Opel Ampera-E sfida la Tesla Model 3 con 400 Km di autonomia

Opel Ampera-E, la gemella per il mercato europeo della Chevrolet Bolt pensata da General Motors, si appresta a dare battaglia alla Tesla Model 3

ma anche alle altre soluzioni elettriche dei principali competitor come BMW o Volkswagen. In particolare la Ampera-E ha un'autonomia che si preannuncia eccezionale: 400 Km secondo il NEDC (New European Driving Cycle), il ciclo di guida definito dalle direttive comunitarie.

ampera2 PNG

La casa tedesca chiarisce comunque che "l'autonomia nell'uso quotidiano della vettura si discosta dai valori NEDC". Nella realtà infatti l'autonomia è influenzata da tanti fattori, tra cui le caratteristiche del fondo stradale, le condizioni atmosferiche, lo stile di guida e il carico trasportato.

Non a caso infatti i più restrittivi standard statunitensi hanno fissato in 238 miglia (circa 383 Km) l'autonomia della gemella Chevrolet Bolt. Tuttavia Opel ci tiene a sottolineare che la Ampera-E sarà assolutamente in grado di percorrere oltre 300 Km in normali condizioni di utilizzo quotidiano.

Grazie alla sua autonomia dunque la Opel Ampera-E sarà in grado di superare quello che forse è attualmente il principale limite alla diffusione dei veicoli elettrici, la cosiddetta "range anxiety", la paura cioè di restare per strada con le batterie scariche senza aver raggiunto la meta o un punto di ricarica.

comparison

La maggior parte delle auto elettriche infatti non può tuttora vantare grandi autonomie: la Bmw i3 ad esempio, anche nell'ultima versione equipaggiata con batteria opzionale da 33 kWh, arriva a un valore di 300 chilometri per il NEDC, mentre la Nissan Leaf si attesta a 250 chilometri, la Renault Zoe non supera i 240 chilometri e la Volkswagen e-Golf si ferma addirittura a 190.

In questo panorama la Tesla Model 3 era l'unica a poter garantire un'autonomia più rassicurante, ma ora sembra che la Opel Ampera-E/Chevrolet Bolt possa fare anche meglio, tenendo inoltre presente che il prezzo sarà sostanzialmente inferiore. La Bolt infatti sarà proposta a circa 30.000 dollari al netto degli incentivi, contro i 35.000 della Tesla e in Europa il rapporto tra Opel e Tesla dovrebbe restare grossomodo invariato.

La batteria dell'auto tedesca, formata da 288 celle agli ioni di litio e con capacità pari a 60 kWh, è stata sviluppata in collaborazione con LG Chem, divisione specializzata del colosso sudcoreano LG, e può essere ricaricata in circa 9 ore tramite una classica presa domestica. Utilizzando però il sistema di ricarica rapida è possibile raggiungere l'80% della capacità in soli 45 minuti.

Pubblicità

AREE TEMATICHE