Offerta

Ferri da stiro | I migliori del 2021

Il ferro da stiro è uno dei tanti elettrodomestici presenti in tutte le famiglie, la cui utilità è quella di rimuovere le pieghe dagli indumenti, le quali si possono presentare sia dopo diversi giorni che subito dopo il lavaggio in lavatrice e, perché no, anche dopo un eventuale ciclo completo di asciugatura, soprattutto se possedete un’asciugatrice entry level. A tal proposito, se vi interessa scoprire quali sono le migliori asciugatrici, vi rimandiamo al nostro articolo dedicato.

Chiusa questa parentesi, per questo articolo cercheremo di consigliarvi i migliori ferri da stiro da acquistare, ponendo attenzione sia sui semplici modelli a vapore che su quelli a caldaia, le cui differenze approfondiremo nella seconda parte di questo articolo, dove spiegheremo nel modo più semplice possibile come capire se un determinato modello saprà soddisfare le vostre esigenze o meno.

I migliori ferri da stiro

I migliori ferri da stiro

Imetec Eco Perfect

Imetec Eco Perfect
Iniziamo la nostra lista personalizzata segnalandovi un ferro da stiro semplice, non troppo costoso ma dalle grandi potenzialità, suggerendovi innanzitutto l’Imetec Eco Perfect, un modello che si tiene bene in mano e con una potenza di 160 grammi di vapore al minuto, che si traducono in una stiratura veloce e con pochi consumi di acqua, grazie anche alla tecnologia proprietaria del brand. La piastra vanta un rivestimento Pro Ceramic, che vi permetterà di scorrere facilmente su camicie e pantaloni, affaticando poco il braccio e, al contempo, ottenere una diffusione uniforme del calore. Questo modello, inoltre, vanta un sistema autopulente che aiuterà a ridurre la formazione del calcare e, aumentando la vita dell’elettrodomestico. Un ferro da stiro perfetto per chi vuole un dispositivo compatto e capace di assicurare ottimi risultati.

VEDI SU AMAZON


Rowenta DW5225 Focus Excel

Rowenta DW5225 Focus Excel
Un ferro da stiro paragonabile a quello precedente, sia per quanto concerne la facilità d’uso che le prestazioni, è il Rowenta DW5225 Focus Excel. Grazie ai suoi accorgimenti tecnici, non lascerà nessuna macchia d’acqua sulla biancheria, permettendovi inoltre di completare la stiratura in tempi rapidi grazie al potente motore da 2.700W, che produce fino a 170 grammi di vapore al minuto. I materiali con cui è realizzato lo rendono resistenti ai graffi e vale la pena segnalare la punta della piastra, creata in modo da permettervi di raggiungere le pieghe più sottili. Un ferro da stiro di gran lunga superiore alla media, nonché uno dei più venduti in Italia.

VEDI SU AMAZON


Philips GC4930/10

Philips GC4930/10
Con un rivestimento brevettato a 6 strati e con una potenza in grado di far fuoriuscire ben 210 grammi di vapore al minuto, il Philips GC4930/10 è probabilmente il miglior ferro da stiro della categoria, se escludiamo i modelli con caldaia che analizzeremo in seguito. Le sue prestazioni vi permetteranno di penetrare a fondo nei tessuti, eliminando ogni minima piega dove probabilmente con un altro modello avreste incontrato più difficoltà. Un’altra caratteristica che rende migliore questo modello rispetto ad altri della stessa categoria è la presenza di un promemoria intelligente, che vi avviserà quando sarà il momento di rimuovere il calcare. Senza dubbio un concentrato di tecnologia, che si nota, se vogliamo, anche dal design.

VEDI SU AMAZON

I migliori ferri da stiro a caldaia

Polti Vaporella Simply VS10

Polti Vaporella Simply VS10
Come anticipato, il resto della selezione la dedichiamo ai modelli con caldaia, che rispetto a quelli precedenti, hanno il vantaggio di poter stirare molto più a lungo, utile per coloro che hanno a che fare con parecchi capi da stirare in una singola sessione. Tra i migliori ferri da stiro di questa categoria vi è il Polti Vaporella Simply VS10, un modello che vanta un serbatoio estraibile da 1,5 litri, il quale sarà pronto all’uso dopo soli 2 minuti di riscaldamento. Con un’autonomia pressoché illimitata e una pressione pompa di 6.5 bar, avrete la certezza di stirare in maniera efficace. Se invece volete aumentare ulteriormente la già ottima autonomia di questo elettrodomestico, potrete fare affidamento alla funzione ECO, che riduce i consumi di acqua senza compromettere più di tanto la qualità della stiratura.

VEDI SU AMAZON


Rowenta Silence Steam Pro DG9222

Rowenta Silence Steam Pro DG9222
Torniamo adesso a un prodotto a marchio Rowenta, dal momento che il noto brand produce ottime soluzioni anche per quanto riguarda i ferri da stiro con caldaia. Tra i vari modelli, noi consigliamo il Rowenta Silence Steam Pro DG9222, non solo perché è il top di gamma dell’azienda, ma anche per il semplice fatto che si tratta di un modello che vi permetterà di ottenere una stiratura perfetta. I suoi potenti getti di vapore elimineranno anche le pieghe più ribelli con il minimo sforzo, a tutto vantaggio della semplicità d’uso e del risparmio del tempo. La piastra a laser è curata nei minimi dettagli e dispone di ben 400 micro fori, la cui grandezza e posizione è studiata per permettere al vapore di essere incredibilmente preciso e diretto.

VEDI SU AMAZON


Philips GC9650/80

Philips GC9650/80
Anche Philips produce ferri da stiro con caldaia e, proprio come il modello citato pocanzi, siamo di fronte al meglio della tecnologia presente oggi su questa categoria di elettrodomestici. Se cercate il top, il Philips GC9650/80 è un altro modello che dovreste tenere in considerazione, soprattutto se cercate la soluzione con il serbatoio più grande. Vi informiamo, infatti, che questo ferro da stiro vanta una capienza di ben 1,8 litri, più che sufficiente per stirare in una volta sola tutti i vestiti a vostra disposizione. Dai jeans alla seta, dal lino al sintetico, con la proposta Philips otterrete la massima soddisfazione a prescindere dall’indumento o dai materiali sui quali dovete rimuovere le pieghe, merito anche del fatto che non dovrete regolare la temperatura, visto che sarà il ferro da stiro a gestirla ed evitare eventuali bruciature.

VEDI SU AMAZON


Come scegliere il ferro da stiro

Per far sì che un ferro da stiro sia ottimo e capace di soddisfare le esigenze di chi lo andrà ad utilizzare, deve avere un certo tipo di caratteristiche che andremo ad approfondire di seguito. Grazie ai nostri consigli, dunque, saprete come scegliere il modello più adatto a voi, nonché capire se siete di fronte ad una soluzione di alto livello o semplicemente discreta.

Tipologia

Come avrete constatato, abbiamo prodotto questo articolo tenendo in considerazione i ferri da stiro in modo generico, ossia valutando le proposte del mercato inerenti sia ai modelli con serbatoio interno che quelli con caldaia. Dal momento che si tratta di tipologie aventi differenze sostanziali, il primo fattore da valutare al momento dell’acquisto è proprio la tipologia del ferro da stiro.

I modelli con serbatoio interno sono consigliati a coloro i quali preferiscono un ferro da stiro il più maneggevole possibile e capace di generare il vapore praticamente all’istante. Di contro, però, dispongono di un serbatoio piuttosto limitato, di solito non oltre i 0,3 litri, costringendovi a ricaricarlo spesso qualora dobbiate stirare un buon quantitativo di indumenti. Inoltre, questi modelli tendono avere una potenza di picco inferiore rispetto a quelli con caldaia, ma comunque più che sufficiente per permettervi di rimuovere ogni forma di piega.

Come avrete intuito, i ferri da stiro con caldaia, invece, godono innanzitutto di un serbatoio decisamente più capiente ed è per questo che dovrebbero essere presi in considerazione da coloro che sono soliti stirare un sacco di panni e vestiti. Grazie alla caldaia esterna, inoltre, questi modelli possono vantare una potenza superiore che, sebbene nella stragrande maggioranza dei casi non sia necessaria, potrebbe aiutarvi ad eliminare le pieghe più ostili in un batter d’occhio. Il lato negativo di queste soluzioni è il comfort e la maneggevolezza non ai livelli dell’altra tipologia, a causa ovviamente della presenza della caldaia. Inoltre, in questo caso saranno necessari alcuni minuti prima che il ferro e la relativa caldaia generino il vapore.

Potenza

Come saprete, il ferro da stiro è un elettrodomestico che, purtroppo, impatta notevolmente sul consumo di energia. I modelli di fascia alta, ossia quelli da noi selezionati, superano tranquillamente la soglia dei 2.000W, necessari affinché arrivino a generare il vapore in pochi minuti. A tal proposito, riteniamo che un elettrodomestico di questa categoria non debba avere una potenza inferiore ai 1.500W, dato che altrimenti dovrete attendere circa 5 minuti prima di iniziare a stirare.

Colpo di vapore

Un’altra caratteristica tipica di un ferro da stiro, che va a braccetto con la potenza pura dell’elettrodomestico, è il cosiddetto colpo di vapore, ossia un getto di vapore singolo sparato con forza, utile per appianare pieghe particolarmente profonde e difficili. Mediamente, un modello capace di sprigionare 200 grammi di vapore al minuto è considerato buono, ma se volete che le pieghe più difficili vadano via all’istante, sarebbe preferibile una soluzione che vanta un getto da 400 grammi al minuto, come ad esempio il Philips GC9650/80, che può contare addirittura su un getto da ben 500 grammi.

Piastra

La piastra è un elemento indispensabile del ferro da stiro, dal momento che andrà a contatto diretto con gli indumenti. I migliori produttori, di solito, la realizzano in acciaio o in ceramica. Sebbene entrambe vadano bene, vale la pena sottolineare che le prime sono le più resistenti, ma a volte non si rivelano ideali tra i bottoni o i polsini. Le seconde, invece, sono perfette sui tessuti più delicati e distribuiscono il calore in modo omogeneo, ma sono più fragili, costringendovi ad usare il ferro da stiro delicatamente per evitare di graffiare la piastra. Altri materiali noti e usati per realizzare la piastra sono:

  • Teflon: la scorrevolezza è il suo punto di forza, ma offre anche una buona distribuzione del calore. Ottima per chi vuole finire di stirare velocemente.
  • Alluminio: l’omogeneità del calore non è il suo punto di forza, se non nella punta della piastra, il che lo rende adatto solo per lavori di precisione. Consigliato quindi per le camicie.

Detto ciò, assicuratevi che i fori della piastra siano uniformemente distanziati, in modo tale che la distribuzione del vapore sia il più coerente possibile. Un altro aspetto da valutare, che in parte abbiamo già affrontato nella sezione tipologia, è la dimensione della piastra del ferro da stiro. Questa più è grande e più velocemente vi permetterà di stirare, anche se renderà l’elettrodomestico meno confortevole. Ad ogni modo, si cerca sempre di consigliare un modello con una piastra grande, in quanto fornisce una quantità di vapore non solo uniforme, ma anche di alta qualità, per una migliore rimozione delle pieghe.

Altri aspetti su cui prestare attenzione

A seconda delle esigenze personali, ci sono altre funzionalità che potrebbero tornare utili ma non sono così essenziali come quelle citate pocanzi. Ad ogni modo, riteniamo che dobbiate essere al corrente del fatto che esistano anche i ferri da stiro a batteria. Quest’ultimi possono essere pratici e convenienti, ma ovviamente non sono potenti come i modelli con cavo e devono essere costantemente riscaldati sulla base. Si tratta di una buona scelta se avete pochissime prese di corrente o se quest’ultime si trovano lontano dalla vostra postazione di stiro, ma è anche vero che i ferri da stiro tradizionali hanno quasi sempre un cavo abbastanza lungo da permettervi di raggiungere comodamente la presa elettrica.

Un buon ferro da stiro dovrebbe avere inoltre una funzione anticalcare integrata. Questa è molto importante per ridurre il calcare e, di conseguenza, allungare la vita dell’elettrodomestico. Controllate anche se il prodotto implementa una funzionalità di spegnimento automatico per la sicurezza e considerate il peso, le dimensioni e il pannello di controllo se sono adatti alle vostre esigenze.

Quale temperatura impostare?

Per evitare di danneggiare i capi, occorre sapere come settare le temperature del ferro da stiro in base al tipo di tessuto su cui si andrà a lavorare, ed ecco perché abbiamo pensato di dedicare un paragrafo anche a questo specifico argomento. Di seguito troverete una lista nella quale ci sono i principali tessuti con le rispettive temperature consigliate.

  • Nylon —> Meno di 150°
  • Lycra —> Meno di 150°
  • Acrilico —> Meno di 150°
  • Acetato —> Meno di 150°
  • Velluto —> Meno di 150°
  • Seta —> Circa 150°
  • Poliestere —> Circa 150°
  • Lana —> Circa 150°
  • Cotone —> Circa 200°
  • Lino —> Circa 200°