscale 2018.

Nvidia, trimestrale record grazie a GPU Pascal e Tegra

I risultati del secondo trimestre fiscale 2018 certificano la forte crescita di Nvidia rispetto allo scorso anno. Si tratta di una tendenza in linea con i mesi precedenti, sostenuta dalla richiesta di chip grafici e piattaforme di calcolo in ambiti come l'intelligenza artificiale, le automobili, le schede video per il gaming e le console (Nintendo Switch).

Il fatturato di Nvidia ha superato i 2,2 miliardi di dollari, facendo segnare una crescita di oltre il 56% rispetto agli 1,4 miliardi dell'anno passato. Il margine lordo si è attestato al 58,4% (+1%), l'utile operativo è cresciuto del 117% a 688 milioni di dollari e l'utile netto ha toccato i 583 milioni di dollari, il 123% in più sul Q2 2017. L'utile per azione è passato di conseguenza da 0,41 a 0,92 dollari.

  Q2 2018 Q1 2018 Q2 2017 Q/Q Y/Y
Fatturato (in miliardi di dollari) 2,23 1,937 1,428 +15,1% +56,2%
Margine lordo 58,4% 59,4% 57,8% -1,7% +1%
Utile operativo (in milioni di dollari) 688 554 317 +24,2% +117%
Utile netto (in milioni di dollari) 583 507 261 +15% +123,4%
EPS (in centesimi di dollaro) 92 79 41 +16,4% +124,4%

*Q/Q = trimestre su trimestre; Y/Y = anno su anno

Nvidia parla di trimestre record, e ne ha tutto il diritto. Dividendo i dati trimestrali per aree d'azione possiamo vedere come il comparto dei datacenter (Tesla, GRID e DGX) abbia aumentato le vendite del 175,5% a 416 milioni di dollari. Da registrare l'introduzione della prima scheda acceleratrice basata sulla nuova GPU Volta GV100, la Tesla V100.

nvidia huang volta
Il CEO di Nvidia Jensen Huang con una scheda video Volta

Il comparto del gaming è ancora la voce preponderante nei conti della casa statunitense, con una crescita di quasi il 52% sull'anno passato e un balzo da 781 milioni a 1,18 miliardi. Malgrado Nvidia non abbia presentato prodotti totalmente nuovi, l'azienda continua a godere del successo delle GPU basate su architettura Pascal e in parte, anche della richiesta di quest'ultime per compiti di mining di criptomonete. In questi dati rientra anche la vendita di chip Tegra per la console Nintendo Switch.

(in milioni di dollari) Q2 2018 Q1 2018 Q2 2017 Q/Q Y/Y
Gaming 1186 1027 781 +15,5% +51,9%
Professional Visualization 235 205 214 +14,6% +9,8%
Datacenter 416 409 151 +1,7% +175,5%
Automotive 142 140 119 +1,4% +19,3%
OEM & IP 251 156 163 +60,9 +54%

La divisione Professional Visualization, dove rientrano le schede Quadro, è invece cresciuta quasi del 10% a 235 milioni, secondo Nvidia grazie alla spinta delle "piattaforme mobile di fascia alta".

nvidia huang gtx 1080
L'amministratore delegato di Nvidia presenta la GTX 1080

L'impegno nel settore automotive, figlio del mancato successo nel segmento mobile, ha permesso a Nvidia di trasformare il progetto Tegra da un sicuro fallimento a un probabile successo. Con un fatturato di 142 milioni l'azienda ha fatto segnare una crescita del 19%, sull'onda dell'adozione della piattaforma Drive PX da parte di colossi come Toyota e Volvo per lo sviluppo delle future vetture autonome.

(in milioni di dollari) Q2 2018 Q1 2018 Q2 2017 Q/Q Y/Y
GPU Business 1897 1562 1196 +21% +59%
Tegra Processor Business 333 332 166 - +101%
Altro - 43 66 -100% -100%
nvidia tegra

Da sottolineare come nei conti Nvidia rientrino anche 251 milioni legati alla licenza di proprietà intellettuali e altre voci. A tal proposito l'azienda fa sapere che "l'accordo di licenza sui brevetti con Intel si è concluso nel primo trimestre fiscale 2018". Per il prossimo trimestre Nvidia si aspetta un fatturato in crescita a 2,35 miliardi (con margine d'errore del 2%).


Tom's Consiglia

Nonostante sia sul mercato da oltre un anno la GTX 1080 è ancora tra le schede video più veloci per giocare.

AREE TEMATICHE
Vuoi ricevere aggiornamenti su #Schede video?
Iscriviti alla newsletter!