OnePlus 6 svelato, si parte da 519 euro con 6 GB di RAM

OnePlus 6 è ufficialmente tra noi. L'azienda guidata da Pete Lau ha alzato il sipario su questo attesissimo smartphone, oggetto di numerose indiscrezioni nel corso degli ultimi mesi. Un dispositivo che ribadisce con forza il tratto distintivo della società, ovvero quello di presentare sul mercato prodotti caratterizzati da un ottimo rapporto qualità/prezzo, soprattutto in relazione ai rincari che hanno riguardato le proposte dei concorrenti.

La dotazione hardware è da primo della classe. A bordo c'è infatti lo Snapdragon 845 di Qualcomm coadiuvato da 6/8 GB di RAM  e dalla GPU Adreno 630. Tre i tagli di memoria, ovvero 64,128 o 256 GB a seconda della versione scelta, in ogni caso non espandibili. Una piattaforma che difficilmente deluderà in termini di prestazioni, come del resto OnePlus ci ha già abituati con i modelli precedenti.

13 SilkWhite FaceUnlock

Sulla parte frontale trova spazio l'ampio schermo AMOLED da 6,28 pollici Full-HD+ (2.280 x 1.080 pixel, 401 ppi), caratterizzato da un rapporto di forma in 19:9. Questo suggerisce l'adozione di un particolare estetico che sta letteralmente spopolando in ambito smartphone, ovvero il tanto chiacchierato notch che, nel caso del OnePlus 6, oltre ai vari sensori e la capsula auricolare, ospita una fotocamera da 16 MP con obiettivo f/2.0 e stabilizzatore elettronico dell'immagine.

Leggi anche: Recensione OnePlus 5T

Le cornici sulla parte anteriore sono ridotte, ma non si può parlare di un vero e proprio smartphone borderless. Questo potrebbe comunque essere un punto a favore in relazione all'ergonomia, anche perchè OnePlus ha introdotto un sistema di gesture per muoversi nell'interfaccia di sistema. La scocca è inoltre realizzata totalmente in vetro Gorilla Glass, restituendo una sensazione al tatto di alto livello.

Mirror Black 08
Mirror Black

L'azienda ha scelto di posizionare il sensore biometrico sulla parte posteriore, subito sotto il modulo fotografico. In alternativa è comunque possibile utilizzare il riconoscimento del volto per sbloccare il OnePlus 6, anche se non è presente un hardware ad-hoc come avviene per il Face ID di iPhone X. Attendiamo dunque di provarlo in maniera approfondita per testarne la funzionalità nell'utilizzo quotidiano.

Sul retro troviamo una dual-camera, con sensore principale da 16 MP (Sony IMX519) e obiettivo f/1.7 (stabilizzatore ottico ed elettronico) accoppiato a uno secondario da 20 MP (Sony IMX376K) anch'esso con obiettivo f/1.7. I video possono essere registrati fino alla risoluzione 4K a 30 FPS, e non manca la funzionalità slow-motion (1080p a 240 FPS, 720p a 480 FPS).

Midnight Black 07
Midnight Black

La parte software è affidata ad Android 8.1 Oreo, la più recente versione del sistema operativo Google, installata su appena lo 0,5% degli smartphone in circolazione. Come da tradizione, OnePlus ha personalizzato la creatura del gigante californiano con la propria interfaccia OxygenOS, che comunque modifica poco l'esperienza utente stock del robottino verde.

In quest'ambito, la grande novità è l'introduzione di un sistema di gesture, che consente di disattivare i tre pulsanti virtuali di navigazione (comunque presenti), offrendo un nuovo modo di interazione con il OnePlus 6. Anche in questo caso, una scelta che andrà inevitabilmente valutata nel lungo periodo, utilizzando lo smartphone tutti i giorni. 

Silk White 08
Silk White

Completa la connettività: supporto dual-SIM, Bluetooth 5.0, Wi-Fi ac dual-band, NFC, GPS A-GLONASS BDS Galileo. Tutto è alimentato da una batteria integrata da 3.300 mAh, compatibile con lo standard di ricarica rapida Dash Charge. Questo dovrebbe consentire di portarla dallo 0% al 50% in circa 30 minuti di carica, una possibilità che potrebbe tornare utile in alcune circostanze.

Prezzi e disponibilità

OnePlus 6 sarà disponibile sul mercato a partire dal 22 maggio attraverso oneplus.com. Per la prima volta però, sarà venduto ufficialmente anche da Amazon che già oggi ha aperto le prenotazioni. Si parte da 519 euro per la versione da 6 GB di RAM e 64 GB di memoria interna, disponibile nella sola colorazione Mirror Black.

Combo 01

Per la variante da 8 GB di RAM e 128 GB di storage sono invece necessari 569 euro, con tre varianti cromatiche: Mirror Black, Midnight Black e Silk White (quest'ultima sarà disponibile dal 5 giugno). Infine, per la versione da 8 GB d RAM e 256 GB di memoria interna si arriva a 619 euro, con l'unica colorazione Midnight Black.

Leggi anche: OnePlus non si ferma più: 1,4 miliardi di dollari di ricavi

Cifre più elevate rispetto alle precedenti generazioni, ma comunque nettamente più basse se confrontate ai prezzi di listino di buona parte dei concorrenti. OnePlus mira evidentemente a proseguire con la propria crescita, che l'ha portata a raggiungere 1,4 miliardi di ricavi nel 2017, raddoppiando quelli messi a segno nel 2016.

19 SilkWhite Charging

La distribuzione di OnePlus 6 attraverso Amazon rappresenta l'ennesimo passo di un brand che, anche grazie all'enorme community, non può più essere considerato solo di nicchia. Questo nuovo modello sembra avere tutte le carte in regola per sfondare in termini di vendite, la parola adesso passa al mercato.

Pubblicità

AREE TEMATICHE